TuttoTrading.it

SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni




    VAI ALLA MAPPA DEL SITO

    Google analytics


    eXTReMe Tracker


  • 28/04/2006 Truffa Calabrese all'Ue (www.lanuovaecologia.it)

  • Pagina Pesca
  • Protezione Animali
  • Tutti i Temi Archivio
  • Tutti i Temi
  • Pagina Vivisezione
  • Ricerca personalizzata

    Ulivi della Piana di Gioia Tauro
    Distraevano fondi comunitari per la pesca e l'agricoltura. Emessi 31 avvisi di conclusione di indagini preliminari. Indagato l'ex assessore regionale all'Agricoltura, Giovanni Dima, e altri dirigenti della passata legislatura

    La Procura della Repubblica di Catanzaro ha emesso 31 avvisi di conclusione delle indagini preliminari al termine dell' inchiesta sui presunti illeciti nella gestione da parte dell'assessorato all' Agricoltura della Regione Calabria, nel corso della precedente legislatura, di finanziamenti erogati dall' Unione europea.

    Tra le 31 persone alle quali

    L'ex assessore Giovanni Dima L'ex assessore Dima

     sono stati notificati gli avvisi, emessi dal sostituto procuratore Luigi de Magistris, c' anche l' ex assessore regionale all' Agricoltura, Giovanni Dima, di 47 anni, attuale coordinatore regionale della Calabria di An. Indagati, nell'ambito della stessa inchiesta, alla quale estranea la Giunta regionale attualmente in carica, il segretario di Dima all'epoca in cui era assessore regionale, Claudio Novello, di 52 anni; l'ex direttore generale dell'assessorato, Camillo Caruso (64), e l'ex dirigente generale, Franco Nicola Cumino ((66).

    I presunti illeciti emersi dalle indagini, condotte dal Gico della Guardia di finanza, sarebbero stati commessi nel periodo compreso tra il 2003 e la fine della precedente legislatura regionale. In particolare l'inchiesta ha portato alla scoperta di un presunto sodalizio criminale i cui affiliati avrebbero utilizzato i loro incarichi per l' attuazione delle truffe nell'utilizzo dei finanziamenti comunitari. I presunti illeciti avrebbero riguardato anche la gestione di finanziamenti statali e regionali destinati, in particolare, al settore olivicolo e della pesca.

    Gli indagati, secondo l'accusa, avrebbero anche imposto, in cambio dell'erogazione dei fondi, l' assunzione di persone nelle ditte beneficiarie dei finanziamenti. Nell'inchiesta coinvolto anche il consorzio Corassol, cui aderisce la maggioranza dei produttori olivicoli calabresi, il cui presidente, Giuseppe Strangis, di 65 anni, ha ricevuto uno degli avvisi di conclusione indagini.


  • Pagina Pesca
  • Protezione Animali
  • Tutti i Temi Archivio
  • Tutti i Temi
  • Pagina Vivisezione
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti



    VAI ALLA MAPPA DEL SITO