TuttoTrading.it

02/02/2007 Le matricole di Sanremo /5 I Pquadro, da Amici al Festival (Francesco Silvestri, http://www.korazym.org)

Ricerca personalizzata
GIOCHI GIOCATTOLI
Articoli da regalo
Attività creative
Bambole e accessori
Bestseller generali
Burattini e tetrini
Calendari dell' avvento
Collezionabili
Costruzioni
Elettronica per bambini
Giocattoli da collezione
Giocattoli prima infanzia
Elettronica per bambini
GIOCHI GIOCATTOLI
Giocattoli da collezione
Giocattoli prima infanzia
Giochi di imitazione
Giochi da tavola
Giochi educativi
Modellismi
Peluche
Personaggi Giocattolo
Puzzle
Sport Giochi Aperto
Strumenti Musicali
Veicoli

Chi sono i cantanti che parteciperanno al Festival della Canzone italiana nella sezione "Giovani"? Korazym.org ve li fa scoprire uno a uno. Incontriamo i Pquadro, duo in gara con "Malinconiche sere".

Un duo nato da una grande amicizia e da un’unica passione per la musica quello dei Pquadro: ovvero Piero Romitelli e Pietro Napolano. Piero, 20 anni, nasce a Civitanova Marche; Pietro, 22 anni e di Mugnano di Napoli. I due si conoscono sui banchi di scuola della trasmissione Amici di Maria e subito scoprono un forte feeling musicale, oltre alla condivisione per la stessa passione: il canto. Tutto questo sfocia in una collaborazione artistica che li porta a collezionare un successo dopo l’altro, affacciandosi nel panorama musicale nazionale. Alla prima esperienza post-amici infatti è subito una vittoria: entrano nella rosa dei finalisti del Festival di Napoli, diretto artisticamente da Gianni Bella e arrivano alle semifinali del “Festival delle Arti” diretto dal patron Andrea Mingardi. Nel 2004 salgono sul palco dell’Ariston come coristi di Gigi d’Alessio nella 54° edizione del Festival di San Remo. Oggi sul palco dell'Ariston si giocano tutto, portando in gara la canzone "Malinconiche sere".

Complimenti per la conquista di Sanremo 2007! La prima cosa che hai pensato appena avuta la grande notizia?
PIERO: "Ho ripercorso in quegli attimi alcune scene importanti della mia vita, magari sconnesse tra loro e comunque una forte emozione mi ha assalito. Non ho realizzato bene cosa mia sia accaduto".
PIETRO: "Non si può dire cosa ho provato in quell'attimo, come dice il grande Ligabue: 'Ho perso le parole'. Faccio fatica ancora oggi a realizzare".

Cosa vuol dire per voi partecipare al Festival di Sanremo? Cosa vi aspettate da questa esperienza straordinaria?
"Il sogno di una vita! Per noi potrebbe essere sì un trampolino di lancio, ma è soprattutto il raggiungimento di un grande traguardo. Sicuramente ci auguriamo di far bene sopra il palco e di rendere al meglio il brano "Malinconiche sere" e perché no, magari il podio ci farebbe gola".

Cosa ci potete anticipare del brano che interpreterete sul palco dell'Ariston?
"Beh! Sarà un bel mix di melodia 'all'italiana' e ritmo anglosassone".

Come vi preparerete alla settimana del Festival?
"Sappiamo già che la tensione salirà alle stelle e mettiamo in preventivo che dovremo munirci di camomille. A parte gli scherzi, ci concentreremo soltanto sull'esibizione".

Come vi descrivereste sia dal lato musicale che personale?
PIERO: "Folle, lunatico, geniale".
PIETRO: "Ponderato, socievole, sensibile."

Quali sono i vostri progetti per il dopo Sanremo? Ci sarà la pubblicazione di un singolo o di un album?
"Ci sarà il singolo immediatamente dopo il Festival; all'Album stiamo lavorando anche se non siamo ancora in grado di stabilire una data ipotetica di pubblicazione".

Come hanno reagito i vostri famigliari e amici alla notizia della "promozione" a Sanremo?
"C'è stato un clima di euforia collettivo. Sia i familiari che gli amici più stretti ci hanno seguito nel periodo post - Amici e ci hanno sostenuto anche nei momenti più difficili. Sanno quanto abbiamo sudato per ottenere quest'obiettivo".

Ci potete raccontare un'esperienza o un incontro significativo che avete fatto nel vostro percorso musicale prima del Festival?
"Come facciamo a dimenticare coloro che ci hanno notato due anni fa, ovvero Bruno Rubino e Pino Di Tella, i nostri attuali autori/produttori. Eravamo insieme a cantare in una serata in Provincia di Napoli ed è avvenuto in quell'occasione l'incontro che ha fatto si che nascesse il nostro duo".

Avete mai guardato il Festival in tv gli altri anni? Pensate che il ritorno di Pippo Baudo possa aiutare voi giovani ad avere più visibilità?
"Lo guardiamo da quando siamo nati. Non solo siamo certi della maggiore visibilità, ma siamo sicuri inoltre che darà molto più spazio a noi giovani di quanto è avvenuto invece negli anni precedenti. Pippo è garanzia di qualità, e il cast selezionato per la categoria big ne è esempio tangibile".

E per finire... un messaggio per gli appassionati di musica che aspettano con curiosità di ascoltarvi al Festival?
"Aspettatevi qualcosa...di inaspettato..."

In collaborazione con Linksanremo.it

  • Archivio Sanremo
  • Ricerca personalizzata
    LIBRI
    Adolescenti Ragazzi
    Arte Musica
    Bestseller Generali
    Biografie
    Consultazione ed Informaz.
    Diritto
    Economia e Business
    Fantascienza
    Fantasy
    Fumetti e
    Gialli e Thriller
    Hobbi e Tempo Libero
    Horror
    Humor
    Informatica e Internet
    Letteratura
    Libri altre lingue
    Libri inglese
    Libri bambini
    Lingue linguistica
    Narrativa
    Politica
    Religione
    Romanzi rosa
    Salute Benessere
    Scienze Medicina
    Self-Help
    Società Scienze Sociali
    Sport
    Storia
    Viaggi

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO