TuttoTrading.it

SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni




    VAI ALLA MAPPA DEL SITO

    Google analytics


    eXTReMe Tracker


  • 12/09/2011 Breve resoconto dell'incontro dell'11 settembre a Roma dei cittadini a Cinque Stelle (Barbara Spinelli e Gianni Ceri, modificato l'ultima volta il 19 settembre)

    Ricerca personalizzata

    Riceviamo e pubblichiamo questa breve sintesi dell’incontro dei cittadini  a 5 Stelle dell’11 settembre a Roma ma al link sottoindicato è possibile partecipare alla discussione

    L’incontro si è svolto rispettando l’ODG condiviso precedentemente nel dibattito su Facebook,  in particolare, per regolamentare tempi e modi degli interventi, è stata seguita la metodologia del modello di Democrazia Diretta proposto da Paolo Michelotto nel suo libro “Democrazia dei cittadini “ ed esposto ad inizio della riunione da Gianni Ceri.

    L’Assemblea dei presenti ha ritenuto molto valido questo modello per la conduzione dell’incontro e quindi lo ha adottato. Alla fine di ogni intervento tutti i presenti hanno avuto l’opportunità di porre domande di chiarimento o di integrare e/o commentare le informazioni già ricevute.

    Il senso generale dei questo incontro interregionale che ha riunito le diverse realtà del Movimento 5 Stelle presenti in Italia (Lazio, Campania, Calabria,  Sicilia, Sardegna, Piemonte, Lombardia, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Toscana, Trentino, Umbria, Abruzzo ) può essere sintetizzato come una  preziosa occasione di scambio di informazioni, esperienze e buone pratiche del fare politica tra i cittadini del Movimento 5 Stelle, pur nella diversità dei rispettivi contesti.

    In un clima sereno di ascolto di confronto e di desiderio comunicativo, ognuno ha potuto arricchirsi di delle esperienze portate dagli altri. Sono emerse proposte che andranno condivise e sviluppate  nei prossimi mesi attraverso la rete fino ad arrivare ad un prossimo incontro reale, presumibilmente fra 4-5 mesi in un’altra  città da definire.

    L’incontro è stato ripreso in diretta streaming e quanto prima potrà essere seguito sul canale : staffgrilliromani;

    Si cercherà di realizzare un montaggio sintetico della ripresa dell’incontro per la diffusione.                 

    E’ in preparazione un resoconto più dettagliato per il quale è richiesto più tempo perché tale resoconto vorremmo sia condiviso  da tutti i partecipanti, per far ciò ho preparato la lista dei iscritti per fare la mail list e diffondere il testo una bozza in modo che ognuno potrà aggiungere alla bozza il proprio commento prima che questo venga pubblicato.

    Grazie a tutti. 

    Relazione di Gianni Ceri sull'incontro tenutosi l'11 settembre a Roma

    presso la sala di p.za dei Quiriti, 21

    in occasione dell'incontro di cui sopra, il sottoscritto ha presentato il metodo di dibattito e di coinvolgimento “La parola ai cittadini” già ideato e sostenuto da Paolo Michelotto e vari . 

    La parola ai cittadini”

    Il metodo , in breve, consiste nell'indire, pubblicizzandola il più possibile, un' assemblea di cittadini in cui ognuno può presentare le proprie proposte per quanto riguarda problemi locali (ad es. abolizione quorum referendario a livello comunale,verde pubblico, traffico, rifiuti, ecc. ecc.).

    A questi incontri si cerca di invitare più gente possibile ed anche amministratori pubblici (sindaco, assessori, consiglieri comunali).

    Queste proposte vengono presentate all'assemblea riunita e discusse in questo modo:

    1. raccolta su tabellone elettronico delle proposte in ordine temporale di presentazione con il nome del proponente
    2. esposizione per 1 min (o due, dipende dal numero di proposte, per un max di 15 -20) da parte del proponente
    3. due interventi (alzata di mano per parlare) di due partecipanti all'assemblea (a sostegno, per chiarimenti o contrari alla proposta ) di 1 min l'uno
    4. replica conclusiva del proponente per 1 min
    5. votazione della proposta con alzata di mano e conteggio dei voti che vengono poi scritti sul tab. elettronico proiettato
    6. di seguito vengono discusse e votate tutte le proposte dei cittadini che si sono prenotati

    Sullo schermo verrà proiettato un timing a scalare e 15 sec. prima dello scadere del tempo concesso verrà dato un segnale acustico per permettere a chi sta parlando di concludere entro i termini prefissati.

    La proposta più votata, (o quella scelta nel ballottaggio fra le prime 3), viene portata in consiglio comunale o da un consigliere o dal proponente presentato da un consigliere e lì discussa.

    Ovviamente questi sono meccanismi che devono essere sostenuti da almeno un consigliere, a meno che non si riesca ad introdurre nel regolamento comunale un' automatismo per queste assemblee propositive , cioè che la proposta uscita dall'assemblea obbligatoriamente venga discussa in consiglio comunale entro, ad es , 15 gg.

     Nel dibattito seguito sono emerse alcune perplessità riguardo ai tempi e alla effettiva utilità pratica di questo metodo, ma sono state chiarite ribadendo che questo è un metodo che permette a tutti i cittadini di poter partecipare attivamente alla gestione della cosa pubblica e sopratutto è una scuola di esercizio di democrazia diretta, che in Italia manca del tutto. Su queste basi si viene a creare una “coscienza ed un diritto partecipativo” alla gestione del proprio territorio e della comunità di appartenenza , permettendo al cittadino di sentirsi finalmente partecipe e artefice della “politica” in senso lato.

    Ho proposto che il metodo venisse usato per la continuazione dell'incontro (seppur con delle modifiche per quanto riguardava il timing); la proposta è stata accettata , e, a mio giudizio, ha dato buoni risultati per lo svolgimento del dibattito successivo. 

     -------ooooo------ 

     DEMOCRAZIA DIRETTA: Legge iniziativa popolare: togliere il quorum e migliorare gli strumenti di democrazia diretta

     Ho presentato il lavoro che stiamo svolgendo per una legge di iniziativa popolare per togliere il quorum e migliorare gli strumenti di democrazia diretta. E cioè:

    1. cancellazione del quorum
    2. introduzione dell'istituto della revoca sia dei parlamentari, sia delle leggi promulgate dal parlamento
    3. introduzione dell' istituto del referendum propositivo nelle sue varie forme (leggi normali e leggi costituzionali)
    4. determinazione del compenso parlamentare da parte dei cittadini al momento del voto

     Il dibattito si è svolto e si è puntualizzato sulla possibilità che la Corte Costituzionale possa respingere tale iniziativa.

    Il sottoscritto ha chiesto la collaborazione e l'aiuto da parte di tutti i gruppi italiani del M5S per la raccolta firme: richiesta che è stata accolta con favore dalla maggioranza dei presenti. Qui il sito per partecipare fattivamente all'iniziativa :http://quorum.forumattivo.it/ , sito al quale invito ulteriormente chi ha interesse a conoscere l'iniziativa.

     -------ooooo------

     Infine il sottoscritto ha proposto di creare un “fondo” per il continuo degli incontri “nazionali” del m5s , fondo che si è già creato con le donazioni effettuate per questo incontro dell'11 settembre a Roma , e che verrà gestito con un conto “on line” (da decidere in che forme) e che dovrà avere la massima trasparenza di rendicontazione . (

    Gianni Ceri


    Incontro cittadini Cinque Stelle

  • Archivio Movimento a cinque stelle
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti



    VAI ALLA MAPPA DEL SITO