TuttoTrading.it

03/01/2011 PREZZI. Aumenti a 360° per il 2011: si spenderanno anche 1000 euro in più (GA, www.helpconsumatori.it)

Ricerca personalizzata
GIOCHI GIOCATTOLI
Articoli da regalo
Attività creative
Bambole e accessori
Bestseller generali
Burattini e tetrini
Calendari dell' avvento
Collezionabili
Costruzioni
Elettronica per bambini
Giocattoli da collezione
Giocattoli prima infanzia
Elettronica per bambini
GIOCHI GIOCATTOLI
Giocattoli da collezione
Giocattoli prima infanzia
Giochi di imitazione
Giochi da tavola
Giochi educativi
Modellismi
Peluche
Personaggi Giocattolo
Puzzle
Sport Giochi Aperto
Strumenti Musicali
Veicoli

E' iniziato da soli 3 giorni, ma il 2011 non promette nulla di buono. Almeno per le tasche degli italiani. Secondo le Associazioni dei consumatori si prospetta un altro anno di crisi economica e rincari. Secondo Federconsumatori e Adusbef se la crisi economica non viene adeguatamente affrontata, non si raggiungerà nemmeno l'1% di Pil, e i rincari partiti dal 1° gennaio 2011, contribuiranno a ridurre ulteriormente il potere di acquisto delle famiglie. "Infatti - dichiarano Rosario Trefiletti ed Elio Lannutti, Presidenti di Federconsumatori e Adusbef - oltre ai soliti comportamenti speculativi in tema di prezzi e tariffe, si aggiungono tensioni importanti sui costi dei prodotti energetici e delle materie prime. Tutti fattori, questi, che incideranno sulla determinazione dei prezzi sia relativamente ai beni durevoli che ai beni di largo consumo, a partire da quelli alimentari".

Le prime previsioni dell'O.N.F. - Osservatorio Nazionale Federconsumatori sui rincari che le famiglie dovranno affrontare nel 2011, quindi, sono ancora una volta estremamente negative. "Per questo - concludono Trefiletti e Lannutti - si rendono sempre più necessarie politiche economiche completamente diverse da quelle sin qui attuate, che dovrebbero puntare ad un rilancio dell'economia sia attraverso investimenti in settori innovativi, sia con processi di detassazione esclusivamente a favore delle famiglie a reddito fisso, lavoratori e pensionati. In mancanza di ciò si consoliderà sempre di più il circolo vizioso tra contrazione dei consumi, cassa integrazione e licenziamenti, e produzione industriale, non potendo sperare in un risollevamento della nostra economia solo attraverso le esportazioni".

Anche Adiconsum parla di un 2011 di rincari: secondo gli ultimi dati Istat le retribuzioni si sono mosse in linea con l'inflazione (+1,7%), mentre l'aumento delle pensioni è leggermente superiore all'1%. Aumenti insufficienti a bilanciare quelli ben più consistenti che si preannunciano sia per il carrello della spesa che per le principali tariffe.

Si parte dal carrello della spesa: molti fornitori hanno richiesto alla distribuzione aumenti dei propri listini attorno al +4/+5%. Aumenti all'ingrosso che rischiano di essere trasferiti al carrello della spesa (nonostante il calo dei consumi!) con aggravi che possono oscillare dai 200 ai 300 euro. Per quanto riguarda luce e gas, i problemi di concorrenza fanno diminuire il costo dell'elettricità e aumentare quello del gas. Da dicembre 2009 a dicembre 2010 il costo della bolletta elettrica si è ridotto del 6,5%, mentre quella del gas è aumentata dell'11%. Considerato che la famiglia spende mediamente dai 200 a 350 euro per l'elettricità e dagli 800 ai 1500 euro per il riscaldamento, è da prevedere un aggravio di spesa che può oscillare dagli 80 ai 150 euro.

Aumenti consistenti sull'Rc auto sono in corso già da alcuni mesi. La situazione è differenziata in relazione al territorio, al veicolo, all'età del conducente, ma in media gli aumenti sono attorno al 10-15% che rapportato ad un premio medio di circa 550 euro per 1-2 veicoli per famiglia implica una previsione di maggior spesa dai 50 ai 150 euro. Per i giovani il costo medio è invece di oltre il doppio.

Ed aumentano anche le utenze domestiche. Adiconsum denuncia segnalazioni di aumenti consistenti sia della tariffa dell'acqua che di quella dei rifiuti con aumenti anche del 20-30% giustificati dal fatto che la tariffa era ferma da alcuni anni o dai nuovi costi della differenziata. Poiché la spesa media per l'acqua è di 200 euro/anno con oscillazioni che vanno dai 100 ai 300 euro a seconda delle città e analoga situazione è quella dei rifiuti urbani, gli aumenti prevedibili possono oscillare da zero dove non ci sono variazioni ai 50 euro.

Le Autostrade non sono da meno: previsti aumenti che vanno dal 2 al 20%. Adiconsum ricorda che l'Anas ha preannunciato aumenti per le c.d. autovie di raccordo fra le autostrade e le circonvallazioni. Ipotizzando una spesa media dai 100 ai 300 euro annui a famiglia, l'aumento può essere quindi dai 2 euro ai 10 euro. Il trasporto ferroviario non è da meno: per i pendolari sono stati preannunciati aumenti dell'ordine del 20-25%. Aumenti che dovranno essere concordati con le Regioni e quindi anche in questo caso la realtà sarà molto differenziata. Prevedendo anche in questo caso una spesa dai 50 ai 150 euro, la maggior spesa prevedibile per il 2011 potrà essere dai 10 ai 30 euro. Tutte le multe del Codice della Strada aumenteranno del 3,5%. Dulcis in fundo il canone Rai, che nel 2011 è aumentato di 1,50 euro.

"Una maggiore spesa per le famiglie può oscillare dai 500 ai 1000 euro, aumenti che - per il segretario Generale di Adiconsum Paolo Landi - avranno un'incidenza molto differenziata sulle famiglie: più pesanti per i pensionati dove il recupero si limita ad aumenti delle pensioni poco più dell'1% e per i monoreddito. In mancanza di provvedimenti le differenze sociali tenderanno ad aumentare come pure il livello di povertà".

http://www.helpconsumatori.it

  • Archivio Moneta e Inflazione
  • Ricerca personalizzata
    LIBRI
    Adolescenti Ragazzi
    Arte Musica
    Bestseller Generali
    Biografie
    Consultazione ed Informaz.
    Diritto
    Economia e Business
    Fantascienza
    Fantasy
    Fumetti e
    Gialli e Thriller
    Hobbi e Tempo Libero
    Horror
    Humor
    Informatica e Internet
    Letteratura
    Libri altre lingue
    Libri inglese
    Libri bambini
    Lingue linguistica
    Narrativa
    Politica
    Religione
    Romanzi rosa
    Salute Benessere
    Scienze Medicina
    Self-Help
    Società Scienze Sociali
    Sport
    Storia
    Viaggi

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO