TuttoTrading.it

23/09/2009 Caro vita, consumatori in piazza (BS, http://www.helpconsumatori.it)

Ricerca personalizzata
GIOCHI GIOCATTOLI
Articoli da regalo
Attività creative
Bambole e accessori
Bestseller generali
Burattini e tetrini
Calendari dell' avvento
Collezionabili
Costruzioni
Elettronica per bambini
Giocattoli da collezione
Giocattoli prima infanzia
Elettronica per bambini
GIOCHI GIOCATTOLI
Giocattoli da collezione
Giocattoli prima infanzia
Giochi di imitazione
Giochi da tavola
Giochi educativi
Modellismi
Peluche
Personaggi Giocattolo
Puzzle
Sport Giochi Aperto
Strumenti Musicali
Veicoli

Consumatori in piazza a Montecitorio contro il caro vita. La rivendicazione: detassazione per le famiglie a reddito fisso, abbattimento dei prezzi di almeno il 20% / Coldiretti: nel 2009 rincari record

C'erano anche rivendicazioni trascritte su venti cartelloni in dialetto alla manifestazione organizzata oggi dai Consumatori per protestare contro il caro vita. La riunione in piazza Montecitorio, dove Federconsumatori, Adusbef, Adoc e Codacons hanno portato le loro rivendicazioni. La crisi in atto, informano le associazioni, ha messo a dura prova i bilanci familiari e a questo si aggiungono i rincari dei prodotti alimentari, con ricarichi notevoli dal campo alla tavola documentati da Coldiretti, che ha preso parte alla manifestazione e ha lanciato la sua Operazione verità sui prezzi alimentari. Risultato? Il 2009 è stato un anno record per gli aumenti dei prezzi dei prodotti alimentari dal campo alla tavola: basti pensare al più 1100% registrato per le carote, senza dimenticare gli aumenti della frutta e della verdura. In base ai dati forniti dalla Coldiretti, il Codacons ha presentato oggi un esposto a 104 Procure della Repubblica di tutta Italia per aprire indagini su eventuali speculazioni sul territorio. Caso emblematico il dato del grano, dove al calo della materia prima non corrisponde una diminuzione dei prezzi al dettaglio di pane, pasta e cereali.

Le logiche speculative colpiscono soprattutto i prodotti alla base dell'alimentazione quotidiana, i cui aumenti incidono fortemente sulla spesa delle famiglie, specialmente di quelle meno abbienti. Di fronte a questa situazione Adoc, Adusbef, Codacons e Federconsumatori hanno rivendicato un'azione decisa da parte delle Istituzioni a favore della domanda di mercato e con due richieste: un processo di detassazione per almeno 1200 euro annui per le famiglie a reddito fisso, lavoratori e pensionati; interventi funzionali per un abbattimento dei prezzi di almeno il 20%. "Manifestazione riuscita benissimo - commenta Rosario Trefiletti, presidente di Federconsumatori - cui hanno partecipato centinaia di persone".

"Abbattere i prezzi dei beni di consumo di almeno il 20%, è l'unica ricetta concreta per ridare ossigeno alle famiglie e rilanciare i consumi": questo il commento del presidente Adoc Carlo Pileri. "Il successo di tale manifestazione sta a sottolineare la necessità di un taglio della spesa sostenuta dalla famiglie, ormai in evidente debito d'ossigeno - continua Pileri - costrette a tagliare la spesa alimentare per far fronte alla crisi. Non solo una diminuzione dei prezzi, occorre anche la riduzione della filiera agroalimentare. Per questo sosteniamo la posizione di Coldiretti e i suoi sforzi nel tagliare i numerosi passaggi che avvengono dal campo alla tavola, che portano ad uno speculativo rincaro dei prezzi a danno dei consumatori. Inoltre, occorre lottare concretamente contro gli sprechi alimentari. Ogni anno, secondo i dati dell'Adoc, le famiglie italiane buttano nel cassonetto 561 euro, pari al 10% della spesa totale annua effettuata".

23/09/2009 Coldiretti: nel 2009 rincari record dal campo alla tavola (BS, http://www.helpconsumatori.it)

Il 2009 è stato un anno record per gli aumenti dei prezzi dei prodotti alimentari dal campo alla tavola: più 1100% per le carote, più 465% per le pesche, più 515% per la lattuga, più 1828% per il pane di grano tenero. Il crollo dei prezzi alla produzione agricola è stato in media del 16% ma ad esso ha corrisposto "uno scandaloso aumento al consumo per gli alimentari (+ 0,9%), nove volte superiore al valore medio dell'inflazione". A denunciare questi numeri è l'Operazione verità sulla spesa alimentare degli italiani realizzata dalla Coldiretti in occasione della giornata di mobilitazione promossa dalle associazioni dei Consumatori Adoc, Adusbef, Codacons e Federconsumatori in Piazza Montecitorio a Roma.

I prezzi degli alimenti, sottolinea Coldiretti, moltiplicano oggi in media cinque volte. Non manca la critica nei confronti della Grande distribuzione organizzata, per la quale, denuncia Coldiretti, " poche grandi piattaforme di acquisto trattano sul mercato in condizioni di quasi monopolio", e le vendite sottocosto o le promozioni civetta mettono a rischio la competitività della produzione. Dunque, conclude l'associazione, "diciamo no a marchi del falso Made in Italy, a pubblicità ingannevoli e occulte, a operazioni commerciali sottocosto che non evidenziano quanto effettivamente viene pagato agli agricoltori e quale è il margine vero della GDO".

23/09/2009 Codacons: "Il grano crolla, la pasta aumenta, ecco la prova delle speculazioni" (GA, http://www.helpconsumatori.it)

Il caro-vita sta impoverendo da diverso tempo le tasche degli italiani e questo perché esiste una vera e propria speculazione. In occasione della giornata di mobilitazione promossa per oggi dalle Associazioni dei consumatori, il Codacons ha ribadito che il caso più emblematico di questa realtà è quello del grano.

"In base ai dati forniti dalla Coldiretti - si legge in un comunicato del Codacons - in un solo anno le quotazioni del grano sono scese del 28%; ciò significa che oggi un chilo di grano duro viene pagato circa 22 centesimi di euro agli agricoltori. A tale calo dei listini, non corrisponde però una diminuzione dei prezzi al dettaglio di pane, pasta e cereali, prodotti che al contrario ad agosto sono rincarati mediamente dell'1% rispetto allo scorso anno (dati Istat). Mentre un chilo di grano costa 0,22 euro, nei negozi un chilo di pasta costa mediamente 1,5 euro!"

Il Codacons ha inserito questi dati in un esposto presentato oggi a 104 Procure della Repubblica di tutta Italia. Nella denuncia l'associazione chiede alla magistratura di aprire delle indagini per verificare sul territorio tali speculazioni e individuarne i responsabili, alla luce del reato di aggiotaggio. A tal scopo il Codacons invita esplicitamente le Procure a disporre il sequestro presso i panifici delle bolle di acquisto di grano e farina, per verificare le differenza tra i costi delle materia prime e i prezzi al dettaglio dei prodotti finiti. E rivolge un appello al Governo "affinché sia incentivata su tutto il territorio la vendita di latte sfuso, sia per consentire risparmi alle famiglie, sia per aiutare un settore fortemente in crisi".

23/09/2009 Coldiretti: nel 2009 rincari record dal campo alla tavola (BS, http://www.helpconsumatori.it)

Il 2009 è stato un anno record per gli aumenti dei prezzi dei prodotti alimentari dal campo alla tavola: più 1100% per le carote, più 465% per le pesche, più 515% per la lattuga, più 1828% per il pane di grano tenero. Il crollo dei prezzi alla produzione agricola è stato in media del 16% ma ad esso ha corrisposto "uno scandaloso aumento al consumo per gli alimentari (+ 0,9%), nove volte superiore al valore medio dell'inflazione". A denunciare questi numeri è l'Operazione verità sulla spesa alimentare degli italiani realizzata dalla Coldiretti in occasione della giornata di mobilitazione promossa dalle associazioni dei Consumatori Adoc, Adusbef, Codacons e Federconsumatori in Piazza Montecitorio a Roma.

I prezzi degli alimenti, sottolinea Coldiretti, moltiplicano oggi in media cinque volte. Non manca la critica nei confronti della Grande distribuzione organizzata, per la quale, denuncia Coldiretti, " poche grandi piattaforme di acquisto trattano sul mercato in condizioni di quasi monopolio", e le vendite sottocosto o le promozioni civetta mettono a rischio la competitività della produzione. Dunque, conclude l'associazione, "diciamo no a marchi del falso Made in Italy, a pubblicità ingannevoli e occulte, a operazioni commerciali sottocosto che non evidenziano quanto effettivamente viene pagato agli agricoltori e quale è il margine vero della GDO".

http://www.helpconsumatori.it

  • Archivio Moneta e Inflazione
  • Ricerca personalizzata
    LIBRI
    Adolescenti Ragazzi
    Arte Musica
    Bestseller Generali
    Biografie
    Consultazione ed Informaz.
    Diritto
    Economia e Business
    Fantascienza
    Fantasy
    Fumetti e
    Gialli e Thriller
    Hobbi e Tempo Libero
    Horror
    Humor
    Informatica e Internet
    Letteratura
    Libri altre lingue
    Libri inglese
    Libri bambini
    Lingue linguistica
    Narrativa
    Politica
    Religione
    Romanzi rosa
    Salute Benessere
    Scienze Medicina
    Self-Help
    Società Scienze Sociali
    Sport
    Storia
    Viaggi

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO