TuttoTrading.it

SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni




    VAI ALLA MAPPA DEL SITO

    Google analytics


    eXTReMe Tracker


  • 04/10/2006 Aereo Turco a Brindisi: Il Dirottatore chiede Asilo Politico al Papa (http://www.canisciolti.info)

  • Pagina Media
  • Tutti i Temi Archivio
  • Tutti i Temi
  • Pagina Informazione
  • Problemi del Mondo
  • Ricerca personalizzata

    "Caro Papa, sono Hakan Ekinci, sono un cristiano e non voglio servire in un esercito musulmano". Così comincia la lettera asseritamente inviata al Papa il 30 agosto scorso dal dirottatore dell'aereo turco. Nella lettera, diffusa su un blog Internet, Ekinci chiede poi l'aiuto del Papa "come leader dei cristiani e del mondo cristiano" per aiutarlo a non fare il servizio militare ed a non vivere in un paese musulmano perché afferma di non riuscire "a respirare in una società musulmana".

    La cronaca del dirottamento
    Un Boeing 737 della Turkish Airlines decollato da Tirana e diretto a Istanbul e' stato dirottato nel pomeriggio da un cittadino turco mentre sorvolava la spazio aereo greco ed e' atterrato all'aeroporto di Brindisi. Dopo circa due ore di trattative con il prefetto della citta' il pirata dell'aria si e' arresi. Tutti i 107 passeggeri e i 6 membri dell'equipaggio stanno bene. Sembrava che l'uomo avesse agito per protestare contro la visita di papa Benedetto XVI in Turchia, fissata per il 28 novembre. Ma il movente del dirottamento potrebbe essere un altro.

    Secondo quanto riferito dall'emittente turca Ntv il dirottatore e' Hakan Ekinci, di 30 anni di eta', un obiettore di coscienza convertitosi al cristianesimo nel 1998. Stando alla stessa fonte, l'uomo aveva gia' scritto al Papa per raccontargli il suo caso e invocare il suo aiuto. Il Vaticano, durante l'emergenza, aveva comunque escluso cambi di programma. "I preparativi del viaggio del Papa proseguono regolarmente in queste ore, senza nessuna battutta d'arresto", aveva detto il portavoce della Santa Sede, padre Federico Lombardi.

    Il dirottatore avrebbe chiesto asilo politico e prima di scendere dal velivolo avrebbe anche chiesto scusa ai passeggeri. Il comandante dell'aereo aveva inviato due segnali di dirottamento in codice mentre si trovava nello spazio aereo greco. Quattro caccia dell'aviazione greca avevano scortato il velivolo fuori dallo spazio aereo nazionale in direzione di Brindisi. A questo punto e' stato intercettato da due F-16 del 37esimo stormo di stanza a Trapani e accompagnato fino all'aeroporto pugliese.


  • Pagina Media
  • Tutti i Temi Archivio
  • Tutti i Temi
  • Pagina Informazione
  • Problemi del Mondo
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti



    VAI ALLA MAPPA DEL SITO