TuttoTrading.it

21/03/2007 Mafie: giornata della memoria e dell'impegno (Elisa Mabrito, http://www.osservatoriosullalegalita.org)

Ricerca personalizzata
GIOCHI GIOCATTOLI
Articoli da regalo
Attività creative
Bambole e accessori
Bestseller generali
Burattini e tetrini
Calendari dell' avvento
Collezionabili
Costruzioni
Elettronica per bambini
Giocattoli da collezione
Giocattoli prima infanzia
Elettronica per bambini
GIOCHI GIOCATTOLI
Giocattoli da collezione
Giocattoli prima infanzia
Giochi di imitazione
Giochi da tavola
Giochi educativi
Modellismi
Peluche
Personaggi Giocattolo
Puzzle
Sport Giochi Aperto
Strumenti Musicali
Veicoli

Si celebra oggi la giornata della memoria e dell'impegno contro tutte le mafie. Quest'anno la manifestazione - che vede come sempre anche la lettura dei nomi delle 700 vittime della mafia - si svolge a Polistena, in provincia di Reggio Calabria, dove nacque la prima cooperativa su terreni confiscati alla criminalita' organizzata.

A don Luigi Ciotti, presidente di Libera, che promuove l'iniziativa insieme ad Avviso Pubblico, sono giunti messaggi da Romano Prodi e Fausto Bertinotti. "Il rispetto assoluto della legalita' - ha scritto il presidente del Consiglio - e' uno dei caratteri distintivi della cittadinanza... La lotta alle mafie e alla criminalità è una guerra che si combatte ogni giorno e che richiede l’attenzione e l’impegno di tutti. La partecipazione della società organizzata alla lotta alle mafie rappresenta davvero il segno della speranza per il Paese ed esprime la voglia di liberarsi da una barbarie che vanifica ogni sforzo di rinascita".

Secondo Prodi, "criminalità e mafia non sono un’emergenza. Per questo non è sufficiente un impegno straordinario di pochi ma occorre la mobilitazione di tutti, ognuno secondo le proprie responsabilità, ognuno secondo le proprie possibilità e capacità. Dobbiamo saper dire no al compromesso morale e all’indifferenza. La rassegnazione deve lasciare posto alla speranza", speranza rappresentata dal primo giorno di primavera, data in cui si celebra la giornata. Commentando la loclizzazione della cerimonia in Calabria, Prodi ha aggiunto che si tratta di "una terra lacerata e dolorosamente segnata da mafie e criminalità ma dove tanti Calabresi onesti si stanno impegnando per sradicare le organizzazioni criminali che con la loro azione impediscono sviluppo e futuro".

Il Presidente della Camera ha detto fra l'altro che e' "soprattutto l’entusiasmo del popolo dei giovani che rappresenta il dato di maggiore forza che segna la manifestazione odierna: quei giovani che in questi anni, in più riprese ed in forme diverse, hanno capito in tanta parte del Mezzogiorno che conquistare il proprio futuro significa soprattutto liberarsi dal giogo di sopraffazione e di intimidazione che tutte le mafie impongono alla crescita della società, dell’economia, della cultura".

Bertinotti ha detto che sacrifici come quello di Peppino Impastato "non sono stati vani. Si è ridestata una coscienza nuova, grazie ad una combinazione di mobilitazione e di saper fare, di denuncia e di proposta, di lotta alla criminalità organizzata e di restituzione alla società civile di ciò di cui la criminalità organizzata la priva: fiducia nelle Istituzioni, passione civile, capacità di dialogo, dedizione agli altri, solidarietà. Una lettura della lotta alla criminalità organizzata in termini di antimafia sociale che - nell’atto stesso di contrastarne l’universo rovesciato di valori - già costruisce le basi della convivenza a venire".

Il presidente della Camera ha ricordato che "Danilo Dolci diceva che la mafia occupa lo spazio vuoto tra lo Stato e il cittadino. E’ lo spazio che oggi, sviluppando con coerenza le implicazioni di quel pensiero, occupa questa manifestazione. Per questa ragione, tutta la comunità nazionale deve guardare a coloro che si sono dati appuntamento a Polistena il 21 marzo 2007 con un sentimento di gratitudine speciale, come si guarda alla nascita di una nuova speranza e di un nuovo futuro."

L'evento odierno prevede anche due cortei che si ricongiungono in uno solo e confluiscono nella piazza dove si svolge la manifestazione, con un "Momento pubblico per la memoria e per l’impegno", un workshop (La Calabria che si muove), e alcuni incontri, fra cui "Per un sapere di cittadinanza", presso l'Auditorium Comunale di Polistena, e "Per una politica di legalità", presso l'Auditorium della scuola media Salvemini. Seguiranno un concerto di Luca Barbarossa e attività di animazione per i ragazzi.

  • Archivio Mafia
  • Ricerca personalizzata
    LIBRI
    Adolescenti Ragazzi
    Arte Musica
    Bestseller Generali
    Biografie
    Consultazione ed Informaz.
    Diritto
    Economia e Business
    Fantascienza
    Fantasy
    Fumetti e
    Gialli e Thriller
    Hobbi e Tempo Libero
    Horror
    Humor
    Informatica e Internet
    Letteratura
    Libri altre lingue
    Libri inglese
    Libri bambini
    Lingue linguistica
    Narrativa
    Politica
    Religione
    Romanzi rosa
    Salute Benessere
    Scienze Medicina
    Self-Help
    Società Scienze Sociali
    Sport
    Storia
    Viaggi

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO