TuttoTrading.it

SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni




    VAI ALLA MAPPA DEL SITO

    Google analytics


    eXTReMe Tracker


  • 01/12/2006 Tatozzi: «Ecomafie sistema eversivo» (http://www.lanuovaecologia.it)

    Ricerca personalizzata

    Le attività degli ecocriminali condizionano e gestiscono il mondo del lavoro e interi settori economici. L'allarme dell'Alto commissario anticorruzione / Mastella: «Preveniamo gli ecoreati» / LEGAMBIENTE: «Business da 18miliardi l'anno»

    L'ecomafia è diventata un vero e proprio «sistema eversivo di contropotere capillare ed insidioso in grado di condizionare e gestire il mondo del lavoro e rilevanti settori economici ed amministrativi». E il risultato è "un impatto ambientale devastante" e un "abusivismo edilizio imponente e indiscriminato". A lanciare l'allarme è lo studio dell'alto commissario anticorruzione sui "pericoli di condizionamento della pubblica amministrazione da parte della criminalità organizzata", presentato oggi al Cnel dall'Alto commissario Gianfranco Tatozzi.
    E se, secondo il dossier, «vicende quali l'emergenza rifiuti in Campania, Porto Marghera, Priolo, Punta Perotti, gli spiaggiamenti di navi sulle coste meridionali, testimoniano di un'emergenza ambientale che incombe da tempo sul nostro paese», sono in realtà solo la punta dell'iceberg, «casi eclatanti», rispetto a «molte altre realtà cresciute all'ombra di condizionamenti economico-sociali di diversa natura», da quelli industriali a quelli imposti dalla criminalità organizzata.

    «L'inserimento nel ciclo del cemento - si legge nella relazione - rappresenta per la criminalità organizzata un interesse di tipo strategico ed il mezzo per imporre tangenti ed estorsioni che, unite ad una illecita gestione delle procedure di assegnazione degli appalti, determinano un sistema eversivo di contropotere capillare ed insidioso». «L' impatto per l'ambiente che ne deriva - scrive l'alto commissario - è devastante per ampie aree, investite anche da abusivismo edilizio imponente e indiscriminato». Lo studio dell'Alto commissario sottolinea come ormai «il traffico di rifiuti pericolosi trattati e smaltiti con sistemi illegali costituisce una vera attività economica, lucrosa e ben sviluppata».

  • 19/11/2006 Archivio Contromafie
  • Archivio Mafia
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti



    VAI ALLA MAPPA DEL SITO