TuttoTrading.it

SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni




    VAI ALLA MAPPA DEL SITO

    Google analytics


    eXTReMe Tracker


  • 25/10/2006 Prodi: Dopo l' Approvazione della Finanziaria avanti con le Riforme (http://www.canisciolti.info)

  • Pagina Leggi
  • Temi Archivio
  • Temi Ultimi
  • Pagina Assicurazioni
  • Pagina Lavoro
  • Ricerca personalizzata

    Dove sono i riformisti?". Questo si chiedeva oggi un esponente prodiano della prima ora, dopo che il premier aveva ricordato come dopo la finanziaria si deve passare alla riforma delle pensioni e dopo che questa proposta era stata bocciata da Rifondazione. Se tutti i suoi collaboratori continuano a descrivere Prodi sereno e impegnato a 'portare a casa' una finanziaria di rilancio e risanamento, non tutti nel giro appena un po' piu' largo che da sempre accompagna il Professore sono altrettanto olimpici.

     

    Assicurano di averlo sentito non certo entusiasta per l'atteggiamento degli alleati e portano ad esempio la proposta sulle pensioni. "Dove sono i riformisti, oggi che si deve sostenere questa idea sulle pensioni", chiedeva un prodiano oggi alla Camera. E c'e' chi spiega questo rilancio, come cartina di tornasole dell'atteggiamento del premier. "Ha voluto ricordare che in un primo momento lui aveva proposto la riforma nella finanziaria, poi e' stata stralciata non certo per scelta sua. E comunque ogni volta che fa una proposta c'e' un partito che si lamenta". Prodi, racconta ancora chi ci ha parlato in queste ore, insiste sul fatto che non ci puo' essere una doppia velocita' del governo.

    "Ma che fase uno e fase due, esiste solo la fase del governo, di un governo serio e responsabile", avrebbe detto in questi giorni e stamane ha ricordato che la stagione delle riforme non dura solo qualche mese, ma 'anni'. E un certo stupore lo avrebbe manifestato anche per le critiche di esponenti Ds e Dl che siedono in Consiglio dei ministri e che quindi quella finanziaria l'hanno votata. Nei Ds e nei Dl la proposta di riforma delle pensioni e' piaciuta, qualcuno, come il relatore alla finanziaria Michele Ventura, si dice addirittura ottimista sulla possibilita' di un accordo, dato l'atteggiamento non ostile dei sindacati. Ma sia Ds che Dl non si accontentano e chiedono che "gia' nella finanziaria ci siano segnali di riforma, almeno in nuce".

    Ma l'attivismo riformista nell'Ulivo agita la sinistra radicale. Prc boccia l'idea senza appello e il Verde Paolo Cento, sottosegretario all'Economia, mette i puntini sulle i: "se la fase due e' un modo surrettizio per allargare la maggioranza, e' chiaro che fallira' e che noi ci opporremo". Quanto all'altro tema che sta agitando questi giorni il Transatlantico, Cento spiega: "Padoa Schioppa va difeso, sta facendo bene il suo compito. O, come me, si dice che l'Europa e' un laccio stretto che va rinegoziato, oppure non si puo' dire che vanno rispettati gli impegni e insieme lamentarsi per come vengono rispettati. La sinistra radicale parla di piu', ma non e' vero che abbiamo ottenuto troppo finora".

    E Andrea Papini, parisiano della Marherita e coordinatore del programma dell'Unione ricorda. "Se per fase uno e due si intende prima risanamento e poi sviluppo, gia' dal programma si spiegava che non c'era la politica dei due tempi, ma che tutto si teneva. E infatti nella finanziaria si tengono risanamento e sviluppo. Se invece si intende fase due come momento per le riforme strutturali, ricordo che gia' si e' partiti con il decreto Bersani. E che le riforme strutturali richiedono tempo, siamo partiti e continueremo, ma non a caso le pagine del programma erano 281...". Parole che echeggiano quelle di Prodi stamani, che ha ricordato conme le riforme siano cominciate a luglio e come serva un'intera legislatura per riforme strutturali. Non mesi, ne' politiche a fasi.

    Intanto a palazzo Chigi si sono susseguite le riunioni per preparare il summit di sabato. Un incontro che viene definito non politico ma tecnico-parlamentare. "Prodi innanzitutto vuole portare a casa la finanziaria - spiega chi ci ha parlato oggi - e vuole che sabato si definisca il percorso. Per le riforme, che del resto sono gia' state avviate con il ddl Bersani e con il Tfr, si deve aspettare la finanziaria, ma la strada e' gia' segnata dal programma. O, come e' il caso delle pensioni, addirittura da un accordo con il sindacato che oggi Prodi ha solo ricordato

    Archivio

  • 29/09/2006 Varata la Finanziaria da 33,4 mld
    Archivio


  • Pagina Leggi
  • Temi Archivio
  • Temi Ultimi
  • Pagina Assicurazioni
  • Pagina Lavoro
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti



    VAI ALLA MAPPA DEL SITO