TuttoTrading.it

SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni




    VAI ALLA MAPPA DEL SITO

    Google analytics


    eXTReMe Tracker


  • 02/10/2006 Finanziaria News del 02 Ottobre

  • Pagina Leggi
  • Temi Archivio
  • Temi Ultimi
  • Pagina Assicurazioni
  • Pagina Lavoro
  • Ricerca personalizzata

    02/10/2006 Governo e sindacati difendono la Finanziaria e la Cdl attacca

    Mentre inizia il 'tam tam' dell'iter parlamentare, Governo e sindacati alzano un muro difensivo intorno alla Finanziaria approvata dall'esecutivo. Ma se per il centrosinistra la Finanziaria varata e' centrata su sviluppo, risanamento, equita' sociale, per il centrodestra questa manovra e' da bocciare tout court e, per questo, lancia la sfida della protesta di piazza.

    E' in programma un vertice ad Arcore per stabilire, qualora si facesse, i termini della manifestazione. E intanto il leader dell'Udc, Pierferdinando Casini annuncia "una durissima battaglia in Parlamento". Il ministro dell'Economia Tommaso Padoa Schioppa invece rassicura: la Finanziaria "conservera' il suo volto attuale" e non verra' snaturata dal Parlamento.

    E mentre Bruxelles rinvia il suo giudizio al 6 novembre, dopo l'uscita delle previsioni economiche di autunno, proseguono i commenti positivi dei sindacati che questa sera riuniranno le segreterie unitarie per esaminare il provvedimento. Abbastanza soddisfatti al ministero dell'Istruzione: i risparmi di spesa derivanti dalla scuola ammonteranno infatti a 448,20 mln per il 2007, 1,3 miliardi per il 2008 e 1,4 mld nel 2009, fa sapere Livia Turco che sottolinea pero' che contemporaneamente nel triennio 2007-2009, verranno assunti a tempo indeterminato 150 mila docenti, e 20 mila tra bidelli e amministrativi.

    Per tutti i ministri varra' poi la regola che gli stipendi dei ministri e dei sottosegretari vengono ridotti del 30% a partire dal prossimo anno. Ai Trasporti andranno invece 2,120 miliardi di euro per il triennio 2007-2009. E, dopo le violenze degli ultimi tempi, arriva il Fondo anti-stupro da 3 milioni di euro l'anno per contrastare questo triste fenomeno sociale.

    02/10/2006 Bertinotti: Questa è una Finanziaria a favore dei lavoratori

    "Per dieci anni abbiamo avuto Finanziarie clamorosamente inique. Ora, per la prima volta dopo tanto tempo, un lavoratore che guadagna intorno ai 1.000 euro al mese o un pensionato che ne riceve 500 hanno una qualche redistribuzione di ricchezza a loro favore". Lo ha detto il presidente della Camera Fausto Bertinotti, nel corso della registrazione di 'Primo piano', parlando della Finanziaria varata dal governo. "Su un punto così clamoroso che si era venuto accumulando come quello dell'ingiustizia sociale ora c'è una correzione importante che viene salutata favorevolmente", ha concluso Bertinotti.

    Governo troppo sbilanciato a sinistra? A questa annotazione di Pier Ferdinando Casini, il presidente della Camera Fausto Bertinotti risponde con un ''magari'', durante il confronto nella puntata di Primo piano. Piu' avanti spiega: ''Non raccolgo questo complimento ma ieri a Milano ho potuto ascoltare il consenso alla finanziaria della Cgil e degli altri sindacati, osservo solamente che dopo tanto tempo i lavoratori che guadagnano 1.000 euro al mese e i pensionati con 500 euro hanno per la prima volta una redistribuzione a loro favore e credo che il consenso dei sindacati in Italia non e' una cosa da niente''. Per Bertinotti, in conclusione, la finanziaria ''e' una correzione importante dell'ingiustizia sociale''.

    02/10/2006 Finanziaria: Tagliati del 30% gli stipendi dei ministri

    Gli stipendi dei Ministri e dei Sottosegretari vengono ridotti del 30% a partire dal prossimo anno. Lo prevede la legge finanziaria.

    La Finanziaria costera' in media 550 euro a ciascuno dei 5,5 milioni di lavoratori autonomi. Includendo pero' gli effetti del prelievo del Tfr e del probabile aumento della tassazione a livello locale, il dato medio dovrebbe elevarsi a 700-750 euro. E' la stima della Cgia di Mestre. ''Le principali novita' che si abbatteranno sugli artigiani, commercianti e sui liberi professionisti - indica l'Associazione degli artigiani di Mestre in un comunicato - riguardano la stretta sugli studi di settore (previste nuove entrate per 3 miliardi di euro) e l'aumento delle aliquote contributive (previsto un aggravio di 1,5 miliardi di euro). Per contro la nuova rimodulazione delle aliquote Irpef e la riduzione del cuneo fiscale dovrebbe restituire alle partite iva italiane circa 1,5 miliardi di euro. Insomma, di fronte a 4,5 miliardi di nuove entrate richieste, il Governo ne restituira' 1,5 miliardi con un saldo quindi di 3 miliardi di euro''.

    02/10/2006 Fini: Questa è la finanziaria di Prodi-Pinocchio

    Il leader di An, Fini, intervistato su diversi quotidiani, boccia senza appello la manovra economica e invita i "moderati dell'Unione" a reagire. "Questa Finanziaria dimostra che Prodi è come Pinocchio:dice le bugie",afferma Fini ricordando che Prodi aveva detto che non avrebbero ritoccato le aliquote.

    E lancia un appello: "Se ci sono i moderati del centrosinistra battano un colpo" se "non vogliono fare la figura degli utili idioti". Va cambiata, dice, una Manovra "dettata dalle componenti più radicali della sinistra classista".

    02/10/2006 Finanziaria: Libri di testo a noleggio e obbligo a 16 anni

    Arrivano i libri di testo a noleggio da parte delle istituzioni scolastiche, delle reti di scuole e delle associazioni di genitori. Lo prevede la Finanziaria che estende le agevolazioni sull'acquisto dei libri di testo previste per le scuole medie inferiori anche al biennio delle superiori.

    L'obbligo scolastico verrà elevato a 16 anni con l'istituzione di un biennio unitario e il conseguente innalzamento dell'età per l'accesso al lavoro dai 15 ai 16 anni.

    02/10/2006 In Finanziaria cuneo fiscale, ma non per tutti

    Niente riduzione del cuneo fiscale per banche, enti finanziari e assicurazioni, come era previsto. Ma niente taglio anche per gran parte delle municipalizzate e delle societa' concessionarie: dai trasporti, all'energia, dallo smaltimento dei rifiuti,alle Poste ad Autostrade e alle concessionarie di tlc.

    Il provvedimento prevede una particolare attenzione per il Sud, raddoppiando in queste aree la deduzione alle aziende per i lavoratori dipendenti.

    02/10/2006 Cdl accusa il Tg1 per l'intervista "sdraiata" a Prodi

    "Nei giorni dello sciopero dei giornalisti della carta stampata i telegiornali hanno assunto una centralità nell'informazione resa ancora più forte per il contemporaneo varo della legge Finanziaria. In questo contesto le scelte operate dal nuovo vertice del Tg1 sono state davvero stupefacenti". A lanciare l'accusa contro la prima testata del servizio pubblico sono i parlamentari di Forza Italia Giorgio Lainati, Paolo Romani e Massimo Baldini, componenti della commissione di vigilanza Rai.

    In una nota congiunta, i tre esponenti azzurri notano che "in particolare venerdì nell'edizione delle 13.30 un servizio apparentemente celebrativo del compleanno del capo dell'opposizione Silvio Berlusconi si è trasformato in un regalo al vetriolo e l'occasione per rivisitare e riproporre in senso fortemente negativo l'attività politica dell'ex premier. Nell'edizione delle 20 è stata invece trasmessa, mentre era ancora in corso un lunghissimo estenuante consiglio dei Ministri sulla Finanziaria, una intervista 'sdraiata' al presidente del consiglio Romano Prodi che ha magnificato i contenuti di un provvedimento sul quale da giorni ed anche in quelle ore all'interno della maggioranza si erano manifestate tensioni e contrapposizioni fortissime. Ma a tutto ciò - si legge ancora nella nota - è stato posto il silenziatore lasciando sottolineare al premier le presunte meraviglie di questa manovra economica".

    "Siamo dunque di fronte - dicono Lainati Romani e Baldini - alla svolta filoprodiana del più importante telegiornale pubblico che sceglie di marginalizzare l'opposizione ed esaltare una maggioranza di governo sempre più fragile e disunita. E' una scelta inaccettabile - conclude la nota - che manifesteremo direttamente ai massimi vertici della televisione pubblica".

    Archivio

  • 29/09/2006 Varata la Finanziaria da 33,4 mld
    Archivio


  • Pagina Leggi
  • Temi Archivio
  • Temi Ultimi
  • Pagina Assicurazioni
  • Pagina Lavoro
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti



    VAI ALLA MAPPA DEL SITO