TuttoTrading.it

SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni




    VAI ALLA MAPPA DEL SITO

    Google analytics


    eXTReMe Tracker


  • 03/01/2006 Legge Finanziaria 2006 e Riforma del Risparmio (www.governo.it)

    Ricerca personalizzata

    L'Assemblea del Senato ha approvato in via definitiva la legge finanziaria 2006 e il bilancio dello Stato. È stata inoltre pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 301, del 28 dicembre 2005, la legge n. 262 recante: 'Disposizioni per la tutela del risparmio e la disciplina dei mercati finanziari' . Le principali misure adottate nella legge finanziaria: per ogni figlio nato o adottato nel 2005 e per i figli dal secondo in su, nati o adottati nel 2006, è istituito un assegno di 1.000 euro; le spese sostenute per mandare i figli all'asilo saranno detraibili per il 19% fino ad un massimo di 632 euro annui per ogni figlio; i contributi sociali a favore dei datori di lavoro sono tagliati dell'1%; viene istituita la Banca del Sud; è riconosciuto un indennizzo per le vittime di frodi finanziarie; gli stipendi dei politici sono ridotti del 10%; vengono operati tagli agli Enti locali; è istituita un'addizionale del 25% alle imposte sul reddito per chi produce o distribuisce materiale pornografico o che induce alla violenza. Per quanto concerne, invece, la tutela del risparmio e la disciplina dei mercati finanziari, le norme relative all'articolo 19 incidono in particolare sull'organizzazione e l'attività della Banca d'Italia. È previsto che il Governatore della Banca d’Italia sia nominato con decreto del Presidente della Repubblica, su proposta del Presidente del Consiglio dei Ministri, previa deliberazione del Consiglio dei Ministri, sentito il parere del Consiglio superiore della Banca d'Italia; che gli atti emessi dagli organi della Banca d'Italia debbano avere forma scritta e debitamente motivati; che il Governatore duri in carica sei anni e che il mandato sia rinnovabile una sola volta; che per le operazioni di acquisizione e di concentrazione societaria bancaria siano necessarie l'autorizzazione della Banca d'Italia nonché quella dell'Autorità garante della concorrenza e del mercato.

    http://www.governo.it/GovernoInforma/Dossier/finanziaria_2006/index.html

    http://www.governo.it/GovernoInforma/Dossier/riforma_banca_italia/index.html

  • Archivio Leggi
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti



    VAI ALLA MAPPA DEL SITO