TuttoTrading.it

SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni




    VAI ALLA MAPPA DEL SITO

    Google analytics


    eXTReMe Tracker


  • 17/08/2006 Alla Televisione Russa 1TV il Monito di LaRouche sulla Terza Guerra Mondiale presentato in Prima Serata (Movimento Solidarietà, http://www.movisol.org)

  • Pagina Israele
  • Pagina Politica
  • Pagina Internazionali
  • Tutti i Temi Archivio
  • Tutti i Temi
  • Ricerca personalizzata

    Il primo canale televisivo russo, 1TV, ha mandato in onda il 16 agosto, nell’ora di massimo ascolto, un servizio sul Libano nel corso del quale ha intervistato Lyndon LaRouche e l’ex primo ministro Yevgen Primakov.
    La trasmissione Vremya delle ore 21, che approfondisce i temi del giorno, ha citato l’articolo sulla “Sorpresa d’ottobre” di Jeff Steinberg pubblicato dall’EIR, compresa un’attenta inquadratura alla rivista ed al titolo dell’articolo:> "Will Bush 'October Surprise' Scam Trigger World War III?" (La truffa di una ‘sorpresa d’ottobre’ innescherà la terza guerra mondiale?).
    Dopo aver notato che Israele non intende ritirare tutte le sue truppe dal Libano, il giornalista Grigori Yemelkyanov ha presentato alcuni esperti, sottolineando che “la tregua è fragile e instabile. La situazione potrebbe svilupparsi in qualsiasi direzione: verso il consolidamento della pace o verso un nuovo conflitto”.
    Nella fase introduttiva Yemelynov ha posto il quesito: per il momento la guerra è finita ma c’è da chiedersi: chi ha vinto e chi ha perso? Ambedue le parti si dichiarano vincitrici. Ma con quale motivo reale?
    Yavgeni Primakov, attualmente capo della Camera di Commercio e dell’Industria Russa: “In che misura si vince o si perde, secondo me, dipende dagli obiettivi che si proponevano le parti del conflitto. Israele aveva certi obiettivi, che non ha raggiunto. Ritengo che Israele in tal senso abbia perso”.
    Roman Bronfman, esponente del parlamento israeliano Knesset: “In Israele ora la convinzione è che i soldati israeliani abbiano vinto la guerra, ma che i politici l’abbiano persa. Sia i politici che i vertici militari non sono riusciti a dimostrare una capacità di combattere in quest’ultimo mese”.
    Hezbollah ha diritto di celebrare la vittoria? Ha continuato il giornalista. L’economia libanese ha sofferto danni irriparabili e il paese sta subendo una catastrofe umanitaria.
    Sottolineando a questo punto come la situazione mediorientale sia effettivmente esplosiva, Vremya ha inquadrato la rivista EIR e l’articolo di Steinberg commentando: “La rivista americana Executive Intelligence Review descrive i piani della Casa Bianca di tirare la Siria nel conflitto e, di conseguenza, anche l’Iran, il quale ha concluso un accordo di mutua assistenza con Damasco ... Secondo le loro informazioni, l’amministrazione Americana pianifica di provocare una guerra tra Siria ed Israele ad ottobre. Secondo il piano le forze speciali dovrebbero nascondere in territorio siriano armi di distruzione di massa che sarebbero poi ‘accidentalmente’ scoperte dai soldati israeliani nel corso di un intervento”.
    Vremya ha continuato con le immagini di una intervista al fondare dell’EIR Lyndon LaRouche, realizzata lo stesso giorno dal corrispondente di Washington di 1TV: “Se gli avvenimenti seguono un tale scenario è improbabile che l’Iran resti fuori dal conflitto. A tal punto sarebbe già impossibile fermare una grande guerra in Medio Oriente. Invece di ricercare un compromesso negoziale, l’amministrazione USA sta facendo il possibile per provocare una guerra in grande stile che nessuno può vincere e che tutti possono perdere. Questa è una situazione molto diversa. E la loro mentalità è tale per cui non si rendono conto di ciò che stanno facendo. E’ gente che conosco bene e secondo me sono pazzi da legare”.
    Un altro settimanale, The New Yorker, ha continuato Vremya, riferisce attraverso il noto giornalista Seymour Hersh, il primo ad aver riferito in merito alle torture di Abu Gharaib, quando segue: “L’amministrazione Bush era molto direttamente impegnata nel pianifiare la guerra libanese-israeliana. Il presidente Bush ed il vice presidente Cheney erano convinti che il successo della campagna militare israeliana in Libano avrebbe non soltanto raggiunto gli obiettivi desiderati da Tel Aviv, ma anche servire come preludio ad un possibile attacco contro le strutture nucleari iraniane”.
    Ariel Cohen, esperto della Heritage Foundation USA ha commentato: “Oggi il mondo si avvicina a scelte capitali, ad un bivio dove sarà deciso se una grande guerra si verificherà nel Medio Oriente. Se la comunità mondiale riesce a cooperare per impedire una tale guerra attraverso i mezzi a disposizione del Consiglio di Sicurezza dell’ONU, saranno tutti a vincere”.
    La televisione 1TV è principalmente di proprietà di Gazprom, l’ente di stato per l’energia. Dunque quella di offrire il prime time al messaggio di LaRouche dev’essere ritenuta una decisione presa ai vertici dello stato russo. Essa va ad aggiungersi alla decisione nello stesso senso espressa dai vertici militari nella valutazione sul Medio Oriente del generale Ivashov

    Vedi qui

  • 08/08/2006 Il Generale Ivashov: come dice LaRouche, dietro questa Guerra c’è l’Oligarchia Finanziaria Internazionale
    Il colonnello generale Leonid G. Ivashov, che in passato ha diretto il Dipartimento della cooperazione militare internazionale del Ministero della Difesa russo, ha pubblicato il 7 agosto 2006 una valutazione strategica sul sito www.iamik.ru (Marketing e consulting, informazione ed analisi)...


  • Pagina Israele
  • Pagina Politica
  • Pagina Internazionali
  • Tutti i Temi Archivio
  • Tutti i Temi
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti



    VAI ALLA MAPPA DEL SITO
  • 08/08/2006 Il Generale Ivashov: come dice LaRouche, dietro questa Guerra c’è l’Oligarchia Finanziaria Internazionale
    Il colonnello generale Leonid G. Ivashov, che in passato ha diretto il Dipartimento della cooperazione militare internazionale del Ministero della Difesa russo, ha pubblicato il 7 agosto 2006 una valutazione strategica sul sito www.iamik.ru (Marketing e consulting, informazione ed analisi)...