TuttoTrading.it

SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni




    VAI ALLA MAPPA DEL SITO

    Google analytics


    eXTReMe Tracker


  • 08/11/2006 Bush sconfitto (www.verdi.it)

  • Pagina Internazionali
  • Pagina 11 Settembre
  • Tutti i Temi Archivio
  • Tutti i Temi
  • Pagina Guerra
  • Ricerca personalizzata



    Vincono i democratici, maggioranza al congresso. Rumsfeld lascia. Verdi: "Bocciate la guerra e la politica contro l'ambiente"

    Maggioranza netta alla Camera e testa a testa al Senato, ma con buona probabilità di ottenere anche in questo ramo del congresso la maggioranza. Anche sui governatori sono stati ribaltati i rapporti: dopo il voto 28 sono democratici e 22 repubblicani. Il potente segretario alla Difesa, Donald Rumsfeld, si è dimesso. I democratici hanno quindi vinto le elezioni di midterm e ora si apprestano a raddrizzare la politica di George W. Bush nell'attesa di provare a riconquistare la Casa Bianca alle presidenziali del 2008.

    Una vittoria salutata positivamente dal presidente dei Verdi Alfonso Pecoraro Scanio e da tutta l’Unione, che segna la bocciatura da parte del popolo americano della guerra in Iraq voluta da Bush. E per i Verdi anche della politica contro l’ambiente portata avanti dall’inquilino della Casa Bianca fin dal 2001, quando all'indomani delle elezioni presidenziali annunciò che gli Usa si sfilavano dal protocollo di Kyoto per la riduzione vincolante dei gas serra.

    I democratici hanno strappato quattro dei sei seggi di cui avevano bisogno per cambiare il segno politico al Senato: i repubblicani hanno perso infatti Pennsylvania, Ohio, Missouri e Rhode Island. In Montana il candidato democratico Jon Tester l'ha spuntata in serata sul rivale repubblicano. In Virginia lo sfidante democratico Jim Webb sta per farcela contro il repubblicano George Allen. Se anche in Virginia dovesse finire bene i democratici avrebbero la maggioranza anche al Senato (50 a 48).

      ''Gli americani hanno parlato in favore di una nuova direzione'', ha commentato il risultato la deputata californiana Nancy Pelosi, di origini italiane e futura speaker alla Camera dei democratici. Nella sua prima conferenza stampa la Pelosi ha chiesto le dimissioni di Rumsfeld: “Dopo il voto occorre un cambio di leadership al Pentagono”, ha detto Pelosi.

    E infatti Rumsfeld di lì a poco si è dimesso. “L’artefice della guerra in Iraq, che ha provocato 655.000 morti civili secondo quanto riportato da Washington Post e New York Times ha finalmente rassegnato le proprie dimissioni", ha commentato Angelo Bonelli, capogruppo dei Verdi alla Camera. "Il mondo plaude e tira un sospiro di sollievo. E’ fallita la strategia della guerra sostenuta dalle grande industrie belliche dell’amministrazione Bush. E’ una giornata storica per la democrazia”.

      I Verdi sono in generale soddisfatti dell’esito del voto americano: “Bush è stato sconfitto a causa della guerra in Iraq e delle politiche contro l’ambiente della sua amministrazione”, spiega Pecoraro. “Bush e i repubblicani – prosegue il presidente dei Verdi  - hanno pagato pesantemente la guerra in Iraq, profondamente sbagliata. Queste elezioni segnano la sconfitta dell’unilateralismo del governo statunitense. Il voto dei cittadini americani ha invece premiato i governatori e i candidati che si sono impegnati per l’ambiente come il governatore repubblicano della California e ha pesato la posizione dei conservatori su Kyoto e la pessima gestione dell’emergenza dopo l’uragano Kathrina”.

      “E’ auspicabile – conclude il leader del Sole che Ride - che l’amministrazione Bush ora tenga conto del voto e delle chiare indicazioni emerse e si presenti a Nairobi (dove è in corso la conferenza sul clima, ndr) con la voglia di impegnarsi sulla riduzione delle emissioni di gas serra”.    

    Archivio Elezioni USA

  • Archivio elezioni USA

  • Pagina Internazionali
  • Pagina 11 Settembre
  • Tutti i Temi Archivio
  • Tutti i Temi
  • Pagina Guerra
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti



    VAI ALLA MAPPA DEL SITO