TuttoTrading.it

SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni




    VAI ALLA MAPPA DEL SITO

    Google analytics


    eXTReMe Tracker


  • 29/09/2006 USA : terrorismo , al Varo Leggi che legalizzano gli Abusi (Rico Guillermo, http://www.osservatoriosullalegalita.org)

  • Pagina Guerra
  • Tutti i Temi Archivio
  • Tutti i Temi
  • Pagina Iraq
  • Problemi del Mondo
  • Ricerca personalizzata

    Il Senato USA ha approvato la legge sul trattamento dei detenuti per terrorismo, che prevede norme molto rigide in materia di interrogatori e istituisce corti militari per i presunti terroristi, anche se con maggiori garanzie rispetto a quelle volute da George W. Bush.

    La Camera statunitense ha approvato invece il progetto di legge sulle intercettazioni, che saranno legali anche senza l'autorizzazione preventiva di un giudice. Tale legge mira ad 'aggiustare' l'abuso commesso da Bush con le intercettazioni illegali ai danni di centinaia di Americani che avevano contatti con persone sospettate.

    Il New York Times parla di politica irresponsabile ed afferma che "l'amministrazione Bush usa il timore dei Repubblicani di perdere la loro maggioranza" per portare avanti idee antiterrorismo "che renderanno i soldati degli Stati Uniti meno sicuri e danneggeranno durevolmente" una nazione che si e' fondata su leggi per oltre 200 anni, ma "non faranno niente per proteggere l'America dai terroristi".

    Inoltre, commenta il prestigioso quotidiano USA, i Repubblicani usano un argomento di pura propaganda quando dicono che il Congresso deve agire ora per generare le procedure per processare i terroristi perche' gli uomini accusati di aver progettato gli attacchi dell'11 settembre sono disponibili.

    Infatti, argomenta il giornale, sarebbe stato possibile processarli anni fa, ma il presidente Bush ha scelto di non farlo, li ha tenuti nella detenzione illegale, li ha interrogati in modo da rendere difficile accertare le vere prove ed ha inventato un sistema di tribunali per condannarli. Ed e' solo dopo che la Corte suprema ha pubblicamente criticato con la sua sentenza le regole volute da Bush che questi ha adottato il suo tono di urgenza.

    La legge che rivede il recepimento delle Convenzioni di Ginevra negli USA prevede fra l'altro, per detenzioni e tribunali:
    - una definizione pericolosamente ampia di "nemico combattente", che puo' comportare che i sospettati siano sottoposti all'arresto ed alla detenzione indefinita senza la speranza di appello. Questa etichetta potrebbe essere applicata praticamente a chiunque.
    - i detenuti nelle prigioni militari degli Stati Uniti perderebbero il diritto di appellarsi contro il loro imprigionamento.
    - le garanzie contro le prove segrete indebolite dalla riformulazione della legge da parte di Cheney

    Per quanto riguarda piu' strettamente i maltrattamenti e gli abusi:
    - le prove ottenute con la violenza o la minaccia, oggi considerate inammissibili in tribunale, diverrebbero ammissibili se un giudice le considerasse certe
    - le definizioni di torture divengono estremamente limitate. E' ad esempio abuso il sesso ottenuto con la violenza, ma non quello non consensuale, mentre la violenza non e' sempre considerata una forma di tortura
    - rinnegando mezzo secolo di adesione alle Convenzioni di Ginevra, Bush ha deciso che i propri metodi abusivi di interrogatorio sono considerati ammissibili, e potrebbe usarli anche segretamente.

    In definitiva in nome della lotta al terrorismo la legge ritaglia le violazioni dei diritti sulle indicazioni date dal governo Bush agli addetti agli interrogatori e ai soldati e da questi messe in atto dopo l'11 settembr. Atti che oggi, in base alle convenzioni di Ginevra e ad una legge USA del 92 sarebbero passibili di pene molto serie.

    In piu' occasioni i critici hanno fatto rilevare che codificare in tal modo il recepimento USA delle Convenzioni di Ginevra mette in pericolo gli Americani stessi quando si trovino all'estero, perche' altri Stati potrebbero decidere di adottare le stesse definizioni e limiti. Inoltre e' stato evidenziato che evitare l'iter legale previsto fino ad oggi dalla legge puo' comportare che siano sacrificati degli innocenti sospettati per errore, come avvenuto nel caso dell'ingegnere siriano torturato in Siria.


  • Pagina Guerra
  • Tutti i Temi Archivio
  • Tutti i Temi
  • Pagina Iraq
  • Problemi del Mondo
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti



    VAI ALLA MAPPA DEL SITO