TuttoTrading.it

SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni




    VAI ALLA MAPPA DEL SITO

    Google analytics


    eXTReMe Tracker


  • 25/07/2006 L' Etiopia invade la Somalia (Larry Chin, http://onlinejournal.com, www.comedonchisciotte.org)

  • Guerra Terrorismo
  • Tutti i Temi Archivio
  • Tutti i Temi
  • Pagina Petrolio
  • Pagina 11 Settembre
  • Ricerca personalizzata

    Mentre gran parte del mondo è concentrata sul Medio Oriente, la guerra aperta tra Somalia ed Etiopia (http://news.bbc.co.uk/2/hi/africa/5201470.stm), un evento ugualmente importante e parallelo, è stata completamente tralasciata dai titoli di giornale. Un’altra nazione, con l’approvazione degli USA, sta per essere invasa ed occupata, col pretesto della “guerra al terrorismo”.

    Come avvertito in precedenza (http://www.onlinejournal.com/artman/publish/article_822.shtml ), la Somalia, ricca di risorse, preda chiave della strategia geopolitica nel Corno d’Africa, è stata ingannata affinché capitoli. Mogadiscio è stata riempita di milizie laiche e squadroni della morte che l’amministrazione Bush ha apertamente appoggiato e guidato. Le parti si sono (giustamente) accusate a vicenda di avere legami con “al-Qaeda”. Il maggior leader islamico somalo, Shiekh Hassan Dahir Aweys sta accusando gli Stati Uniti di essere collegati ad Al-Qaeda. (Ha ragione). Sicuramente l’amministrazione Bush e la CIA stanno facendo il doppio gioco (http://www.markacadey.net/news/july/19764.html).

    Proprio come Israele sta facendo il lavoro più sporco dell’amministrazione Bush in Medio Oriente, l’Etiopia, alleata agli Stati Uniti, sta convenientemente facendo da surrogato degli USA entrando in Somalia. Inoltre, come nel caso del Medio Oriente, l’espansione e l’acutizzazione del conflitto potrebbero fornire un’altra comoda opportunità per un intervento militare esterno.

    Contro la realtà sempre peggiore dello sfruttamento energetico del mondo (picco di petrolio e gas) e un’economia mondiale in bilico, l’amministrazione Bush sta cercando disperatamente di riuscire a fare una corsa finale, destabilizzando contemporaneamente quattro teatri geostrategici (Medio Oriente, Asia Centrale, Africa, Pacifico asiatico). Si tratta di una politica del rischio calcolato nucleare a livelli mai visti prima.

    Larry Chin
    Fonte: http://onlinejournal.com/artman/publish/article_1035.shtml
    25.07.2006

    Scelto e tradotto per www.comedonchisciotte.org a cura di OLIMPIA BERTOLDINI


  • Guerra Terrorismo
  • Tutti i Temi Archivio
  • Tutti i Temi
  • Pagina Petrolio
  • Pagina 11 Settembre
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti



    VAI ALLA MAPPA DEL SITO