TuttoTrading.it



SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO


    INFO
  • Acqua
  • Aliment.
  • Ambiente
  • Automot.
  • Balneab.
  • Banche
  • Bookcr.
  • Buttol
  • Case
  • acqua
  • Colorare
  • Decoro
  • urbano
  • Decresc.
  • dividendi
  • Donne
  • Economia
  • Economia
  • circol.
  • Energia
  • En.rinnov.
  • Famiglia
  • Finanza
  • Foto
  • Giardini
  • Giornata
  • memoria
  • G.foibe
  • Inquin.
  • M'illumino
  • dimeno
  • M5S TDG
  • Ora sol.
  • legale
  • Peso
  • rifiuti
  • Pishing
  • Politica
  • Raccolta
  • bott.
  • Olio
  • esausto
  • Rassegna
  • Riciclo
  • Rifiuti
  • R.affetto
  • R.zero
  • R.verde
  • S.mare
  • Scuole
  • ricicl.
  • Social
  • street
  • Solidar.
  • Shopping
  • Spoofing
  • Storia
  • TDG
  • News
  • Tumori rif.
  • Tutto
  • droga
  • T.racc.
  • differ.
  • T.droga
  • T.scuola
  • Violenza
  • V.rendere


  • 20/07/2006 Linciando Saddam II(Gabriele Zamparini, The Cat's Dream, visto su www.comedonchisciotte.org)

  • Guerra Terrorismo
  • Tutti i Temi Archivio
  • Tutti i Temi
  • Pagina Petrolio
  • Pagina 11 Settembre
  • Ricerca personalizzata


    PARTE II - INFORMED COMMENT DI JUAN COLE

    Seguendo l'omicidio di uno dei principali avvocati che difendono il prigioniero di guerra Presidente Saddam Hussein in quel circo di linciaggio che il governo degli Stati Uniti ha esportato in Iraq (persino Kafka non oserebbe chiamare quella cosa un "processo"), uno dei commenti più interessanti viene da Juan Cole.

    Il cocco di molta pare del movimento occidentale contro la guerra ha speso addirittura 111 parole per commentare:

     

    Un altro degli avvocati difensori di Saddam è stato assassinato. Il tribunale, che una volta sembrava sarebbe stato una fonte di buone notizie per l'amministrazione Bush, è stato gestito così male che è diventato solo una fonte di imbarazzo. Tre avvocati difensori uccisi, e un testimone secondo cui alcuni degli uomini che Saddam avrebbe ucciso a Dujail sono ancora vivi. Dopo l'attentato di febbraio alla moschea d'oro di Samarra e i conseguenti massacri religiosi tra sciiti e sunniti, Saddam è persino emerso come una voce di unità nazionale. Dando al vecchio massacratore l'occasione di mettersi in mostra in quel modo. E' incompetenza, incompetenza criminale (1).


    L'ex (?) capo di stato rovesciato da un'invasione militare straniere illegale ed immorale che ha distrutto l'intero stato dell'Iraq e massacrato centinaia di migliaia di Iracheni, è chiamato dal commento informato di Cole "Saddam" per tre volte ed infine "il vecchio massacratore". La conclusione di cole: "E' incompetenza, incompetenza criminale".

    Questo è lo stesso Juan Cole che, lo scorso novembre, riguardo l'uso del fosforo bianco a Fallujah da parte statunitense, scrisse: "E' una questione di relazioni pubbliche, non una questione di crimini di guerra" (2).

    Forse Juan Cole dovrebbe ascoltare più spesso la Radio Pubblica Nazionale degli Stati Uniti. Lo storico e giornalista statunitense William Blum ha scritto alcuni giorni fa:

     

    Il corrispondente estero della Radio Pubblica Nazionale, Loren Jenkins, che lavorava nell'ufficio della Radio a Baghdad, all'inizio di questo mese si è incontrato con un importante imam sciita, un uomo che è stato descritto dal resoconto della NPR come "un moderato" e una persona che cercava di portare i suoi seguaci sciiti a praticare la pace e la riconciliazione. Era stato incarcerato da Saddam Hussein e costretto all'esilio. Jenkins gli ha chiesto: "Cosa penserebbe se dovesse tornare a Saddam Hussein"?. L'imam ha replicato che preferirebbe "vedere l'Iraq sotto Saddam Hussein che come è ora" (3).


    A parte l'agenda di Cole, i suoi sostenitori nell'Occidente e nel movimento contro la guerra come un tutto dovrebbero tenere a mente le parole che William Blum scrive alla fine del suo articolo: "E molti Iracheni effettivamente lo sostenevano [Saddam Husein]"

    Differenti, legittime, rispettabili opinioni e punti di vista possono e devono procedere insieme all'onestà intellettuale e alla verità storica. E' l'unico modo possibile di costruire opposizione a questo impero rapace e vizioso. Tutto il resto è cortina fumogena della propaganda a cui dovremmo prestare molta attenzione.

    NOTE:

    1) Juan Cole, 22 giugno 2006, Informed Comment

    2) Lettera aperta a Juan Cole, professore di storia all'università del Michigan, di Gabriele Zamparini

    3) he Anti-Empire Report, alcune cose che dovreste sapere prima che il mondo finisca, William Blum, 21 giugno 2006

    Fonte: http://www.thecatsdream.com
    Link: http://www.thecatsdream.com/blog/2006/06/lynching-saddam-part-2-juan-coles.htm

    23.06.2006

    Indice

  • Parte I
  • Parte II
  • Parte III
  • Parte IV
  • Parte V
  • Parte VI
  • Parte VII
  • Parte VIII


  • Guerra Terrorismo
  • Tutti i Temi Archivio
  • Tutti i Temi
  • Pagina Petrolio
  • Pagina 11 Settembre
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti

    Clicca qui!

    VAI ALLA MAPPA DEL SITO