TuttoTrading.it

29/12/2006 Pane, pane dovunque...ma neanche un tozzo da mangiare III (Jason Miller, Fonte: http://civillibertarian.blogspot.com, visto su www.comedonchisciottre.org)

Ricerca personalizzata
GIOCHI GIOCATTOLI
Articoli da regalo
Attività creative
Bambole e accessori
Bestseller generali
Burattini e tetrini
Calendari dell' avvento
Collezionabili
Costruzioni
Elettronica per bambini
Giocattoli da collezione
Giocattoli prima infanzia
Elettronica per bambini
GIOCHI GIOCATTOLI
Giocattoli da collezione
Giocattoli prima infanzia
Giochi di imitazione
Giochi da tavola
Giochi educativi
Modellismi
Peluche
Personaggi Giocattolo
Puzzle
Sport Giochi Aperto
Strumenti Musicali
Veicoli

Poiché non potevo fare altro che congetturare o speculare, mi sono nuovamente concentrato sui miei sentimenti, e mi sono reso conto che la mia pena per il ragazzo si era andata trasformando in rifiuto delle elite, oligarchie e plutocrazie, di questo paese e di tutte le altre nazioni flagellate dalle carestie.

Mi sono anche rallegrato per avere imposto a me stesso di analizzare i pensieri e le sensazioni suscitate nel mio animo dalla sconvolgente immagine di un ragazzo morente.

E quali conclusioni ho potuto trarre o ribadire?

1. Sviluppare l'empatia è un balsamo per l'anima e un anatema per il Capitalismo Americano.

2. Una parte importante della fame nel mondo è deliberatamente perpetuata per garantire che un numero relativamente esiguo di persone possa golosamente indulgere ai propri piaceri.

3. Manipolazione e sottomissione economica sono spesso le cause principali della carestia e della denutrizione di massa.

4. Dietro la facciata di benevola superpotenza, gli Stati Uniti nascondono una massa codarda di spietati predatori con principi morali degni di Caligola.

5. Cosa forse più importante, trova conferma la mia spesso esternata antipatia per molte istituzioni, sistemi, politiche e azioni dell'Impero americano.

In ultima analisi, il piccolo sfortunato per il quale avevo provato tanta pena non aveva sofferto invano. Era morto di fame per consentire alla "gente che conta" di poter far mostra della propria opulenza.

E al di sopra di tutto ciò, abbiamo un Impero da mandare avanti. Qualcuno deve ben sacrificarsi. E questo qualcuno può ben essere il "Terzo mondo".

Fonti e approfondimenti:

http://www.lovearth.net/

http://www.mhhe.com/biosci/ap/vdgconcepts/digestive/reading5.mhtml

http://www.secondharvest.org/who_we_help/hunger_facts.html

http://en.wikipedia.org/wiki/Starvation

http://www.globalaware.org/Artlicles_eng/Famine_intro.htm

http://www.mendacitypress.com/12.2006Taylor.html

Jason Miller è uno schiavo salariato dell'Impero americano che si è liberato intellettualmente e spiritualmente. Prolifico scrittore (i suoi saggi sono ampiamente diffusi in Internet), opera come volontario nei rifugi per senzatetto. Accetta con piacere ogni corrispondenza costruttiva all'indirizzo willpowerful@hotmail.com o via il suo blog, Thomas Paine's Corner, all'indirizzo http://civillibertarian.blogspot.com/

Jason Miller
Fonte: http://civillibertarian.blogspot.com
Link
09.12.2006

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di CARLO PAPPALARDO

Indice

  • Parte I
  • Parte II
  • Parte III

  • Ricerca personalizzata
    LIBRI
    Adolescenti Ragazzi
    Arte Musica
    Bestseller Generali
    Biografie
    Consultazione ed Informaz.
    Diritto
    Economia e Business
    Fantascienza
    Fantasy
    Fumetti e
    Gialli e Thriller
    Hobbi e Tempo Libero
    Horror
    Humor
    Informatica e Internet
    Letteratura
    Libri altre lingue
    Libri inglese
    Libri bambini
    Lingue linguistica
    Narrativa
    Politica
    Religione
    Romanzi rosa
    Salute Benessere
    Scienze Medicina
    Self-Help
    Società Scienze Sociali
    Sport
    Storia
    Viaggi

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO