TuttoTrading.it

27/03/2007 Europa, bella senza anima? (Redazione, http://www.korazym.org)

Ricerca personalizzata
GIOCHI GIOCATTOLI
Articoli da regalo
Attività creative
Bambole e accessori
Bestseller generali
Burattini e tetrini
Calendari dell' avvento
Collezionabili
Costruzioni
Elettronica per bambini
Giocattoli da collezione
Giocattoli prima infanzia
Elettronica per bambini
GIOCHI GIOCATTOLI
Giocattoli da collezione
Giocattoli prima infanzia
Giochi di imitazione
Giochi da tavola
Giochi educativi
Modellismi
Peluche
Personaggi Giocattolo
Puzzle
Sport Giochi Aperto
Strumenti Musicali
Veicoli

Alla radice di una crisi. Mentre l’Unione Europea festeggia i 50 anni di vita, proviamo a fare il punto della situazione. Una ricetta? Andare oltre l’economia e la politica per riscoprire il primato della persona.

Unione Europea, chiuse le celebrazioni per i 50 anni di fondazione, si torna a fare i conti con la realtà. I capi di Stato e di governo promettono nuove regole entro il 2009, sottoscrivono una dichiarazione comune e invitano ad andare avanti. Eppure, a Berlino, tra un festeggiamento e una commemorazione, brucia e sconcerta l'impasse creatosi ormai due anni fa con la bocciatura del trattato costituzionale da parte di Francia e Olanda. Una battuta di arresto che, pur in presenza di risultati importanti (a cominciare dall'allargamento ad Est con Romania e Bulgaria), non ha evitato egoismi nazionali, strategie dal fiato corto e difesa di interessi di bottega. Su tutto, un dovere irrinunciabile perché l’Europa, mai come negli ultimi anni, è chiamata a chiarire una volta per tutte ciò che vuole essere.

La crisi recente ha radici profonde e sfaccettate. I fattori economici hanno svolto un ruolo significativo: l’euro in molti casi non ha introdotto benefici immediati, la complessità del mercato del lavoro ha reso precaria la vita di un numero crescente di individui, gli squilibri economici tra est e ovest a volte hanno prodotto ingiustizie e competizione impari, la rigidità della politica monetaria della banca centrale non ha favorito il rilancio dell’economia. In sostanza, l’Europa della moneta unica ha introdotto vantaggi che non sono stati percepiti oppure non comunicati nel modo giusto. Ai singoli governi, un doveroso esame di coscienza.

Tuttavia, ragionare sul successo o l’insuccesso dell’Unione partendo soltanto da criteri economici sarebbe un errore e anche un esercizio piuttosto avvilente. L’economia conta, ma le ragioni di uno stallo si fondano in gran parte sulle difficoltà a definire un’identità. Nonostante i tentativi di sensibilizzazione e l’europeismo marcato di molti paesi, l’Europa si ritrova ad essere una sorta di scatola vuota da riempire secondo le mode del momento. Emblema dell’efficienza quando serve, fonte di tutti i problemi quando cambia il vento, l’Unione è sentita davvero come la casa comune di tutti i popoli del vecchio continente? Le opinioni pubbliche vedono nell’istituzione una realtà già presente in grado di garantire delle prospettive comuni? Non proprio.

Oggi si è europei sulla carta, ma nazionalisti nel modo di porsi; filantropi e senza frontiere negli ideali, ma pronti a puntare il dito sull’”idraulico polacco”; difensori di etica e valori, ma capaci di andare ognuno per la propria strada. A vincere è così l’Europa delle quote del latte, delle regole alimentari, delle direttive e delle raccomandazioni. E mentre si assiste ai piccoli e grandi fallimenti di un cammino iniziato nel 1957, si avverte sempre di più la mancanza di un’anima. Non è in ballo solo un fattore religioso (sabato scorso, il papa lo ha sottolineato benissimo), ma uno stile e idee capaci di privilegiare il ruolo di un'identità culturale comune. Un’Europa che nella sua storia e nei suoi valori riscopra, oltre la politica e l’economia, il primato della persona.

  • Archivio Europa
  • Ricerca personalizzata
    LIBRI
    Adolescenti Ragazzi
    Arte Musica
    Bestseller Generali
    Biografie
    Consultazione ed Informaz.
    Diritto
    Economia e Business
    Fantascienza
    Fantasy
    Fumetti e
    Gialli e Thriller
    Hobbi e Tempo Libero
    Horror
    Humor
    Informatica e Internet
    Letteratura
    Libri altre lingue
    Libri inglese
    Libri bambini
    Lingue linguistica
    Narrativa
    Politica
    Religione
    Romanzi rosa
    Salute Benessere
    Scienze Medicina
    Self-Help
    Società Scienze Sociali
    Sport
    Storia
    Viaggi

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO