TuttoTrading.it

10/03/2006 Energia europea. Lotta ai Gas Serra e sicurezza degli Approvvigionamenti (www.verdi.it)

  • Pagina Energia
  • Temi Archivio
  • Tutti i Temi
  • Pagina Petrolio
  • Pagina Inquinamento
  • Ricerca personalizzata

    Lotta ai gas serra e sicurezza degli aprovvigionamenti. Gli obiettivi Ue nel nuovo libro verde. Si parla però di nucleare

     

    "Il completamento del mercato interno, la lotta ai cambiamenti climatici e la sicurezza dell’approvvigionamento sono problemi energetici comuni che richiedono soluzioni comuni. È ora di lanciare una nuova politica energetica europea”. Lo ha detto Andris Piebalgs, commissario responsabile dell’energia presentando il libro verde sull’energia elaborato dalla commissione europea.

     

    La commissione punta a promuovere un mix energetico più sostenibile, efficiente e diversificatoanalizzando i vantaggi e gli svantaggi delle varie fonti di energia, dalle fonti rinnovabili al carbone e al nucleare”. Un modo per ridurre anche la dipendenza alle importazioni che è in aumento.

     

    La Commissione prevede infatti che nei prossimi 20 anni le importazioni copriranno il 70% circa del fabbisogno energetico dell’Unione - contro l’attuale 50% - e in parte arriveranno da regioni in cui è presente la minaccia dell’insicurezza.

     

    I consumi energetici negli ultimi due anni sono in pratica raddoppiati nell’UE e i prezzi dell’elettricità hanno seguito lo stesso andamento. I prezzi sono probabilmente destinati a rimanere elevati. Una situazione che penalizza i consumatori ma che potrebbe favorire nel medio periodo il miglioramento dell’efficienza energetica e l’innovazione.

     

    Le tecnologie ad elevata efficienza energetica costituiscono infatti un mercato internazionale in rapida crescita che varrà miliardi di euro nel prossimo futuro, rpecisa Bruxelles.

     

    Una leva, quella dell’efficienza, su cui la Commissione punta per affrontare anche i problemi del riscaldamento globale. Il piano di azione a questo proposito individuerà le misure necessarie affinché l’UE risparmi il 20% dell’energia entro il 2020.

     

    Inoltre sarà elaborata una Road map sull’energia rinnovabile nell’UE che fissi possibili obiettivi per il 2020 e oltre per favorire un clima stabile per gli investimenti e generare più energia rinnovabile competitiva in Europa.

     

    Il riferimento al nucleare ha però fatto storcere molto il naso agli ambientalisti. "L’energia atomica è pericolosa ed antieconomica”, commenta il presidente dei Verdi Alfonso Pecoraro Scanio.

     

    La comunità scientifica – aggiunge il leader del Sole che Ride - sa benissimo che il nucleare presenta problemi ancora irrisolti, come lo smaltimento delle scorie e la sicurezza delle centrali”.

     

    “Ci vuole l'onestà intellettuale per individuare le strategie davvero vincenti'', rincara la dose Francesco Ferrante, direttore generale di Legambiente. ''Nel Libro Verde – apprezzato in generale dall’associazione - c'è il rammarico per la riproposizione del nucleare e, su questo punto, sostengo con forza – dice Ferrante - che bisogna riconoscere tutti i limiti di questa fonte”.


  • Pagina Energia
  • Temi Archivio
  • Tutti i Temi
  • Pagina Petrolio
  • Pagina Inquinamento
  • Ricerca personalizzata