TuttoTrading.it

SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni




    VAI ALLA MAPPA DEL SITO

    Google analytics


    eXTReMe Tracker


  • 14/04/2008 Elezioni ultimo atto-silenzio stampa ( http://www.canisciolti.info)

    Ricerca personalizzata

    13/04/2008 Affluenza in calo rispetto al 2006

    Dalle ore 22 sono chiusi i seggi per rinnovare Camera, Senato, 8 Province, 423 Comuni e due Regioni, Sicilia e Friuli Venezia Giulia. Domenica si è votato anche per eleggere il sindaco e il consiglio comunale e il presidente della Provincia e il consiglio provinciale di Udine.

    Affluenza in flessione. Per quell'ora hanno votato il 62,54 % degli aventi diritto contro il 66,523 per cento di due anni fa. (alle 12 era di 1,3 punti.)

    Per le amministrative: per le elezioni comunali ha votato alle ore 22 il 60,6 per cento degli aventi diritto, contro il 55,1 per cento degli elettori registrato nelle precedenti elezioni omologhe. Per quanto riguarda le provinciali sempre alle 22 ha votato il 57,067 per cento degli aventi diritto, contro il 44,588 per cento degli elettori registrato nelle precedenti elezioni omologhe.

    Si voterà anche lunedì dalle 7 alle 15 dopodicè si incomincerà con gli spogli, cominciando dallo spoglio delle schede per l'elezione del Senato. Martedì 15 aprile a partire dalle ore 14 si svolgeranno gli scrutini per le elezioni amministrative (regionali, provinciali e comunali). Solo in Sicilia lo scrutinio per le elezioni regionali avrà inizio subito dopo il completamento delle operazioni di scrutinio delle elezioni politiche.

    13/04/2008 Fotografa la scheda elettorale: Denunciato dai carabinieri

    Un elettore che stava cercando di fotografare la propria scheda elettorale con un cellulare è stato scoperto e denunciato dai Carabinieri. L'episodio è avvenuto a Mortegliano, in provincia di Udine, l'uomo è stato sorpreso dal presidente del seggio. I militari lo hanno denunciato e gli hanno sequestrato il telefonino.

    12/04/2008 Italia al voto tra elezioni politiche e amministrative

    La macchina elettorale, gia' da giorni al lavoro, oggi, nella giornata caratterizzata dal silenzio che precede le elezioni, ha provveduto all'insediamento delle 61.212 sezioni elettorali: il presidente di seggio, che questa mattina ha ricevuto tutto il materiale necessario per la votazione e lo scrutinio, a partire dalle ore 16, ha chiamato a far parte del seggio il segretario da lui scelto e gli scrutatori, cosi' come ha chiamato ad assistere alle operazioni elettorali i rappresentanti delle liste dei candidati per l'elezione della Camera e del Senato

    Per evitare ''fastidiose code ai seggi'' e per facilitare il lavoro di presidenti e scrutatori, il Viminale, in una nota diffusa dall'ufficio stampa, consiglia agli elettori di ''programmare il loro voto presso il seggio indicato nella tessera elettorale evitando di concentrarsi nelle ore tradizionalmente piu' affollate, e in particolare verso le ore di chiusura''

    12/04/2008 Draghi: Sostegno della grandi banche al documento del Financial stability forum

    E' stata "positiva" la reazione delle grandi banche internazionali al rapporto presentato ieri dal Financial stability forum. Lo ha affermato il governatore della Banca d'Italia, Mario Draghi, riferendo i commenti dei banchieri invitati ieri sera alla cena che ha concluso i lavori del G7 di Washington. "Da loro", ha detto l'inquilino di Palazzo Koch a margine di una conferenza stampa, "sono arrivate tutte dichiarazioni di sostegno al documento". In particolare, ha sottolineato Draghi in qualita' di presidente dell'Fsf, gli istituti sono stati rassicurati sui tempi dell'adeguamento patrimoniale e regolamentare.

    "Abbbiamo chiarito", ha spiegato il numero uno di via Nazionale, "che se cio' accadesse immediatamente, si esacerberebbero i problemi di ristrettezza del credito. Anche per questo si e' fissato un orizzonte temporale". Insomma, per Draghi l'accoglienza al rapporto nel settore privato e' stata "favorevole. Alcuni partecipanti", ha aggiunto, "hanno gia' avviato azioni. Queste raccomandazioni promuovono tali iniziative e chiedono di fare di piu'". Alla cena di ieri sera erano presenti i top manager di Deutsche Bank, Tiaa-Cref, Citigroup, Barclays, Credit Suisse, Blackrock, Lehman Brothers, Morgan Stanley, Mizuho corporate bank e Scotia bank. Sulla questione si e' soffermata anche il ministro delle Finanze francese, Christine Lagarde, secondo cui dai colloqui con i banchieri e' emerso "un bisogno di regolamentazione". Il numero uno di Deutsche, Joseph Ackermann, si sarebbe detto favorevole "ad aumentare le norme e le buone regole" ma contrario a "un incremento della regolamentazione imposta da autorita' fuori del settore". Questa posizione tuttavia, ha concluso Lagarde, "e' risultata isolata".

    12/04/2008 Oltre 47 milioni di italiani chiamati a eleggere il nuovo Parlamento

    Oltre 47 milioni di italiani domani e dopodomani saranno chiamati a eleggere il nuovo Parlamento e a scegliere sindaci e Consigli di 429 Comuni, fra cui la Capitale, oltre alle amministrazioni regionali di Sicilia e Friuli Venezia Giulia. Secondo i dati ufficiali del Viminale, gli elettori sono per la Camera dei deputati 47.295.978 (di cui 22.688.262 maschi e 24.607.716 femmine), per il Senato della Repubblica 43.257.208 (di cui 20.620.021 maschi e 22.637.187 femmine), che eleggeranno 618 deputati e 309 senatori. Le sezioni elettorali sono 61.225.<br><br>

    La legge elettorale in vigore prevede per l'elezione della Camera e del Senato un sistema proporzionale con premio di maggioranza e soglie di sbarramento. Per l'elezione della Camera possono votare i maggiorenni aventi diritto al voto, mentre per l'elezione del Senato possono votare coloro che, alla data di domani, hanno compiuto il venticinquesimo anno di età. Sia per l'elezione della Camera (scheda rosa) sia per l'elezione del Senato (scheda gialla), l'elettore esprime il voto tracciando con la matita copiativa un solo segno (esempio, una croce o una barra) nel riquadro che contiene il contrassegno della lista prescelta.

    E' vietato scrivere sulla scheda il nominativo dei candidati e qualsiasi altra indicazione. E' importante ricordare che, anche nel caso di liste collegate in coalizione, il segno va sempre posto solo sul contrassegno della lista che si vuole votare e non sull'intera coalizione. Per questo, il Viminale ha predisposto l'affissione di manifesti in ogni seggio, sui quali si legge lo slogan "un solo segno su un solo simbolo". Per quanto riguarda le amministrative, invece, si vota per i sindaci e i Consigli di 426 Comuni, di cui 9 capoluoghi, fra cui Roma.

    12/04/2008  Bertinotti: L'Italia ha bisogno della sinistra ma forze economiche e politiche lavorano perchè sparisca

    "L'Italia ha bisogno della sinistra, ma forze potentissime economiche e politiche lavorano perche' la sinistra non ci sia piu'". Cosi' Fausto Bertinotti, candidato premier della Sinistra Arcobaleno. "Si vogliono solo due forze, ma anche Spogli dice che le due forze maggiori si assomigliano". "Aumentare salari e pensioni tonificherebbe la domanda interna", dice Bertinotti che chiede anche "il riconoscimento delle unioni di fatto ed una politica ecologista. Siamo contro il ponte sullo Stretto".

    12/04/2008 Bersani: Quella sul bollo è l'ultima bugia di Berlusconi

    E' l'ultima bugia di Berlusconi prima di mezzanotte". Il ministro per lo Sviluppo economico Pierluigi Bersani commenta cosi' l'annuncio del Cavaliere a Matrix di ridurre gradualmente il bollo su auto e moto. "So gia' come fara': aumentera' ancora di piu' la benzina per finanziare questa trovata", ha aggiunto il capolista del Pd in Emilia Romagna.

    12/04/2008 Berlusconi: Queste schede sono un aiuto ai piccoli partiti

    Per Berlusconi la "cattiva disposizione dei simboli rischia seriamente di mettere in crisi la volontà degli elettori ed è un rischio che può portare al voto nullo. Un rischio - ha detto conversando con i giornalisti al Plebiscito dopo la puntata di Matrix - che vale per noi come per il Pd". "La mia è una preoccupazione fortissima - ha detto - che spero sia condivisa anche dagli altri perché io penso a quante possibilità di errore ci possa essere per chi ha tante schede in mano". "Penso - ha aggiunto ironicamente - ai vecchietti come me". Dalle rilevazioni effettuate si evince, ha assicurato il Cavaliere, che "il 46% degli elettori non conosce, per esempio, che esiste la soglia dell'8%. Queste schede di fatto inducono ad aiutare i piccoli partiti".

     12/04/2008 Berlusconi: Aboliremo la tassa sul bollo per auto, moto e motorini

    ''Abbiamo deciso di assumere l'impegno di abolire gradualmente, nel corso degli anni, la tassa sul bollo per auto, moto e motorini''. Lo ha detto il leader del Pdl, Silvio Berlusconi, ospite di Matrix.

    11/04/2008 Berlusconi perde la pazienza con Enrico Mentana

    Il leader del Pdl, Silvio Berlusconi, ha lasciato gli studi televisivi di Matrix visibilmente irritato per come si è conclusa la trasmissione di Enrico Mentana. Secondo quanto riferiscono diversi spettatori che hanno assistito all'intervista tv, l'ex premier non avrebbe per nulla gradito l'interruzione della trasmissione mentre spiegava le modalità con cui compilare la scheda elettorale. Mentana ha interrotto il discorso di Berlusconi perché il leader del Pdl aveva raggiunto il tempo a disposizione, lo stesso che era stato concesso a Walter Veltroni. Sempre secondo a chi ha assistito all'intervista, Berlusconi si sarebbe rivolto a Mentana chiedendogli 'che figura mi fai fare?'.

    Al termine della trasmissione, secondo quanto è stato riferito, Berlusconi si sarebbe avvicinato ad alcuni sostenitori in platea lamentandosi per il trattamento riservatogli da Mentana: "Mi ha fatto fare una figuraccia, sono nervosissimo - avrebbe detto - il mio voleva essere un intervento del tutto neutro, volevo solo spiegare come fare la croce sulla scheda. E invece, me lo ha impedito. Non avrei voluto chiudere la campagna elettorale così...".

    11/04/2008 Veltroni: Ci vuole incremento a salari e pensioni sostegno alle famiglie più povere e alle imprese

    L'Italia deve ripartire", dice il candidato premier del Pd, Veltroni. E per questo ci vuole "incremento a salari e pensioni, sostegno alle famiglie più povere e alle imprese". "Abbiamo deciso di andare da soli -aggiunge- per risolvere i problemi strutturali del Paese". Un Paese che "va tenuto unito" e che "ha bisogno di spinta costruttiva", non "di alimentare veleno". E sulle riforme afferma: "Bisogna farle insieme, ma bisogna rispettarsi. Difficile ricucire le ferite di chi insulta gli elettori avversari".

    11/04/2008 Storace: Silvio Berlusconi e' un fuorilegge dei sondaggi

    Silvio Berlusconi e' un fuorilegge. L'ultima sconcertante esibizione sui sondaggi falsi, al Tg1, denota uno straordinario sprezzo delle regole. L'unica risposta e' in sede penale e soprattutto civile". Lo dichiara il segretario nazionale de La Destra, Francesco Storace.

    11/04/2008 Berlusconi annuncia la querela a Di Pietro

    Il senatore azzurro Niccolo' Ghedini, avvocato del presidente Silvio Berlusconi, annuncia che il Cavaliere querelera' il ministro Di Pietro. 'In tutta la campagna elettorale ha insistentemente continuato ad aggredire verbalmente Berlusconi'. Immediata la replica del ministro delle Infrastrutture: 'Anche io ho gia' citato in giudizio Berlusconi per le mascalzonate che ha detto su di me e che continua a ripetere. E' per far riflettere i cittadini sul rischio di affidare a un bugiardo il governo'.

      11/04/2008  Veltroni: C'è qualcosa di inquietante negli insulti rivolti da Berlusconi agli elettori di centro sinistra

    C'è qualcosa di inquietante" per Walter Veltroni, negli insulti rivolti da Berlusconi ieri agli elettori di centro sinistra, e a Totti per il suo sostegno a Rutelli."Come si permette di dare dei grulli a elettori che la pensano diversamente da lui?",dice il leader del Pd. "Non ho mai usato parole non rispettose verso il mio avversario" ricorda Veltroni. Per Berlusconi l'Italia ha bisogno di uno statista? "Bene,ma lo statista non c'è". L'Italia "non ha bisogno di barzellette", è Paese serio "che merita d'essere rappresentato seriamente"

    11/04/2008   Le 'mani' della 'ndrangheta su 50mila voti degli italiani all'estero

    La procura della Repubblica di Reggio Calabria indaga su un presunto comitato d'affari che avrebbe chiesto, tramite un parlamentare uscente siciliano ed un imprenditore, di chiedere alle consorterie mafiose della Piana di Gioia Tauro di interessarsi all'acquisto di 50mila voti, tramite le schede bianche degli italiani residenti all'estero, in particolare nel sud America. In pratica molti italiani all'estero sarebbero stati contattati per vendere agli emissari della 'ndrangheta le schede ancora non votate pervenute loro per posta e ancora da rispedire ai consolati con l'espressione del voto.

    Durante un indagine sull 'ndrangheta i carabinieri hanno intercettato le conversazioni di diversi appartenenti alla consorteria mafiosa dei Piromalli egemone nella Piana di Gioia Tauro dalle quali è emerso che un imprenditore di origine siciliana, Aldo Miccichè, da tempo residente in America latina, avrebbe fatto da tramite tra i boss della piana ed un parlamentare uscente siciliano. L'inchiesta è condotta dal procuratore facente funzioni Francesco Scuderi e dal sostituto Roberto di Palma, che avrebbero informato già il governo nazionale ed il ministro dell'interno.

    11/04/2008 Veltroni: E' finita la campagna elettorale e la cordata su Alitalia non si è vista

    E' finita la campagna elettorale e la cordata non si è vista". Walter Veltroni in una intervista a 'Radio anchio' torna a criticare gli annunci fatti da Silvio Berlusconi durante la trattativa con Air France sottolineando che "la politica si è messa in mezzo a qualcosa che apparteneva alla dinamica del mercato buttando sul tavolo il destino di migliaia di lavoratori e mettendo a repentaglio la trattativa con Air France senza un'alternativa". Il candidato premier del Pd si dice quindi "contento" che "ieri si sia riaperto il negoziato tra Air France e i sindacati". "Se si risolve con un impatto sociale minimo e un rilancio di Malpensa come hub, Air France può essere una soluzione positiva. Alcuni esponenti della destra - conclude - dicono che non importa se Alitalia fallisce, noi diciamo invece che importa moltissimo per il lavoro di migliaia di persone".

    11/04/2008  Bossi: Il mio discorso sul ricorso ai fucili e' stato steumentalizzato

    Il discorso sul ricorso ai fucili e' stato steumentalizzato. Ero coinvolto dalla gente, stavo parlando delle schede elettorali sbagliate. Non era certo il caso di festeggiare". La precisazione e' del senatur della Lega Nord, Umberto Bossi, che ha incontrato i giornalisti a Torino. Al Teatro Nuovo, Bossi ha aggiunto: "Io sono sempre stato leale. Ho fatto un patto e lo mantengo. Certo, le schede elettorali cosi' come sono, sono confuse". Infine: "Non ho creato la Lega per fare il ministro, ma per cambiare il Paese. E poi ci sono tanti leghisti in gamba che lo possono fare. Comunque, ministri leghisti nel prossimo governo ci saranno".

    http://www.canisciolti.info

  • Archivio ELEZIONI PORCATA
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti



    VAI ALLA MAPPA DEL SITO