TuttoTrading.it

28/07/2008 Italia. Cassazione: portare cannabis fuori casa non e' reato se per uso personale (http://www.aduc.it)

Ricerca personalizzata
GIOCHI GIOCATTOLI
Articoli da regalo
Attivitą creative
Bambole e accessori
Bestseller generali
Burattini e tetrini
Calendari dell' avvento
Collezionabili
Costruzioni
Elettronica per bambini
Giocattoli da collezione
Giocattoli prima infanzia
Elettronica per bambini
GIOCHI GIOCATTOLI
Giocattoli da collezione
Giocattoli prima infanzia
Giochi di imitazione
Giochi da tavola
Giochi educativi
Modellismi
Peluche
Personaggi Giocattolo
Puzzle
Sport Giochi Aperto
Strumenti Musicali
Veicoli

Le droghe leggere, in piccole quantita', si possono portare fuori dalla propria abitazione e il loro possesso, da parte di chi ne fa uso, non puo' essere scambiato come indizio di spaccio in quanto non vi e' nessuna 'massima di esperienza' che imponga di affermare che 'portare fuori casa hashish e marijuana non ha altro senso se non quello di spacciare'.

Lo sottolinea la Cassazione che ha assolto un giovane milanese condannato a nove mesi di reclusione e 4.500 euro di multa dopo essere stato sorpreso in macchina con gli amici con un grammo di hashish e uno di marijuana. La Suprema corte ha accolto il ricorso di Dario D.V., di 32 anni.

In casa del giovane, inoltre, era stato trovato un altro grammo di marijuana e 9 grammi di hashish. Sia in primo sia in secondo grado era stato condannato per spaccio. Ma gli Ermellini - con la sentenza 31441 della IV Sezione penale - hanno accolto la tesi difensiva in base alla quale aver portato fuori casa la droga non significava che Dario fosse un pusher.

In proposito la Cassazione osserva che sulla scia di 'inesistenti massime di esperienza' i giudici di merito avevano condannato il giovane milanese sottolineando che i 'progetti serali di natura 'commerciale', anziche' di mero svago' erano dimostrati dalla mancanza di strumenti per fumare subito gli spinelli e dal fatto che la droga fosse stata portata fuori di casa.

A giudizio di Piazza Cavour non e' 'significativa' dell'attivita' di spaccio la 'mancanza di strumenti per il consumo diretto', come le cartine o il tabacco. Inoltre gli Ermellini aggiungono che 'non e' dato comprendere sulla base di quale massima di esperienza sia possibile affermare che portare fuori casa quella droga non aveva altro senso se non quello di destinarla allo spaccio'.

Anche gli amici di Dario avevano piccole quantita' di droga leggera. Anche la procura di Piazza Cavour aveva chiesto l'assoluzione di Dario.

http://www.aduc.it

  • Archivio Droga
  • Ricerca personalizzata
    LIBRI
    Adolescenti Ragazzi
    Arte Musica
    Bestseller Generali
    Biografie
    Consultazione ed Informaz.
    Diritto
    Economia e Business
    Fantascienza
    Fantasy
    Fumetti e
    Gialli e Thriller
    Hobbi e Tempo Libero
    Horror
    Humor
    Informatica e Internet
    Letteratura
    Libri altre lingue
    Libri inglese
    Libri bambini
    Lingue linguistica
    Narrativa
    Politica
    Religione
    Romanzi rosa
    Salute Benessere
    Scienze Medicina
    Self-Help
    Societą Scienze Sociali
    Sport
    Storia
    Viaggi

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO