TuttoTrading.it



SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO


    INFO
  • Acqua
  • Aliment.
  • Ambiente
  • Automot.
  • Balneab.
  • Banche
  • Bookcr.
  • Buttol
  • Case
  • acqua
  • Colorare
  • Decoro
  • urbano
  • Decresc.
  • dividendi
  • Donne
  • Economia
  • Economia
  • circol.
  • Energia
  • En.rinnov.
  • Famiglia
  • Finanza
  • Foto
  • Giardini
  • Giornata
  • memoria
  • G.foibe
  • Inquin.
  • M'illumino
  • dimeno
  • M5S TDG
  • Ora sol.
  • legale
  • Peso
  • rifiuti
  • Pishing
  • Politica
  • Raccolta
  • bott.
  • Olio
  • esausto
  • Rassegna
  • Riciclo
  • Rifiuti
  • R.affetto
  • R.zero
  • R.verde
  • S.mare
  • Scuole
  • ricicl.
  • Social
  • street
  • Solidar.
  • Shopping
  • Spoofing
  • Storia
  • TDG
  • News
  • Tumori rif.
  • Tutto
  • droga
  • T.racc.
  • differ.
  • T.droga
  • T.scuola
  • Violenza
  • V.rendere


  • 05/04/2008 Studio: nessun legame fra cannabis e mortalita' (http://droghe.aduc.it)

    Ricerca personalizzata

    La cannabis viene consumata per rilassarsi e per il piacere che provoca, l'ecstasy viene consumato per divertimento e curiosita', la cocaina, oltreche' per curiosita', anche per aumentare le proprie performance (il 10% degli intervistati ha affermato di aver consumato cocaina sul lavoro). Sono dati preliminari della ricerca nazionale 'Pcs: Percezione del rischio, comportamenti protettivi, significati attribuiti da parte del consumatore di cocaina', finanziata dal ministero degli Affari sociali, coordinata dall'Osservatorio epidemiologico sulle dipendenze patologiche, dell'Ausl di Bologna, e diretta da Raimondo Maria Pavarin. La ricerca, che sara' presentata domani nel corso del convegno: 'Tra percezione del rischio e ricerca del piacere: i significati attribuiti all'uso delle sostanze.', all'ospedale Maggiore di Bologna, si focalizza sull'approccio alle droghe da parte della popolazione tra i 15 e i 55 anni, che frequenta locali pubblici, feste private, scuole medie superiori, universita', servizi pubblici e privati, analizzando in particolare la percezione dei rischi e dei benefici da parte di chi consuma droghe e lo scopo per cui le droghe vengono consumate. Le variabili prese in considerazione sono relative a reddito, eta', sesso, professione. Dalla ricerca, che ha interessato finora 1.873 persone residenti in Emilia-Romagna, e che verra' allargata ad altre 20.000 circa, sparse in tutta Italia, emerge un quadro che conferma solo in parte una serie di luoghi comuni in materia: per esempio, anche questa ricerca conferma che molti cominciano dalla cannabis per poi provare altre droghe, piu' pesanti, ma al tempo stesso emerge che l'80% di quelli che provano cocaina smettono molto presto. Per quanto riguarda le motivazioni, lo studio ne evidenzia 16, tra le principali: la ricerca del piacere, del benessere, la curiosita', lo svago, lo stare insieme agli altri, l'evasione dalla realta'. Anche l'analisi della relazione tra reddito e scelta di sostanze conferma qualche giudizio consolidato: i piu' ricchi (al di sopra dei 1.100 euro al mese) preferiscono la cocaina, i meno ricchi (tra i 400 e i 500 euro) si 'accontentano' dell'ecstasy. Il 20% degli uomini e il 10% delle donne spende piu' del 10% del suo reddito in cocaina, mentre, per quanto riguarda i rischi, il 40% ha guidato sotto l'effetto dell'alcol, il 20% ha guidato dopo aver assunto alcol e droga.

    http://www.aduc.it

  • Archivio Droga
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti

    Clicca qui!

    VAI ALLA MAPPA DEL SITO