TuttoTrading.it

SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni




    VAI ALLA MAPPA DEL SITO

    Google analytics


    eXTReMe Tracker


  • 15/07/2007 Spagna. La meta' dei tossicodipendenti ha problemi mentali (www.aduc.it)

    Ricerca personalizzata

    La meta' delle persone che ricorrono a un centro per essere curate dalla dipendenza soffrono di problemi noti come patologia duale, ha affermato Marta Torrens, direttrice della Linea de Adicciones dell'Hospital del Mar di Barcellona, che coordina l'incontro su salute mentale e dipendenze all'ateneo UIMP. Torrens ha spiegato che oggi si sa come individuare i casi di pazienti con la doppia patologia, per cui la diagnosi e' molto piu' sicura e consente di passare al trattamento. Ha affermato che del 50% di coloro che accedono ai centri sanitari e sono afflitti da problemi di dipendenza e di salute mentale, il 40% soffre di disturbi della personalita, il 35% di disturbi depressivi e il 20% di ansieta', compresi casi di attacchi psicotici. In quanto all'eta' d'inizio del consumo, questa continua a scendere in Spagna. Secondo Torrens, e' accertato che se si comincia a consumare cannabis a 15 anni il rischio di dipendenza e' molto maggiore rispetto a 18 o 20 anni, fase in cui il cervello e' gia' piu' formato. La direttrice dell'incontro ha insistito sul fatto che l'assistenza a questi pazienti doppi sta rinnovandosi nel sistema sanitario spagnolo, e cio' e' molto importante per poter far fronte alla diagnosi precoce e alle cure.
    Santiago Rodriguez, direttore generale di Salud Publica di Cantabria, ha ricordato che le indagini sul consumo che si effettuano in Spagna dimostrano chiaramente la scarsa percezione del rischio verso la cocaina e la cannabis, cio' che ha indotto la crescita di queste sostanze cosi' come la riduzione dell'eta' d'inizio. Ha aggiunto che, se e' ancora il trattamento per l'eroina il piu' richiesto, quello riguardante la cocaina e' aumentato ed e' al 29,3%. Francisco Perez, vicedirettore generale di Relazioni Istituzionali della Delegazione del Governo per Plan Nacional de Drogas, ha ribadito che uno dei problemi principali e' elevare la percezione del rischio. "Dobbiamo mandare un messaggio chiaro che assumere droghe non e' innocuo".

    (tratto da lasdrogas.info, di M.A.Samperio)

  • Archivio Droga
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti



    VAI ALLA MAPPA DEL SITO