TuttoTrading.it

08/06/2007 Italia-Germania. Studio: crema alla cannabis contro allergie cutanee (www.aduc.it)

Ricerca personalizzata
GIOCHI GIOCATTOLI
Articoli da regalo
Attivitą creative
Bambole e accessori
Bestseller generali
Burattini e tetrini
Calendari dell' avvento
Collezionabili
Costruzioni
Elettronica per bambini
Giocattoli da collezione
Giocattoli prima infanzia
Elettronica per bambini
GIOCHI GIOCATTOLI
Giocattoli da collezione
Giocattoli prima infanzia
Giochi di imitazione
Giochi da tavola
Giochi educativi
Modellismi
Peluche
Personaggi Giocattolo
Puzzle
Sport Giochi Aperto
Strumenti Musicali
Veicoli

I principi attivi della cannabis, i tetracannabinoidi, potrebbero divenire in futuro la base di lozioni contro allergie da contatto, dermatiti, infiammazione cutanea.
Infatti da uno studio che porta anche la firma di ricercatori italiani del CNR, diretto da Andreas Zimmer dell'Universita' di Bonn, e' emerso che le molecole 'gemelle' della marijuana fisiologicamente prodotte dal nostro corpo, gli endocannabinoidi, hanno un potente effetto antinfiammatorio e proteggono dalle allergie cutanee.
Realizzato tra gli altri da Vincenzo Di Marzo del Gruppo di Ricerca sugli Endocannabinoidi del Consiglio Nazionale delle Ricerche di Pozzuoli (Napoli), il lavoro ha anche dimostrato che animali allergici trattati con una soluzione molto diluita di tetracannabinoidi, a contatto con allergeni, risultano protetti da reazioni cutanee.
La scoperta, frutto del caso, e' stata resa nota sulla rivista Science.
La droga degli spinelli, la cannabis, ma anche l'hashish hanno come principio attivo i tetracannabinoidi (THC), i quali agiscono sul cervello legandosi ai recettori dei cannabinoidi, CB1 e CB2. Questi recettori servono in realta' per rispondere a molecole simili ai cannabinoidi delle droghe ma fisiologicamente prodotte nel nostro corpo e con una serie di funzioni, gli endocannabinoidi.
Mentre lavoravano ad alcuni esperimenti su topolini i ricercatori avevano etichettato gli animali con una 'targhettina' metallica sull'orecchio. Alcuni dei roditori, per l'appunto quelli privi dei recettori per i cannabinoidi, avevano sviluppato reazioni allergiche cutanee intorno all'orecchio.
Questa osservazione ha fatto partire i primi sospetti dei ricercatori che quindi hanno svolto esperimenti successivi vedendo che, viceversa, un eccesso di endocannabinoidi desensibilizzava gli animali rispetto a reazioni cutanee e processi infiammatori.
Mettendo insieme questi dati gli esperti hanno desunto che gli endocannabinoidi sono dei regolatori delle reazioni cutanee e dei processi infiammatori.
Infatti trattando localmente topolini allergici con una soluzione di cannabinoidi derivati dalla marijuana, gli esperti hanno notato che gli animali risultano meno sensibili al contatto con allergeni.
Una 'lozione' a base di basse concentrazioni di cannabinoidi, concludono gli esperti, potrebbe dunque essere utile contro le allergie da contatto e sicura proprio perche' il principio attivo della droga e' molto diluito.

  • Archivio Droga
  • Ricerca personalizzata
    LIBRI
    Adolescenti Ragazzi
    Arte Musica
    Bestseller Generali
    Biografie
    Consultazione ed Informaz.
    Diritto
    Economia e Business
    Fantascienza
    Fantasy
    Fumetti e
    Gialli e Thriller
    Hobbi e Tempo Libero
    Horror
    Humor
    Informatica e Internet
    Letteratura
    Libri altre lingue
    Libri inglese
    Libri bambini
    Lingue linguistica
    Narrativa
    Politica
    Religione
    Romanzi rosa
    Salute Benessere
    Scienze Medicina
    Self-Help
    Societą Scienze Sociali
    Sport
    Storia
    Viaggi

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO