TuttoTrading.it

19/05/2007 Toscana. Esperti individuano principio attivo contro dipendenza da cocaina (www.aduc.it)

Ricerca personalizzata
GIOCHI GIOCATTOLI
Articoli da regalo
Attivitą creative
Bambole e accessori
Bestseller generali
Burattini e tetrini
Calendari dell' avvento
Collezionabili
Costruzioni
Elettronica per bambini
Giocattoli da collezione
Giocattoli prima infanzia
Elettronica per bambini
GIOCHI GIOCATTOLI
Giocattoli da collezione
Giocattoli prima infanzia
Giochi di imitazione
Giochi da tavola
Giochi educativi
Modellismi
Peluche
Personaggi Giocattolo
Puzzle
Sport Giochi Aperto
Strumenti Musicali
Veicoli

Lotta alla dipendenza da cocaina attraverso la sperimentazione di farmaci e la formazione degli operatori dei servizi pubblici e privati. La Toscana mette in campo una vera e propria task force, prima regione in Italia a farlo, per cercare di sconfiggere il fenomeno attraverso il 'Progetto Cocaina', finanziato dalla Regione e realizzato dalla Societa' della Salute di Firenze e dal Ceis (Centro Italiano di Solidarieta') di Pistoia.
L'individuazione di un rimedio farmacologico per la cura della dipendenza (come avviene ad esempio per l'eroina o l'alcol), spiega una nota, rappresenta la vera novita' del modello proposto dalla Toscana. Individuato il principio attivo occorreranno l'approvazione del comitato etico ed una fase di sperimentazione prima di arrivare ad un farmaco specifico.

La domanda di cura per dipendenza da cocaina e' aumentata dai 7.700 casi del 2000 agli oltre 21.000 del 2005; il solo consumo e' rilevato in circa il 40% dell'utenza dei servizi pubblici. Si stima che i consumatori di cocaina in Italia siano piu' di 700.000, di cui circa 135.000 gia' con ricorrenti e significative conseguenze cliniche e sociali. Dati dello studio Ipsad 2005 (Italian on Population Survey on Alcohol and Drugs) evidenziano che in Italia quasi il 7% dei soggetti adulti (15-54 anni), hanno consumato cocaina almeno una volta nella propria vita. Questo dato risulta essere di circa 3 punti percentuali piu' alto rispetto a quello rilevato nel 2003 (4,6%).
Anche a livello toscano i dati epidemiologici confermano una capillare diffusione della droga sul territorio.
L'abbassamento del costo ha favorito l'incremento della domanda, un allargamento dell'utenza ed un costante aumento dei consumi. Per comprendere la particolare diffusione che questa sostanza sta assumendo nelle diverse classi di eta', e' interessante la ricerca condotta dall'Ars nel 2005 su un campione di 4951 studenti toscani: il 5,6% ha assunto cocaina almeno una volta nella vita (dato superiore a quello nazionale che si attesta sul 4,8%), il 3,9% ne ha fatto uso negli ultimi 12 mesi, l'1,6% negli ultimi 30 giorni.

Analizzando quest'ultimo segmento risulta che il 65% ne ha fatto uso almeno una volta la settimana, il 14% alcuni giorni la settimana, il 7,8% tutti i giorni. Nel 2005 coloro che si sono rivolti ai Sert sono stati piu' di 12mila (82,5% maschi e 17,5% femmine) il 19,6% dei quali nuovi utenti. I consumatori di cocaina sono aumentati dal 6% del 1991 al 10% del 2005. L'uso secondario della sostanza e' invece aumentato dal 7% al 26%. Questa realta' ha indotto i responsabili dei servizi pubblici e privati toscani ad unire le forze per attivare un sistema di cura e prevenzione che possa trasformarsi in un modello esportabile al resto del territorio nazionale. Infatti a fronte di un aumento del consumo, sia generale che problematico, da un lato non esiste una risposta qualificata ed omogenea per la cura e la prevenzione del fenomeno e dall'altro e' raro che i cocainomani si rvolgano ai servizi esistenti, i Sert, proprio perche' non si considerano tossicodipendenti.
Per l'individuazione di principi attivi farmacologici efficaci e la successiva sperimentazione regionale di medicinali per il trattamento della dipendenza e' stato creato un panel di esperti provenienti dai servizi pubblici e privati al quale hanno aderito anche studiosi delle regioni Piemonte e Veneto e dell'Istituto Superiore di Sanita'. I lavori sono iniziati lo scorso 20 aprile a Firenze e si sono conclusi oggi con l'individuazione di un principio attivo il quale, dopo l'approvazione da parte di un comitato etico, sara' sperimentato in Toscana entro la fine del 2007 per ottenere risultati definitivi entro i primi mesi del 2008.

Un primo intervento e' stato avviato a partire dallo scorso marzo, con l'attivazione di un percorso formativo diretto agli operatori dei servizi pubblici e privati. E' lo stesso Piano Sanitario Regionale 2005-2007, nella parte dedicata alle dipendenze, a prevedere la costituzione per aree vaste di centri specialistici per i consumatori di cocaina. L'intervento formativo e' diretto a fornire agli operatori le conoscenze necessarie per l'applicazione del metodo cognitivo comportamentale, tradotto e applicato in Italia dal dottor Augusto Consoli, responsabile del Dipartimento per le Dipendenze della citta' di Torino.

Finora, in mancanza di trattamenti farmacologici scientificamente validati (al contrario di cio' che accade per altri tipi di dipendenza) si e' rivelato l'unico trattamento in grado di dare qualche risultato. Il progetto, denominato 'Perseo' e gestito dal Ceis di Pistoia insieme ai responsabili dei dipartimenti per le tossicodipendenze di Firenze, Arezzo, Pisa e Pistoia, e' iniziato il 23 marzo (suddiviso per Area vasta) e si concludera' a settembre. Le risorse messe a disposizione dalla Regione in questa prima fase (formazione, panel di esperti e campagne di informazione e sensibilizzazione) ammontano a 100mila euro (30mila assegnati alla Societa' della Salute e 70mila al Ce.I.S. di Pistoia).

  • Archivio Droga
  • Ricerca personalizzata
    LIBRI
    Adolescenti Ragazzi
    Arte Musica
    Bestseller Generali
    Biografie
    Consultazione ed Informaz.
    Diritto
    Economia e Business
    Fantascienza
    Fantasy
    Fumetti e
    Gialli e Thriller
    Hobbi e Tempo Libero
    Horror
    Humor
    Informatica e Internet
    Letteratura
    Libri altre lingue
    Libri inglese
    Libri bambini
    Lingue linguistica
    Narrativa
    Politica
    Religione
    Romanzi rosa
    Salute Benessere
    Scienze Medicina
    Self-Help
    Societą Scienze Sociali
    Sport
    Storia
    Viaggi

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO