TuttoTrading.it

09/11/2006 Napoli. Bandiere della pace per proteggere pusher da telecamere dei carabinieri (www.aduc.it)  

  • Pagina Droga
  • Tutti i Temi Archivio
  • Tutti i Temi
  • Pagina Farmacologia
  • Farmacovigilanza
  • Ricerca personalizzata
    GIOCHI GIOCATTOLI
    Articoli da regalo
    Attivitą creative
    Bambole e accessori
    Bestseller generali
    Burattini e tetrini
    Calendari dell' avvento
    Collezionabili
    Costruzioni
    Elettronica per bambini
    Giocattoli da collezione
    Giocattoli prima infanzia
    Elettronica per bambini
    GIOCHI GIOCATTOLI
    Giocattoli da collezione
    Giocattoli prima infanzia
    Giochi di imitazione
    Giochi da tavola
    Giochi educativi
    Modellismi
    Peluche
    Personaggi Giocattolo
    Puzzle
    Sport Giochi Aperto
    Strumenti Musicali
    Veicoli

    Due grandi bandiere della pace, alte almeno una decina di metri, sono stati rimossi dai carabinieri nel corso di un blitz alle 'Case Celesti' di Secondigliano, quartiere alla periferia occidentale di Napoli. I due drappi, secondo hanno accertato gli investigatori, erano stati issati per impedire agli stessi carabinieri di effettuare riprese video e fotografie per identificare quanti nel corso della giornata si alternavano nella gestione di una delle principali 'piazze' dello spaccio della droga a Napoli. Insomma, in questo modo gli spacciatori svolgevano tranquillamente le loro attivita'.
    A rilevare quanto e' accaduto e' stato il comandante provinciale dei carabinieri, colonnello Gaetano Maruccia, durante un incontro svolto in prefettura, tenuto insieme al questore Oscar Fiorolli, al comandante provinciale della Guardia di Finanza, colonnello Francesco Bottino e al prefetto Renato Profili, sulle operazioni avviate a seguito della sottoscrizione del 'Patto per Napoli'.
    Maruccia ha garantito che in zona la vigilanza sara' serrata: se i teloni verranno issati nuovamente saranno prontamente rimossi.
    In citta', secondo quanto accertato dalle forze dell'ordine, vi sarebbero attive 14 'piazze' dello spaccio che rendono quotidianamente alle organizzazioni criminali in media dai 30 ai 50mila euro.
    'Impedire il traffico, sottraendo cosi' qualche milione di euro ai clan -hanno evidenziato gli investigatori- e' molto piu' importante dell'arresto del pusher, che viene subito dopo rimpiazzato'. Il questore Oscar Fioriolli ha assicurato che i 'blitz continueranno anche nei prossimi giorni: 'Con il nostro lavoro stiamo a testimoniare che a Napoli che a Napoli non ci sono, e non ci mai stati, santuari inviolabili della camorra'.


  • Pagina Droga
  • Tutti i Temi Archivio
  • Tutti i Temi
  • Pagina Farmacologia
  • Farmacovigilanza
  • Ricerca personalizzata
    LIBRI
    Adolescenti Ragazzi
    Arte Musica
    Bestseller Generali
    Biografie
    Consultazione ed Informaz.
    Diritto
    Economia e Business
    Fantascienza
    Fantasy
    Fumetti e
    Gialli e Thriller
    Hobbi e Tempo Libero
    Horror
    Humor
    Informatica e Internet
    Letteratura
    Libri altre lingue
    Libri inglese
    Libri bambini
    Lingue linguistica
    Narrativa
    Politica
    Religione
    Romanzi rosa
    Salute Benessere
    Scienze Medicina
    Self-Help
    Societą Scienze Sociali
    Sport
    Storia
    Viaggi

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO