TuttoTrading.it

SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni




    VAI ALLA MAPPA DEL SITO

    Google analytics


    eXTReMe Tracker


  • 29/10/2006 'Arezzo Wave' non si terra' mai piu' ad Arezzo (www.aduc.it)

  • Pagina Droga
  • Tutti i Temi Archivio
  • Tutti i Temi
  • Pagina Farmacologia
  • Farmacovigilanza
  • Ricerca personalizzata

    Arezzo Wave, il festival rock arrivato quest'anno alla ventesima edizione, non potra' piu' svolgersi ad Arezzo. La clamorosa decisione, unilaterale, e' stata presa da Mauro Valenti, presidente della fondazione di Arezzo Wave e inventore della manifestazione, a pochi giorni dal

  • servizio de Le Iene,

    su Italia 1, che metteva in luce lo spaccio di droga all'interno del campeggio allestito per ospitare i ragazzi che assistono ad Arezzo Wave.
    Valenti ha reso noto la decisione con una lettera aperta alla citta' rivelando che, tra l'altro, una valutazione in questo senso era gia' in corso con l'amministrazione comunale: 'a causa della sua continua crescita, stavamo valutando -scrive Valenti- se la citta' fosse in grado di continuare ad accogliere la manifestazione, e i progetti ad essa collegati o se, come un albero cresciuto in un vaso ormai stretto, fosse giunto il momento di cambiare il contenitore e quindi citta'.
    L'unico freno a quest'ultima ipotesi era l'affetto e il senso di appartenenza che ci legava al territorio'.
    La manifestazione, unica nel suo genere, da anni era al centro di un dibattito legato alla capacita' di Arezzo di accoglierla, tenuto conto dell'enorme sviluppo che ormai aveva avuto. Indubbiamente il filmato girato durante l'ultima edizione dalle Iene, girato nel campeggio che viene allestito alle porte della citta' in occasione della manifestazione, ha accelerato la decisione. 'La vicenda del filmato ci ha fatto accelerare la decisione, non tanto per le immagini proposte, e' chiaro che siamo contro lo spaccio e il commercio di droga, quanto per la reazione delle forze politiche locali al riguardo'. 'Se e' scontata per il gioco delle parti, la critica di alcuni esponenti dell'opposizione di centrodestra, lo stupore ci viene dall'assordante silenzio di gran parte dei partiti della maggioranza e degli amministratori locali che non ci hanno inviato il proprio sostegno, ne' lo hanno reso di pubblico dominio confermando cosi' l'assoluta indifferenza nei confronti del progetto e del futuro della manifestazione'.
    Giovedi' scorso il consiglio comunale aveva deciso, all'unanimita', di convocare una prossima assemblea aperta alla citta' per valutare come Arezzo si rapporta alla manifestazione e cosa si poteva e si doveva fare per comprendere, prevenire e intervenire nel pesante disagio giovanile alla base del forte consumo di stupefacenti. 'L'inevitabile conseguenza di tutto cio' e', nostro malgrado, la ricerca di una nuova dimensione per la nostra rassegna. Il prossimo anno quindi chi ci vuole bene, e spero che siate molti, purtroppo dovra' fare qualche chilometro in piu' per ascoltare la nostra musica'.


  • Pagina Droga
  • Tutti i Temi Archivio
  • Tutti i Temi
  • Pagina Farmacologia
  • Farmacovigilanza
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti



    VAI ALLA MAPPA DEL SITO