TuttoTrading.it

03/11/2005 La Paura dell' Influenza Aviaria III PARTE (Leonard Horowitz, GlobalResearch.ca, 2005 )

Ricerca personalizzata
GIOCHI GIOCATTOLI
Articoli da regalo
Attività creative
Bambole e accessori
Bestseller generali
Burattini e tetrini
Calendari dell' avvento
Collezionabili
Costruzioni
Elettronica per bambini
Giocattoli da collezione
Giocattoli prima infanzia
Elettronica per bambini
GIOCHI GIOCATTOLI
Giocattoli da collezione
Giocattoli prima infanzia
Giochi di imitazione
Giochi da tavola
Giochi educativi
Modellismi
Peluche
Personaggi Giocattolo
Puzzle
Sport Giochi Aperto
Strumenti Musicali
Veicoli

Comunque, l'Institute of Science in Society (IoSS) di Londra sollevava la questione dell'ingegneria genetica all'origine della SARS. "Potrebbe l'ingegneria genetica aver contribuito inavvertitamente alla creazione della SARS?" si sono domandati. "Questo punto, non sempre è stato preso in considerazione dagli esperti coronavirologisti chiamati in aiuto per affrontare la crisi, subito presi di mira dalle compagnie farmaceutiche con interessi nello sviluppo dei vaccini." Chi vive in case di vetro non deve lanciare sassi! Il rilievo precedente viene aggiunto per mostrare che loro, lo IoSS, "non sempre avevano preso in considerazione" lo sviluppo intenzionale della SARS nel loro ambito scientifico, che si presumeva imparziale.(4)

Conflitti che escludono la guerra, come la "Guerra all'AIDS", la "Guerra alle Droghe", la "Guerra al Terrorismo", la "Guerra al Cancro", e ora la "Guerra all'Influenza Aviaria" richiedono programmi sofisticati di propaganda impiegati per campagne di paura, per ricevere il consenso sociale e l'appoggio popolare a legiferazioni politiche. Queste operazioni psicologiche (ufficialmente denominate con il termine PSYOPS) per uno "stato di guerra di ordine e controllo - command and control warfare" (tecnicamente indicato con C2W), così raccomandano gli esperti, meglio supportano la emergente "Rivoluzione nelle Questioni Militari - Revolution in Military Affaire" (RMA). Le proprietà della RMA includono "una forma di schiavitù umana" per la quale le popolazioni del mondo schiavizzate non si dovrebbero rendere conto di essere allo stato di schiavitù. (2)

La RMA senza dubbio prevede l'uso di agenti biologici e chimici debilitanti, molto munifico per i profitti dei produttori di medicinali e vaccini. Un classico esempio è costituito dai pesticidi tossici fosfatorganici carcinogeni dispiegati contro le popolazioni umane, dicendo però che il loro obiettivo sono le "zanzare", nella "Guerra contro il West Nile Virus". Questi agenti di un tale "stato di guerra non letale", come vengono definiti in termini militari, sono invece mortali, ma la mortalità appare lentamente dopo le esposizioni tossiche, permettendo così alti profitti per i capitalisti delle industrie farmaceutiche e mediche connesse. Le vittime di queste esposizioni "non letali" muoiono lentamente a causa di malattie croniche debilitanti. Costosi ospedali e strutture di cura per lungo-degenti sono in realtà compi di concentramento. I disturbi procurati dallo "iatrogenocidio" comprendono la pletora delle malattie del sistema immunitario e forme più recenti di cancro che in effetti non esistevano 50 anni fa.
Questi fatti bastano a suggerire fortemente una agenda progettuale politica e socio-economica da genocidio.

Influenza aviaria per il profitto

In risposta alla SARS, un membro anziano dell'Istituto Hudson di Washington, Michael Fumento, aveva pubblicato a Toronto una tesi di economia che faceva riferimento a quello che sto per presentare ora.
 


Il "Super-bug or Super Scare – Super-baco o Super Terrore", che aveva scritto, è stato pubblicato in Canada dal Corriere nazionale del Canada.
I Canadesi, "essi stessi in quarantena", erano stati avvisati di indossare maschere, e in qualche caso di rimanere a casa. Il Ministro della Sanità dell'Ontario aveva dichiarato una "emergenza sanitaria", e i media avevano qualificato il "misterioso killer" come una "super-polmonite". Escludendosi dalla montatura giornalistica, Fumento poneva e rispondeva ad alcuni "reali interrogativi… Quanto letale, quanto trasmettibile, come curabile è questa tensione psicologica?" E concludeva, "Le risposte non consentono ragioni per tanta agitazione, ancor meno per il panico."
Possiamo dire lo stesso per questa nuova maledizione dell'influenza aviaria. (1)

Letale?

Fino ad oggi, è stato detto che l'influenza aviaria ha ucciso "circa 65 persone" nel Sud-Est Asiatico durante gli ultimi due anni! Non pochi dati sono disponibili su questi individui, che più semplicemente avevano condizioni mediche che vedevano compromesso il loro sistema immunitario. Inoltre, tutte le morti sono avvenute in paesi Asiatici con servizi sanitari discutibili.

D'altro canto, altre forme influenzali uccidono più di 40.000 Nord-Americani ogni anno, generalmente anziani immuno- compromessi.

  • PARTE I
  • PARTE II
  • PARTE III
  • PARTE IV
  • PARTE V
  • PARTE VI
  • PARTE VII
  • Archivio Zanzare
  • Ricerca personalizzata
    LIBRI
    Adolescenti Ragazzi
    Arte Musica
    Bestseller Generali
    Biografie
    Consultazione ed Informaz.
    Diritto
    Economia e Business
    Fantascienza
    Fantasy
    Fumetti e
    Gialli e Thriller
    Hobbi e Tempo Libero
    Horror
    Humor
    Informatica e Internet
    Letteratura
    Libri altre lingue
    Libri inglese
    Libri bambini
    Lingue linguistica
    Narrativa
    Politica
    Religione
    Romanzi rosa
    Salute Benessere
    Scienze Medicina
    Self-Help
    Società Scienze Sociali
    Sport
    Storia
    Viaggi

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO