TuttoTrading.it

03/11/2005 Repressione: la Paura dell' Influenza Aviaria è Politicamente Programmata I PARTE (Leonard Horowitz, GlobalResearch.ca, 2005 )

Ricerca personalizzata
GIOCHI GIOCATTOLI
Articoli da regalo
Attività creative
Bambole e accessori
Bestseller generali
Burattini e tetrini
Calendari dell' avvento
Collezionabili
Costruzioni
Elettronica per bambini
Giocattoli da collezione
Giocattoli prima infanzia
Elettronica per bambini
GIOCHI GIOCATTOLI
Giocattoli da collezione
Giocattoli prima infanzia
Giochi di imitazione
Giochi da tavola
Giochi educativi
Modellismi
Peluche
Personaggi Giocattolo
Puzzle
Sport Giochi Aperto
Strumenti Musicali
Veicoli

Un saggio politico, come avvertimento sulla sanità pubblica


Sommario

La paura dell'influenza aviaria: politicamente programmata per uno "iatrogenocidio" globale
Se avrà luogo un'influenza aviaria al posto della minacciata pandemia, comunque si sarà realizzato un piano politico ed economico.
Questa tesi è suffragata dalle false informazioni che corrono sui mezzi di informazione di massa, dall'arricchimento disonesto attraverso vaccini rischiosi e privi di valore, da grosse negligenze nel mettere in evidenza dati su precedenti pestilenze costruite artificialmente, come la SARS, il West Nile Virus, l'AIDS ed altro. Studi genetici stanno di continuo riproducendo più virus influenzali mutanti, che potenzialmente possono scatenare un'epidemia; scandali per "insider trading" che coinvolgono pandemicamente… il buon senso pratico della Casa Bianca e dei funzionari dell'industria farmaceutica; immunità singolare di queste strutture farmaceutiche per tutto il secolo scorso nell'applicare le leggi; un esame critico del flusso di informazioni dei media; gli obiettivi ufficialmente di dominio pubblico sulla riduzione della popolazione.
Con le rivelazioni e le asserzioni qui avanzate, l'opinione pubblica è messa in guardia contro questa eliminazione di massa, favorita medicamente, meglio indicata con il termine di "iatrogenocidio"* Questa imposizione genocida è stata pensata principalmente per favorire il conseguimento di obiettivi di riduzione di popolazione a scopi economici e politici.


Lo scenario

Nell'aprile 2003, un esperimento sociale denominato SARS, che si riteneva arrivare dall'Asia, colpiva pesantemente Toronto. Era assolutamente più spaventoso di questa adombrata influenza asiatica. Questa bizzarra nuova malattia tipo polmonite veniva denominata Severe Acute Respiratory Syndrome (Sindrome Respiratoria Acuta Grave). Si affermava che fosse l'ultima minaccia di una serie continua di attacchi all'umanità attraverso "supergermi" misteriosamente mutanti.

Uno studio accurato delle correlazioni scientifiche e medico-sociologiche e degli antecedenti di questa "epidemia" rivelava qualcosa che non quadrava, ben più insidioso della stessa SARS.
Io consideravo in modo critico, come un qualsiasi laureato ad Harvard esperto di sanità pubblica, la reazione dei media di Toronto e le potenzialità delle scienze del comportamento rispetto alla forza di persuasione dei media: il flagello aveva tutte le caratteristiche di un novello esperimento sociale condotto da bioterroristi dal colletto bianco.

A me risultava chiaro che questa manipolazione della popolazione, senza precedenti, realmente indottrinava il cervello della gente, in sinergia con una risposta di sanità pubblica grossolanamente inutile, quantunque legiferata, anticipante l'arrivo del "Big One".
Durante tutto il periodo della "Truffa SARS", (1) venivano fatti ripetutamente riferimenti ad agenti biologici con la potenzialità di facilitare la decimazione di approssimativamente un terzo della popolazione mondiale. Avendo largamente esaminato la letteratura sul controllo politico delle popolazioni e nel contempo gli obiettivi di gruppi industriali leader nel mondo, notavo che queste profezie erano in stretto accordo con gli attuali obiettivi ufficiali di riduzione della popolazione. (2)


La risposta del Canada alla SARS nel 2003 è stata, per la prima volta nella storia, diretta dalle Nazioni Unite e dall'Organizzazione Mondiale della Sanità (WHO). Avendo passato in rassegna gli stretti collegamenti finanziari e amministrativi tra queste organizzazioni, la famiglia Rockefeller, la Carnegie Foundation, e i produttori guida di farmaci nel mondo, in sostanza "le volpi", queste hanno dominato sui "polli" del Canada.



  • PARTE I
  • PARTE II
  • PARTE III
  • PARTE IV
  • PARTE V
  • PARTE VI
  • PARTE VII
  • Archivio Zanzare
  • Ricerca personalizzata
    LIBRI
    Adolescenti Ragazzi
    Arte Musica
    Bestseller Generali
    Biografie
    Consultazione ed Informaz.
    Diritto
    Economia e Business
    Fantascienza
    Fantasy
    Fumetti e
    Gialli e Thriller
    Hobbi e Tempo Libero
    Horror
    Humor
    Informatica e Internet
    Letteratura
    Libri altre lingue
    Libri inglese
    Libri bambini
    Lingue linguistica
    Narrativa
    Politica
    Religione
    Romanzi rosa
    Salute Benessere
    Scienze Medicina
    Self-Help
    Società Scienze Sociali
    Sport
    Storia
    Viaggi

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO