TuttoTrading.it

05/12/2007 Carlo Parlanti, aspettando la risentenza del 10 dicembre: la parola a Katia Anedda (Daniela)

Ricerca personalizzata
GIOCHI GIOCATTOLI
Articoli da regalo
Attività creative
Bambole e accessori
Bestseller generali
Burattini e tetrini
Calendari dell' avvento
Collezionabili
Costruzioni
Elettronica per bambini
Giocattoli da collezione
Giocattoli prima infanzia
Elettronica per bambini
GIOCHI GIOCATTOLI
Giocattoli da collezione
Giocattoli prima infanzia
Giochi di imitazione
Giochi da tavola
Giochi educativi
Modellismi
Peluche
Personaggi Giocattolo
Puzzle
Sport Giochi Aperto
Strumenti Musicali
Veicoli

Carlo Parlanti , dopo quasi un mese di trasporti negati, ha raggiunto finalmente il carcere Statale di Avenal. Il 10 vi sarà la risentenza del caso di Carlo. Abbiamo scambiato quattro parole con Katia Anedda, la sua compagna

Katia, stai per raggiungere Los Angeles per assistere alla risentenza del caso di Carlo. Fino a che punto si è evoluta la situazione?

Il 4 dicembre si sono concretizzate le speranze di avere in difesa di Carlo  il nuovo avvocato Charles Kelly Kilgore. Un ringraziamento d'obbligo va all'aiuto in prima persona dell'On Zacchera che come in molte occasioni ho precisato si è dimostrato oltre che un grande politico un grande uomo e italiano e grazie all'aiuto della città di Montecatini che si sta mobilitando in favore di un concittadino ma prima di tutto di un italiano a cui vengono giornalmente violati i suoi fondamentali diritti.

Cosa vi aspettate dalla risentenza?

Io e la sua famiglia ci auguriamo che alla luce delle nuove certificazioni, un rapporto che certifica che sono state presentate prove false, oltre alle migliaia di incongruenze del processo, qualcosa di nuovo succeda.
Il 10 Dicembre, giornata mondiale dei diritti umani ci sarà la risentenza, che stabilirà solo se a Carlo devono essere confermati 9 anni di reclusioni (massimo della pena) o ridotti, io mi augurerei che alla luce di quanto viene certificato oggi, prove false, dubbi su visite mediche effettuate, contraddizioni da parte della stessa procura nei miei confronti, la procura di Ventura faccia il suo dovere e porti alla luce quanto a loro e' gia conosciuto, ovvero la innocenza di Carlo, salvaguardando così le vere vittime di violenze.

Il caso di Carlo sta diventando un caso mediatico, è ormai l'emblema degli italiani detenuti all'estero.. .

Ci sono migliaia di persone che pur non conoscendo Carlo Parlanti o me, giusto leggendo le trascrizioni del processo, le testimonianze urlano la loro indignazione, queste sono le persone che decidono chi governarci, e mi chiedo, perchè coloro che abbiamo deciso ci governassero fanno finta che Carlo Parlanti non esiste? Io parto il 6 Dicembre prossimo e nel fine settimana avrò l'opportunità di riabbracciare Carlo e lo farò per tutte quelle splendide persone che ci stanno vicine.

Per questo, riprendendo l'iniziativa che lo scorso natale la sig.ra Katia Anedda ha efficacemente messo in atto, noi blogger vogliamo lanciare nuovamente l'iniziativa "Una candela accesa per Carlo" * per il giorno 10 Dicembre, Giornata Mondiale dei Diritti dell'uomo. Mentre in tutto il mondo si svolgeranno manifestazioni volte alla salvaguardia dei diritti Umani, alle 1.30 pm locali, a Ventura, Ca si stabilirà se è tempo di giustizia anche per Carlo Parlanti

*  Le foto dell'iniziativa potranno essere spedite all'indirizzo email katia@carloparlanti.it : in seguito verranno postate in una pagina apposita per testimoniare la vicinanza della gente a Carlo. 

 

 

Carlo Parlanti ha finalmente raggiunto il carcere di Avenal, dopo un mese false speranze e trasporti saltati. Il 10 dicembre, alle ore 1.30pm locali, presso il tribunale della contea di Ventura, in California, si terrà l'udienza di risentenza del nostro connazionale. Vi è una notizia positiva, il 4 dicembre, grazie all'impegno in prima persona dell'on. Marco Zacchera e del comune di Montecatini, città natale del Parlanti, è stato possibile concretizzare le speranze di conferma, come nuovo legale di Carlo, Charles Kelly Kilgore. Ovviamente, dalla risentenza del 10 la famiglia di Carlo Parlanti si aspetta che finalmente, alla luce delle  nuove certificazioni, un rapporto che certifica che sono state presentate prove false, oltre alle migliaia di incongruenze del processo.
Il 10 Dicembre, giorno della risentenza (la quale dovrà stabilire se confermare la pena del Parlanti a 9 anni o ridurla, ndr), coinciderà con la Giornata Mondiale dei diritti dell'Uomo: la speranza è che finalmente sia raggiunta una "giustizia giusta".

La compagna di Carlo, la sig.ra Katia Anedda  giungerà il 6 c.m. in California per assistere all'udienza di risentenza e riabbracciare dopo mesi il proprio congiunto.

A tal scopo i blogger vicini a Carlo Parlanti e Katia Anedda, ricalcando un iniziativa trascorsa di quest'ultima, hanno deciso di lanciare nuovamente la campagna "Una candela per Carlo" per il giorno 10 ottobre.  Le foto dell'iniziativa potranno essere spedite all'indirizzo email katia@carloparlanti.it : in seguito verranno postate in una pagina apposita per testimoniare la vicinanza della gente a Carlo

  • Archivio Denunce
  • Ricerca personalizzata
    LIBRI
    Adolescenti Ragazzi
    Arte Musica
    Bestseller Generali
    Biografie
    Consultazione ed Informaz.
    Diritto
    Economia e Business
    Fantascienza
    Fantasy
    Fumetti e
    Gialli e Thriller
    Hobbi e Tempo Libero
    Horror
    Humor
    Informatica e Internet
    Letteratura
    Libri altre lingue
    Libri inglese
    Libri bambini
    Lingue linguistica
    Narrativa
    Politica
    Religione
    Romanzi rosa
    Salute Benessere
    Scienze Medicina
    Self-Help
    Società Scienze Sociali
    Sport
    Storia
    Viaggi

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO