TuttoTrading.it

SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO


    INFO
  • Acqua
  • Aliment.
  • Ambiente
  • Automot.
  • Balneab.
  • Banche
  • Bookcr.
  • Buttol
  • Case
  • acqua
  • Colorare
  • Decoro
  • urbano
  • Decresc.
  • dividendi
  • Donne
  • Economia
  • Economia
  • circol.
  • Energia
  • En.rinnov.
  • Famiglia
  • Finanza
  • Foto
  • Giardini
  • Giornata
  • memoria
  • G.foibe
  • Inquin.
  • M'illumino
  • dimeno
  • M5S TDG
  • Ora sol.
  • legale
  • Peso
  • rifiuti
  • Pishing
  • Politica
  • Raccolta
  • bott.
  • Olio
  • esausto
  • Rassegna
  • Riciclo
  • Rifiuti
  • R.affetto
  • R.zero
  • R.verde
  • S.mare
  • Scuole
  • ricicl.
  • Social
  • street
  • Solidar.
  • Shopping
  • Spoofing
  • Storia
  • TDG
  • News
  • Tumori rif.
  • Tutto
  • droga
  • T.racc.
  • differ.
  • T.droga
  • T.scuola
  • Violenza
  • V.rendere


  • 22/09/2008 Mutui, la rinegoziazione è una favola (e la surroga quasi impossibile)

    Ricerca personalizzata

    Tutti i lettori all'indomani dell'entrata in vigore dell' accordo Abi-governo sui mutui, erano convinti che rinegoziando il mutuo avrebbero risparmiato tanto. Poi si sono ricevute le nuove proposte da parte delle banche (in genere le proposte spedite dalle banche sono più sensate) ma ora tutti cominciano a sospettare che abbiano ragione le associazioni dei consumatori, che ne sconsigliano in blocco l'adesione: accettare l' accordo solo se si è già con l'acqua alla gola.

    L'accordo è stato presentato dal ministro dell'Economia Giulio Tremonti come un contributo per proteggere il potere d'acquisto delle famiglie. Arriva oltre un anno dopo la surroga, prevista dal decreto Bersani sulle liberalizzazioni, e avviata tra mille difficoltà. Forse perché agli utenti bancari conviene davvero? La inadempienza delle banche è stata anche stigmatizzata dell'Antitrust, che ha inflitto multe per 10 milioni di euro a 23 istituti di credito che di fatto non applicavano le norme sulla portabilità.

    C'è chi rinegozierebbe, ma la banca cerca di guadagnare tempo in quanto rinegoziando a tasso fisso senza cambiare condizioni, si pagherebbero meno interessi. Ecco perché, da ottimi professionisti, sconsigliano di rinegoziare".

    Il titolare di un mutuo può cercare di traslocare gratuitamente nella banca che preferisce e scegliere le condizioni che preferisce senza cambiare è l'ammontare della somma residua dovuta, risparmiando tanso se riesce a trovare uno spread minore ma accedere alla surroga è un'impresa che richiede tempo, pazienza, pressioni, a volte persino un avvocato.

    Altre volte chiedono tanti soldi per il trasferimento del mutuo anche se non si dovrebbe spendere niente e talvolta è necessario ricorrere ad un avvocato a a movimenti di difesa del consumatore o all' Ombudsman.

    Secondo Adiconsum la Rinegoziazioni è "Un regalo alle banche": "La rinegoziazione è una procedura che non comporta alcun vantaggio per i clienti. Certo, c'è lo slittamento dei pagamenti a una data futura, ma con un gravoso interesse. Può essere considerata l'ultima speranza solo per chi ha la casa pignorata".

    Analoghe le posizioni delle altre associazioni dei consumatori: "L'accordo Tremonti-Abi è stato fatto in poche ore, segno che c'era un forte interesse da parte delle banche. Mentre sulla surroga, che può davvero venire incontro alle esigenze dei clienti, si è trattato per mesi. La rinegoziazione conviene davvero solo a chi ha l'acqua alla gola. Si tenga presente che l' ideale potrebbe essere quello di avere un tasso variabile con basso spread in quanto nei prossimi anni i tassi potrebbero scendere bruscamente.

    Si ricordi che la rinegoziazione è una possibilità offerta a chi ha sottoscritto un mutuo a tasso variabile prima del 28 maggio 2008. Le banche si sono impegnate con il ministro Tremonti ad inviare una proposta scritta ai propri clienti a partire dal 29 agosto. La proposta prevede una rata più bassa, ma non cambia le altre condizioni; il cliente, a fine mutuo, dovrà pagare un conto accessorio nel quale è stata trasferita la cifra rimanente. Diminuisce la rata ma aumenta la durata del mutuo

    La surroga, introdotta invece dalla legge Bersani, prevede il trasferimento senza alcuna spesa accessoria del proprio mutuo da una banca all' altra con l' intento di ottenere condizioni migliori senza spese notarili o di imposta sostitutiva ma solo una tassa ipotecaria di 35 euro. Ed è per questo che le banche fanno molte difficoltà di fronte a una richiesta di surroga proponendo la chiusura del vecchio mutuo e l'accensione del nuovo in un'altra banca.

    22/09/2008 MUTUI. Rinegoziazione, la denuncia di Altroconsumo: errori e omissioni sulle lettere delle banche (http://www.helpconsumatori.it)

    Le lettere sulla rinegoziazione dei mutui inviate dalle banche presentano errori di calcolo e omissioni. Questa l'accusa dell'associazione Altroconsumo che dopo aver analizzato i contenuti delle lettere per la rinegoziazione dei mutui arrivate ai consumatori da Unicredit, Intesa San Paolo, UBI Banca, Monte Paschi, Popolare di Sondrio e Banca Toscana ha deciso di presentare una denuncia alla Banca d'Italia e al Ministero dell'Economia e delle Finanze. L'accusa? "I conti non tornano sulla trasparenza delle informazioni da parte dei più grossi gruppi bancari a un milione e 200 mila mutuatari italiani".

    Scrive Altroconsumo in una nota stampa: "Del piano d'ammortamento del mutuo non c'è traccia. Invece abbondano gli errori di calcolo e le omissioni. E non c'è corrispondenza tra quota capitale ancora da pagare e rata attuale. Inutile aggiungere che manca l'ISC, (l'indicatore sintetico di costo), che fornisce il costo effettivamente pagato dal risparmiatore per tutta l'operazione". L'associazione denuncia la mancata applicazione dell'accordo del giugno 2008, la "convenzione Tremonti", e il mancato rispetto della normativa sulla trasparenza bancaria. E nel frattempo consiglia di "non accettare la proposta di rinegoziazione della banca".

    http://www.helpconsumatori.it

  • 08/08/2008 Rinegoziazione mutui: L'Antitrust condanna tutte le banche con una sanzione di quasi 10 milioni di euro
    Trasferimento mutui: l'Antitrust apre un procedimento nei confronti delle banche. Tutti gli istituti di credito più importanti sono stati condannati dall’Antitrust per pratiche commerciali scorrette per non aver applicato la legge sulla portabilità dei mutui (art. 8 della legge n. 40/2007) che non prevede spese a carico del consumatore per trasferire il mutuo a un’altra banca...

  • Archivio Casa Condominio
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO