TuttoTrading.it

28/11/2007 CASA. Rapporto Nomisma: tengono i prezzi nel 2007 (SB, http://www.helpconsumatori.it)

Ricerca personalizzata
GIOCHI GIOCATTOLI
Articoli da regalo
Attivitā creative
Bambole e accessori
Bestseller generali
Burattini e tetrini
Calendari dell' avvento
Collezionabili
Costruzioni
Elettronica per bambini
Giocattoli da collezione
Giocattoli prima infanzia
Elettronica per bambini
GIOCHI GIOCATTOLI
Giocattoli da collezione
Giocattoli prima infanzia
Giochi di imitazione
Giochi da tavola
Giochi educativi
Modellismi
Peluche
Personaggi Giocattolo
Puzzle
Sport Giochi Aperto
Strumenti Musicali
Veicoli

Tengono i prezzi delle case che registrano un incremento del 2% su base semestrale e del 5,1% sull'intero 2007. Lo rileva il III Rapporto sul Mercato Immobiliare 2007 di Nomisma. Limitata invece la flessione delle compravendite: dopo i continui aumenti degli anni scorsi, quest'anno si chiuderā con una flessione delle transazioni di case stimabile in almeno il 3,3%, ma con punte ben superiori al 10% nei grandi centri urbani, si legge nel rapporto.

Per quanto riguarda l'indebitamento delle famiglie, secondo i dati della Banca d'Italia a giugno 2007, i mutui rivolti al settore immobiliare ammontavano a 405,6 miliardi di Euro, con un incremento rispetto all'anno precedente dell'11,4%. Pur trattandosi dell'ennesimo incremento a doppia cifra rilevato a partire dal 1997, il rapporto Nomisma fa notare come tale variazione risulti nettamente inferiore a quelle registrate negli ultimi 3 anni (+17,3% nel I semestre del 2006, +18,2% nel 2005 e +19,2% nel 2004).

Sulle conseguenze sul mercato dei mutui a seguito dell'ultimo incremento dei tassi d'interesse (+0,25 punti base a giugno 2007), dalle stime dell'istituto relativamente al numero di finanziamenti erogati a favore delle famiglie italiane per l'acquisto di un'abitazione emerge che giā nel primo semestre dell'anno, una diminuzione nel volume di contratti accesi (-3% rispetto alla seconda parte del 2006 e addirittura del -6,3% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente). L'analisi in serie storica dei tassi di insolvenza - spiega il rapporto - mostra chiaramente come l'indice si sia mantenuto stazionario dal 2002 al 2004 (1,7%) per poi scendere fino all'1,5% a dicembre 2006, momento in cui si č iniziata a rilevare un'inversione di tendenza che lo ha riportato su valori lievemente superiori a quelli di inizio decennio (1,8%).

Le prospettive per il 2008 sono di ulteriore contrazione dell'attivitā di compravendita, che tornerā verosimilmente sotto la soglia delle 800 mila unitā compravendute, e di stabilizzazione delle quotazioni. Se a livello medio italiano č possibile prevedere una crescita dei prezzi nell'ordine del 2,5-3%, non si possono escludere flessioni puntuali in corrispondenza delle aree urbane di maggiori dimensioni

http://www.helpconsumatori.it

  • Archivio Rinegoziazione mutui
  • Archivio Casa Condominio
  • Ricerca personalizzata
    LIBRI
    Adolescenti Ragazzi
    Arte Musica
    Bestseller Generali
    Biografie
    Consultazione ed Informaz.
    Diritto
    Economia e Business
    Fantascienza
    Fantasy
    Fumetti e
    Gialli e Thriller
    Hobbi e Tempo Libero
    Horror
    Humor
    Informatica e Internet
    Letteratura
    Libri altre lingue
    Libri inglese
    Libri bambini
    Lingue linguistica
    Narrativa
    Politica
    Religione
    Romanzi rosa
    Salute Benessere
    Scienze Medicina
    Self-Help
    Societā Scienze Sociali
    Sport
    Storia
    Viaggi

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO