TuttoTrading.it

20/12/2011 Protesi al seno a rischio tumore, convocato d’urgenza il Consiglio Superiore di Sanità (http://www.helpconsumatori.it)

Ricerca personalizzata
GIOCHI GIOCATTOLI
Articoli da regalo
Attività creative
Bambole e accessori
Bestseller generali
Burattini e tetrini
Calendari dell' avvento
Collezionabili
Costruzioni
Elettronica per bambini
Giocattoli da collezione
Giocattoli prima infanzia
Elettronica per bambini
GIOCHI GIOCATTOLI
Giocattoli da collezione
Giocattoli prima infanzia
Giochi di imitazione
Giochi da tavola
Giochi educativi
Modellismi
Peluche
Personaggi Giocattolo
Puzzle
Sport Giochi Aperto
Strumenti Musicali
Veicoli

Il Ministro della Salute ha convocato d’urgenza il Consiglio Superiore di Sanità. È la prima conseguenza, in Italia, dell’allarme per le protesi al seno della marca PIP considerate cancerogene, scattato in Francia.Le protesi, realizzate con un gel non conforme, potrebbero strapparsi e provocare non solo infiammazioni ma anche tumori.

 Per questo le autorità sanitarie francesi hanno deciso di richiamare entro il 24 dicembre 30 mila donne, che portano protesi mammarie della marca PIP, perché le facciano rimuovere, in quanto le protesi sono considerate cancerogene: è quanto si legge oggi sul quotidiano Liberation.

Secondo alcune stime circolate in giornata, in Italia potrebbero essere arrivate fra 4 mila e 5 mila protesi dell’azienda francese, fabbricate dal 2001 e fuori dal mercato da di circa due anni, finite al bando perché fabbricate con un silicone diverso da quello dichiarato alle autorità sanitarie e destinato invece a usi industriali.

Il Ministro della Salute Renato Balduzzi ha dunque convocato d’urgenza il Consiglio Superiore di Sanità in seguito alla segnalazione delle autorità francesi circa la pericolosità delle protesi mammarie PIP.

 “In attesa di conoscere le valutazioni del Consiglio Superiore di Sanità richieste con carattere di urgenza, – informa una nota – si ricorda che il 1° aprile 2010, con una circolare, il Ministero ha invitato gli operatori sanitari a non utilizzare i dispositivi in oggetto, dopo che il 30 marzo 2010 l’Autorità francese aveva comunicato il ritiro delle stesse protesi.

Nella circolare si invitata a metterle in quarantena e a segnalare eventuali incidenti. Contemporaneamente era stato chiesto al Comando dei Carabinieri per la Tutela della Salute di verificare la presenza sul territorio nazionale del prodotto e di operare affinché non potesse essere più distribuito”.

http://www.helpconsumatori.it

  • Archivio Cancro
  • Ricerca personalizzata
    LIBRI
    Adolescenti Ragazzi
    Arte Musica
    Bestseller Generali
    Biografie
    Consultazione ed Informaz.
    Diritto
    Economia e Business
    Fantascienza
    Fantasy
    Fumetti e
    Gialli e Thriller
    Hobbi e Tempo Libero
    Horror
    Humor
    Informatica e Internet
    Letteratura
    Libri altre lingue
    Libri inglese
    Libri bambini
    Lingue linguistica
    Narrativa
    Politica
    Religione
    Romanzi rosa
    Salute Benessere
    Scienze Medicina
    Self-Help
    Società Scienze Sociali
    Sport
    Storia
    Viaggi

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO