TuttoTrading.it

02/07/2010 Mondo bio Europa (a cura di Lorenzo Misuraca, l.misuraca@aiab.it)

Ricerca personalizzata
GIOCHI GIOCATTOLI
Articoli da regalo
Attività creative
Bambole e accessori
Bestseller generali
Burattini e tetrini
Calendari dell' avvento
Collezionabili
Costruzioni
Elettronica per bambini
Giocattoli da collezione
Giocattoli prima infanzia
Elettronica per bambini
GIOCHI GIOCATTOLI
Giocattoli da collezione
Giocattoli prima infanzia
Giochi di imitazione
Giochi da tavola
Giochi educativi
Modellismi
Peluche
Personaggi Giocattolo
Puzzle
Sport Giochi Aperto
Strumenti Musicali
Veicoli


Scandinavia. A gonfie vele il commercio equo e solidale
Più di 1000 prodotti del commercio equo e solidale sono disponibili sul mercato svedese e danese, dal caffè e tè ai batuffoli di cotone. La European Fair Trade Association in una relazioni dichiara che l’84% della popolazione svedese è a conoscenza delle certificazioni del commercio equo e solidale e che ogni svedese ha acquistato almeno un prodotto Fair Trade negli ultimi sei mesi. Secondo le relazioni del “Commercio equo e solidale Svezia” www.fairtrade.se nonostante uno dei periodi economici più difficili nella storia del commercio, la vendita dei prodotti equo-solidali è aumentata del 15% rispetto all’anno precedente. Nel 2009 la Svezia ha registrato un aumento del 25%. In Danimarca, a giugno di quest’anno si è assistito alla nascita di un’intera città equo-solidale  ovvero Frederiksberg, sempre secondo una relazione del “Commercio equo e solidale Danimarca” www.fairtrade-maerket.dk. In Danimarca la popolazione che sostiene la causa è pari all’82% ritenendo corretto acquistare questi prodotti a sostegno dei lavoratori nei paesi in via di sviluppo e dell’ambiente. Nel 2008, Copenaghen è stata la prima città in Danimarca ad essere promossa come Città Fairtrade seguita nell'estate del 2009 Bornholm e Haderslev nel marzo 2010. (Organic Market/B@n)

Olanda. La distribuzione Eosta avvia la collaborazione con produttori bio africani
Eosta distributore leader a livello internazionale di frutta fresca e verdura biologici (colture in serra e frutti d'oltremare), in collaborazione con i produttori sudafricani Emerald Acres, Groenheuwel e Sun Valley, ha lanciato la campagna "Make us Champions Too!". Il principio della campagna è molto semplice. Attraverso la vendita di arance e pompelmi biologici, le aziende intendono sostenere tre progetti sociali. Per ogni chilo di frutta venduta verrà donato minimo 1 centesimo di euro a uno dei tre progetti. Secondo Pieter de Keizer, buyer di Eosta, si tratta di un'occasione unica. Secondo Annemarie della Emerald Acres, i Mondiali di calcio offrono una grande opportunità. L'attenzione del mondo infatti si focalizzerà sul Sudafrica rappresentando un'occasione per mettere in primo piano i problemi e le sfide del paese. Le tre aziende agrumicole sudafricane hanno scelto ognuna un progetto da abbinare alla propria attività d'impresa. La Groenheuwel, ha scelto un progetto legato al calcio, e dunque nell'azienda sono stati progettati un campetto e un piccolo spogliatoio. Una parte del denaro raccolto servirà per questo. Un'altra parte verrà utilizzata per costruire una cucina all'aperto, dove i dipendenti potranno prepararsi i pasti. Presso Emerald Acres e Sunvalley, invece, i ricavati della campagna serviranno alla costruzione di abitazioni per i dipendenti. Verranno costruite nuove case e quelle attuali verranno ristrutturate. Esiste una speciale pagina web (www.natureandmore.com - inserire il codice 525), dove si può tenere il conto del denaro raccolto man mano. La campagna non è limitata al periodo dei Mondiali, ma proseguirà anche dopo.
(www.freshplaza.it)

Bruxelles avvia la valutazione delle candidature per il Gruppo di esperti
Alla chiamata del 18 dicembre 2009  hanno risposto circa 100 esperti europei per costituire il gruppo di esperti che dovrà collaborare con la Commissione alla revisione degli allegati della regolamentazione comunitaria. Entro fin e anno sarà definito il gruppo dei 13 che verrà coadiuvato da diversi sottogruppi in relazione a tematiche specifiche. La Commissione attiverà entro fine anno il gruppo di esperti, previsto dal Piano di Azione Europeo per l'agricoltura ed i prodotti biologici, con il compito di esprimere pareri tecnici sulle diverse questioni affrontate dalla Commissione ed in particolare sulle modifiche degli allegati tecnici richieste dai vari Stati Membri. (Sinab)

© 2007, Edizioni Aiab - Tutti i diritti di riproduzione sono liberi citando la fonte.

www.aiab.it

  • Archivio Biologico
  • Ricerca personalizzata
    LIBRI
    Adolescenti Ragazzi
    Arte Musica
    Bestseller Generali
    Biografie
    Consultazione ed Informaz.
    Diritto
    Economia e Business
    Fantascienza
    Fantasy
    Fumetti e
    Gialli e Thriller
    Hobbi e Tempo Libero
    Horror
    Humor
    Informatica e Internet
    Letteratura
    Libri altre lingue
    Libri inglese
    Libri bambini
    Lingue linguistica
    Narrativa
    Politica
    Religione
    Romanzi rosa
    Salute Benessere
    Scienze Medicina
    Self-Help
    Società Scienze Sociali
    Sport
    Storia
    Viaggi

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO