TuttoTrading.it

SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni




    VAI ALLA MAPPA DEL SITO

    Google analytics


    eXTReMe Tracker


  • 25/04/2007 Associazione Meter, 54mila minori uccisi nel 2006 (Simone Baroncia, http://www.korazym.org)

    Ricerca personalizzata

    Solo nell’anno 2006, 54 mila minori nel mondo sono stati uccisi, 223 mila costretti a rapporti sessuali o comunque a contatti fisici forzati, 1,8 milioni sono vittime della prostituzione e della pornografia, 1,2 milioni del traffico di esseri umani.

    Solo nell’anno 2006 ben 54 mila minori nel mondo sono stati uccisi, 223 mila costretti a rapporti sessuali o comunque a contatti fisici forzati, 1,8 milioni sono vittime della prostituzione e della pornografia, 1,2 milioni vittime del traffico di esseri umani: questi dati, raccolti dall’Onu e da varie organizzazioni per la tutela dell’infanzia, sono stati diffusi oggi dall’Associazione Meter, in vista della celebrazione della “Giornata della memoria dei bambini vittime della violenza, della indifferenza e dello sfruttamento”, che si celebrerà dal 25 aprile alla prima domenica di maggio in tutta Italia con una serie di iniziative. Tra i dati presenti nella scheda diffusa da Meter, ci sono anche i circa 120 milioni di ragazze che hanno subito una mutilazione genitale, 150 milioni di bambine (il 14% circa della popolazione infantile del pianeta) vittime di abusi sessuali, e circa 73 milioni di maschi che hanno subito la stessa brutalità.

    Secondo Meter, nell’82,4% dei casi, chi compie abuso sessuale conosce le vittime e molti sono parenti diretti. Sono anche in aumento le violenze perpetrate da donne a danno dei minori. Preoccupanti anche i dati in Italia sulle violenze ai più piccoli: dal 1983 al 2006 sono scomparsi 34 bambini; dal 1969 sono stati 18 i ragazzi uccisi da pedofili. L’associazione “Meter” di don Di Noto ha denunciato alle autorità lo scorso anno ben 9.872 siti pedopornografici, mentre dal 1995 ne ha segnalati 162 mila. Le persone finite in carcere sono state 166, mentre 3.483 sono state denunciate per detenzione e divulgazione di materiale pedopornografico. All’iniziativa di “Meter” hanno dato sostegno e adesione personalità varie, tra cui il presidente Napolitano, quello del Senato Marini e della Camera Bertinotti.

    Una ventina di diocesi e un migliaio di parrocchie promuoveranno momenti di sensibilizzazione e preghiera. Al riguardo il vescovo di Rimini, mons. De Nicolò, ha auspicato che “la Chiesa promuova attenzione e rispetto ai piccoli, mettendo in opera, nella pastorale e nella predicazione, la sua grande capacità di educazione assidua e capillare”. Anche una trentina di associazioni hanno fatto pervenire a “Meter” la propria adesione alla “Giornata della Memoria dei Bambini vittime della violenza”. Nelle realtà aderenti saranno esposti cartelloni e verrà proposto un film dal titolo “Olocausto silenzio. Che non accada mai più” sui bambini vittime di abusi.

  • Archivio Minori
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti



    VAI ALLA MAPPA DEL SITO