TuttoTrading.it

SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni




    VAI ALLA MAPPA DEL SITO

    Google analytics


    eXTReMe Tracker


  • 13/10/2006 Ladri di Bambini (Bianca Cerri, http://www.altrenotizie.org)

    Ricerca personalizzata

    Per essere ammessi al Bohemian Grove, un circolo esclusivo che si estende su circa 12 chilometri quadrati di verde in località Monte Rio, Stato della California, bisogna fare la fila. Tra l’inizio e la fine di luglio vengono a passare qui le ferie gli uomini più potenti del mondo e sono ammessi solo personaggi selezionatissimi. Questo perché al “Grove” si va per fare conoscenze importanti e dare vita a progetti come il Manatthan Project che, nel 1942, portò alla nascita della bomba atomica.
    Quando nacque, il “Grove” non era vasto come oggi: lo hanno ingrandito i soci acquistando man mano nuovi appezzamenti di terreno dove si stagliano maestosi alberi che hanno più di 1.500 anni. Nella Club House, rimasta tale e quale al 1942, sono passati tutti i presidenti americani con i loro illustri ospiti. La sera ci si può riunire all’aperto per ascoltare musica classica in compagnia e davanti ad un bel falò, per non correre il rischio di prendersi una polmonite. Anche la vestizione dei nuovi iscritti avviene all’aperto e si svolge nel piccolo spiazzo detto “Tana del Gufo” anche se il verso che si sente in sottofondo non è quello del mite volatile, ma la voce del giornalista Walter Cronkite che lo imita per rendere più suggestiva la cerimonia.


    Passare le alte mura che circondano il Grove è un lavoro balordo, anche per i giornalisti più abili ed esperti. Ma nel luglio del 2002 l’impresa riuscì ad Alex Jones, che intendeva scoprire la verità su un traffico di bambini destinati a rallegrare le serate dei politici per il quale c’erano già state delle condanne due anni prima. Un noto lobbista repubblicano era infatti stato riconosciuto colpevole di atti di pedofilia nei confronti di Paul Bonacci, un minore poi risarcito con 800.000 dollari. Parecchi giornalisti ne erano al corrente, ma nessuno aveva mai osato dire cosa accadesse realmente tra barzellette boccacesche e finti richiami di gufi. La verità venne a galla solo quando lo stesso Bonacci e la giovanissima Kimberly Webb decisero di denunciare i loro molestatori.

    I due ragazzi rivelarono ai giudici di aver fatto più e più volte il giro della Casa Bianca in compagnia di Craig Spence, altro potente lobbista repubblicano talmente appassionato di minori da spendere quasi quarantamila dollari al mesi in regalie varie ai giovani amici. Gli incontri fra politici ed efebi venivano regolarmente immortalati da uno dei fotografi ufficiali dei repubblicani. Nelle foto si vedono esponenti del governo USA mentre indugiano in attività sessuali peraltro proibite dalla legge.

    Con tutto quando sta emergendo in questi giorni è incredibile che l’elettorato riesca ancora a mantenere la fiducia negli esponenti politici. Non è un’esagerazione dire che l’amministrazione Bush è composta da una congrega di figuri patetici e depravati che figurerebbero molto meglio nel contesto di un carcere piuttosto che ai posti di comando. In Virginia, uno degli uomini più vicini all’Amministrazione è stato recentemente condannato a pagare 18.000 dollari di risarcimento ad una minorenne che aveva molestato. Si è difeso dicendo di essere stato molestato a sua volta da bambino e di non riuscire a mantenere il controllo delle proprie azioni. Buttare la croce addosso ad altri per salvarsi è del resto una delle maggiori caratteristiche dei politici americani, anche quando vengono sorpresi in flagrante a violare le leggi.

    Gli episodi di pedofilia che hanno visto coinvolti personaggi eletti dal popolo sembra siano iniziati nel 1983. Il primo a finire sotto inchiesta fu il repubblicano Daniel Crane, rappresentante dell’Illinois, sorpreso in dolci convenevoli con una minore. Ma di episodi del genere sono piene anche le cronache recenti. L’ex-sindaco repubblicano di Waterby, Philip Giordano, dovrà fare 33 anni di galera per aver abusato di due bambine di otto e dieci anni. Nel luglio del 2005, il Gran Giurì ha indiziato il deputato repubblicano Larry Dale Floyd per possesso di materiale pedo-pornografico. Pochi giorni fa, a settembre, un tribunale ha riconosciuto colpevole di molestie sessuali nei confronti di una quattordicenne anche il direttore dell’Agenzia Risorse Umane legata al partito repubblicano. Solo due mesi prima il direttore dell’Ufficio Elettorale del partito era stato sorpreso a compiere atti di libidine su una bambina di otto anni.

    Tom Adams, sindaco repubblicano di una città dell’Illinois, distribuiva materiale pedo-pornografico sulla rete. E’ stato arrestato da un ufficiale di polizia che aveva finto di essere una bambina di 12 anni. Ora dovrà difendersi da tre diversi capi d’accusa. Tra i ladri di innocenza figura anche un giudice della Pennsylvania, che aveva tentato di avere rapporti con una ragazzina di dieci anni. Elison Aldarondo, capo dell’Ufficio Giustizia repubblicano a Porto Rico è stato invece arrestato per aver violentato la propria bambina. L’ex supervisore repubblicano per il Kansas ha fatto pubblica ammenda per aver molestato una ragazzina di 11 anni. I giudici lo hanno però incriminato anche per omicidio nella persona del collega di partito Mike Hintz. A sua volta Hintz, uomo molto vicino a Bush, era stato anche lui denunciato per reati di pedofilia.

    I pedofili non mancano neppure tra le fila della destra religiosa. Nel marzo del 2006, il capogruppo repubblicano della Coalizione Cristiana dell’Oregon è stato denunciato per aver abusato della nipote di 13 anni. Una quindicenne ha invece denunciato di essere stata violentata dal telepredicatore Richard Dasen. Dasen ha poi confessato di aver speso già oltre un milione di dollari per tentare di riparare alla sua passione per i minori. Un rappresentante repubblicano del New Jersey, John Collins, ha ammesso di aver molestato due ragazze di 11 e 12 anni. Al collega di partito Robert Stumbo piacevano invece molto più i maschietti e ora dovrà rispondere di violenza carnale ai danni di un bambino di cinque anni. Tom Randall ha invece usato violenza alla figlia quattordicenne di un collega di partito. La lista sarebbe veramente troppo lunga ma resta una domanda: per quanto tempo ancora potranno fidarsi di una simile classe politica i cittadini americani??

  • Archivio Bambini
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti



    VAI ALLA MAPPA DEL SITO