TuttoTrading.it

SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni




    VAI ALLA MAPPA DEL SITO

    Google analytics


    eXTReMe Tracker


  • 25/02/2006 La Piaga dei Bambini Soldato (http://www.osservatoriosullalegalita.org)

    Ricerca personalizzata

    Centinaia di migliaia di bimbi sono impiegati come soldati dai gruppi di guerriglieri e talora anche dagli eserciti regolari in 21 conflitti in tutto il mondo. Questa pratica causa danni incommensurabili ai bambini ed alla futura societa' in cui essi vivranno.

    La Convenzione di Ginevra consente il reclutamento armato solo ai maggiori di 15 anni, mentre l'apposito trattato dell'ONU (la Convenzione dei diritti del fanciullo) prevede non meno di 18 anni per la partecipazione diretta a scontri armati. Purtroppo i Paesi che non hanno sottoscritto o ratificato il trattato sono proprio quelli dove si presentano situazioni di guerra civile. Molti bambini (e bambine) sono usati anche come schiavi sessuali, con orribili abusi da parte dei miliziani.

    In Colombia le Nazioni Unite - che ne hanno discusso proprio due giorni fa - hanno verificato che sia i guerriglieri che i paramilitari violano i fondamentali standard umanitari nella questione dei bambini soldato. Tre gruppi armati colombiani, le FARC, l'ELN ei gruppi filogovernativi, sfruttano un numero di minorenni stimato in 11.000. La maggioranza di questi sono reclutati dalle FARC, che, nonostante le pressioni dell'UNICEF, non hanno alcuna intenzione di cessare l'uso di bimbi. Nel 2002, dopo un cessate il fuoco, i gruppi paramilitari hanno promesso invece il rilascio dei bambini, ma esso e' stato solo parziale.

    I bambini vengono reclutati con promesse di cibo o di protezione fisica, per sfuggire alle violenze domestiche, con promesse di denaro o con minacce. Vengono fatti partecipare a torture, esecuzioni sommarie, omicidi, rapimenti e attacchi ai civili. Circa uno ogni quattro fra i combattenti colombiani ha meno di 18 anni, ma molti di essi hanno meno di 15 anni, in quanto i bimbi vengono avviati al combattimento in genere prima dei 12 anni.

    La Colombia non ha ancora aderito al trattato dell'ONU. E' al vaglio del parlamento colombiano lo smantellamento dei gruppi paramilitari, che potrebbe in parte migliorare la situazione.

    In Sri Lanka le Tigri Tamil usano i bambini per i loro gruppi armati. L'aex ministro degli esteri canadese Lloyd Axworthy ha lanciato un allarme in tal senso ed ha chiesto al primo ministro Paul Martin di chiedere pubblicamente la cessazione di tale pratica, dato che il Canada, uno dei Paesi privilegiati dai rifugiati di tutto il mondo, accoglie molte famiglie provenienti da quelle regioni travagliate da decenni di guerra civile per sfuggire agli abusi.

    I bambini Tamil ex combattenti hanno affermato che le Tigri usano l'intimidazione e le minacce sulle loro famiglie, e che queste quindi cedono a fornire i loro stessi figli, bimbi e bimbe, per usi militari. Anche dopo lo tsunami, l'UNICEF ha registrato almeno 50 casi di reclutamento di bambini, compresi alcuni prelevati dai campi di sopravvissuti.

    In Africa, almeno 25.000 bambini sono impiegati nei conflitti in Costa D'Avorio e Sudan, poi vi sono quelli di Uganda e Zimbabwe, mentre un altro caso grave e' costituito dalla Repubblica Democratica del Congo.

    Secondo un rapporto di Human Rights Watch, anche i governi di Stati Uniti, Sudan, Repubblica del Congo, Burundi e Burma usano ragazzi inferiori ai 18 anni al fronte. Almeno 60 governi continuano infatti il reclutamento legale di ragazzi al di sotto dei 16 anni (fra questi USA, Gran Bretagna, Germania, Austria e Australia). Stati come l'Indonesia e il Nepal usano i bambini come informatori, spie o messaggeri, mentre il Ruanda e l'Uganda se ne servono come supporto alle truppe, mettendone a rischio la vita.

    Secondo il rapporto, alcuni governi, come la Russia, il Burundi e l'Indonesia detengono e torturano minorenni sospettati di favorire gruppi ribelli. Casi sono stati denunciati anche in Iraq ad opera di militari USA, ed in Israele su Palestinesi detenuti.

    La cessazione della guerra in Afghanistan, Angola e Sierra Leone ha portato fortunatamente alla smobilitazione di 40.000 bambini. Tornare a casa pero' non basta, dato che rimangono per anni - talora per sempre - turbe psicologiche e disadattamento. Occorrono a tal fine programmi speciali di recupero e reinserimento.

  • Archivio Bambini
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti



    VAI ALLA MAPPA DEL SITO