TuttoTrading.it

SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni




    VAI ALLA MAPPA DEL SITO

    Google analytics


    eXTReMe Tracker


  • 04/02/2008 Il 2005 anno nero per i coralli (http://www.lanuovaecologia.it)

    Ricerca personalizzata


    Coralli
     Uragani e riscaldamento del mare hanno provocato lo sbiancamento e poi la morte di tante colonie dei Caraibi. Secondo l'ultimo rapporto dell'Iucn se non si corre ai ripari un disastro analogo è dietro l'angolo



    Sarà registrato come un anno da dimenticare per i coralli il 2005, quando il riscaldamento del mare, combinato agli uragani, ha provocato lo sbiancamento e poi la morte di tante colonie dei Caraibi. Un'area questa, che negli ultimi 50 anni ha visto scomparire fino all'80% di diverse barriere coralline. Secondo le conclusioni degli scienziati, nell'ultimo rapporto dell'Unione mondiale per la conservazione della natura (Iucn), se non si corre ai ripari un disastro simile a quello del 2005 è dietro l'angolo.

    «Se non facciamo qualcosa sul fronte dei cambiamenti climatici, i coralli non rimarranno con noi ancora a lungo» ha affermato Carl Gustaf Lundin, direttore del programma mondiale sul mare dell'Unione mondiale per la conservazione della natura (Iucn). Tra le regioni maggiormente colpite nel 2005 l'area che si snoda fra Florida, Antille francesi e isole Cayman, dove un forte sbiancamento ha colpito fra il 50% e il 95% delle colonie di coralli, uccidendone oltre la metà, specie nelle piccole Antille.

    L'entità del danno non va valutato solo considerando il valore delle barriere coralline come parte vitale dell'ecosistema marino, ma come fonte di guadagno. Secondo la stima citata dalla Iucn, per l'area caraibica si parla di una cifra fra uno e 4,6 miliardi di dollari l'anno per pesca, turismo subacqueo e come servizio di protezione della costa. «Questo è un momento chiave per le barriere coralline - spiegano gli autori del rapporto, Clive Wilkinson e David Souter - una drastica riduzione delle emissioni di gas serra sarà fondamentale nei prossimi 20 anni per controllare il riscaldamento futuro e livelli pericolosamente alti di CO2 che ridurranno la robustezza dei coralli».

    Il rapporto dell'Iucn segna anche l'inizio del 2008 come anno internazionale delle barriere coralline, con una campagna mondiale per sollevare l'attenzione sul valore di questi angoli di vita e sulle minacce alla loro sopravvivenza. Gli studi in materia proseguono: proprio in questi giorni è in corso una missione del Noaa, National Oceanic and Atmospheric Administration, per scoprire gli ecosistemi di coralli profondi al largo dell'isola caraibica di Bonaire, nelle Antille olandesi, davanti al Venezuela. All'opera non solo subacquei, ma anche robot sottomarini. L'obiettivo è capire come mai questi coralli rimangano apparentemente in salute mentre tanti altri, nei Caraibi e in altre aree del mondo, siano minacciati.

    http://www.lanuovaecologia.it.it

  • 04/02/2008 Il 2005 anno nero per i coralli
    Inquinamento, cambiamenti climatici e malattie sono le principali cause della moria in Italia, dove sono scomparsi 200mila alveari. Perso in Europa tra il 30 e il 50% del patrimonio di api, mentre punte anche del 60-70% hanno interessato alcune aree degli Usa...
  • 04/02/2008 Coralli, la geografia del rischio
    le acque calde nel 2005 causano uno sbiancamento su larga scala dei coralli, provocando la morte di molte colonie. Ecco alcuni dati sulle barriere coralline...
  • 04/02/2008 Le creme solari chimiche uccidono i coralli
    Le creme solari con filtri chimici danneggiano gravemente gli organismi che costruiscono le barriere coralline. Lo dimostra uno studio del dipartimento di Scienze del mare dell'università Politecnica delle Marche...
  • 11/01/2008 Sequestrate due tonnellate di coralli
    Il sequestro in una ditta di Settimo Milanese. Gli uomini del servizio Cites del Corpo forestale di Milano hanno accertato che il carico proveniva dalla Germania ed era diretto al mercato partenopeo e siciliano...
  • 07/05/2007 Il clima distrugge i coralli
    La barriera delle isole Cayman s'è ridotta del 50% negli utlimi 10 anni. La denuncia del Central Caribbean ...

  • Archivio Ambiente
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti



    VAI ALLA MAPPA DEL SITO