TuttoTrading.it

01/08/2007 AMBIENTE. Abusivismo, abbattute due villette a Falerna (Cz). Soddisfatta Legambiente (AA, www.helpconsumatori.it)

Ricerca personalizzata
GIOCHI GIOCATTOLI
Articoli da regalo
Attività creative
Bambole e accessori
Bestseller generali
Burattini e tetrini
Calendari dell' avvento
Collezionabili
Costruzioni
Elettronica per bambini
Giocattoli da collezione
Giocattoli prima infanzia
Elettronica per bambini
GIOCHI GIOCATTOLI
Giocattoli da collezione
Giocattoli prima infanzia
Giochi di imitazione
Giochi da tavola
Giochi educativi
Modellismi
Peluche
Personaggi Giocattolo
Puzzle
Sport Giochi Aperto
Strumenti Musicali
Veicoli

Erano appena state costruite, e dopo soli due giorni sono state demolite. Il Comune di Falerna (Cz) ha oggi fatto distruggere due villette abusive sorte da poco sul litorale costiero. Soddisfazione è stata espressa da Legambiente, che con Goletta Verde ha assistito in diretta all'abbattimento degli edifici. L'ordinanza predisposta dal sindaco Daniele Menniti è stata messa in atto, commenta l'associazione, "con una rapidità esemplare".

"La determinazione - ha commentato Nunzio Cirino Groccia, della segreteria nazionale di Legambiente - con cui è stato contrastato lo scempio non ha precedenti in Calabria e ci auguriamo apra la strada ad altre coraggiose iniziative di repressione del cemento illegale".

La città di Falerna aveva già fatto parlare di sé per altri episodi di abusivismo edilizio lungo la costa: la Palafitta e il Trenino, due strutture inserite da Legambiente nell'elenco degli ecomostri. Ultima trovata dei costruttori illegali era poi stata la finta casa mobile. "Un meccanismo semplice: - spiega l'associazione - si presenta una Dia al Comune per realizzare su un'area un parcheggio, si attendono le autorizzazioni del caso e quindi si procede a pavimentare la zona come da progetto. A lavori ultimati arriva la sorpresa: invece delle automobili arriva sul terreno un bel camion con al rimorchio una casa, una vera e propria casa con tanto di muri, tetto, terrazzino e ruote. Si sistema la casa secondo l'orientamento migliore, si libera il gancio di traino e il gioco è fatto".

"Di questo passo il parcheggio dello stabilimento balneare - ha aggiunto Antonino Morabito, presidente Legambiente Calabria - può diventare un villaggio turistico con vista mare. Ma dopo quello di Stalettì, sullo Ionio, questo è il secondo caso di abbattimento in provincia di Catanzaro dall'inizio dell'anno. Il che ci lascia finalmente ben sperare, perché nella zona di case abusive, in parte sanate dall'ultimo condono targato Berlusconi, ce ne sono a decine: visibili solo dalla spiaggia perché ben nascoste da una fitta vegetazione".

  • Archivio Ambiente
  • Ricerca personalizzata
    LIBRI
    Adolescenti Ragazzi
    Arte Musica
    Bestseller Generali
    Biografie
    Consultazione ed Informaz.
    Diritto
    Economia e Business
    Fantascienza
    Fantasy
    Fumetti e
    Gialli e Thriller
    Hobbi e Tempo Libero
    Horror
    Humor
    Informatica e Internet
    Letteratura
    Libri altre lingue
    Libri inglese
    Libri bambini
    Lingue linguistica
    Narrativa
    Politica
    Religione
    Romanzi rosa
    Salute Benessere
    Scienze Medicina
    Self-Help
    Società Scienze Sociali
    Sport
    Storia
    Viaggi

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO