11/09/2006 Un parcheggio sotto i Sassi (www.lanuovaecologia.it)

  • Pagina Ambiente
  • Temi Archivio
  • Tutti i Temi
  • Pagina Energia
  • Pagina Inquinamento
  • Matera, parcheggio sotto i sassi
    Matera, complesso
    Sant'Agostino

    La struttura interrata vicino al complesso di Sant'Agostino a Matera. La denuncia di Legambiente: «Nel sito patrimonio dell'Unesco una scelta nefasta»
     

    Lavori in corso da più di un anno sotto i Sassi di Matera per realizzare un parcheggio. E contro questa ferita nel cuore storico della città, Legambiente torna a scrivere alla Soprintendenza per i beni architettonici e paesaggistici di Potenza, al ministero e alla direzione regionale dei Beni Culturali, per richiamare la loro attenzione sulla «nefasta scelta» di un parcheggio interrato, in luogo del giardino preesistente, nei rioni eletti dall’Unesco patrimonio dell’Umanità. Soprintendenze che l’associazione ambientalista chiama doppiamente in causa, poiché il parcheggio servirebbe il complesso di Sant’Agostino, sede attuale proprio delle Soprintendenze Psae e Bap.

    «A più di un anno dall’inizio dei lavori – scrive Pio Acito, vicepresidente di Legambiente Basilicata – quell’area una volta dedicata alla meditazione e al raccoglimento è oggi un cumulo di detriti, recintato da una sbilenca e pericolosa impalcatura arrugginita. Una ferita nel cuore storico della città di Matera. Chiediamo un incontro per una valutazione congiunta degli atti tecnici da intraprendere per restituire ai Sassi una parte della propria storia». A nulla è valsa infatti la precedente richiesta di chiarimento da parte di Legambiente, che sottolineava: «Con ogni ovvietà la struttura tecnica della locale Soprintendenza che ha redatto il progetto, se lo è validato, ha espresso il proprio parere positivo, si è autorizzato, ha occupato il suolo, ha dato inizio alle opere, il tutto nel rispetto della norma vigente ed ha, quindi, saputo superare opportunamente i vincoli storici, culturali, ambientali, paesaggistici e patrimoniali che sui Sassi insistono». A Legambiente non è mai pervenuta risposta e sono ora ripresi i lavori senza che la città possa sapere cosa in realtà c'è sotto il complesso di Sant'Agostino, se cioè erano reali o meno le motivazioni di blocco dei lavori del precedente parcheggio progettato e avviato dal Comune di Matera.

    Nei luoghi dove si stanno eseguendo i lavori, vi erano una decina di cipressi a corona e sotto il giardino sono leggibili le testimonianze del periodo napoleonico, vecchie vie di accesso, locali ipogei e, con ogni probabilità, potrebbero celarsi ulteriori reperti di grande interesse. «Siamo certi – conclude Pio Acito - che il lungo periodo trascorso abbia consentito un serio ripensamento sul più opportuno utilizzo ricreativo e culturale di quello spazio». Legambiente chiede di mettere a disposizione di tutti i cittadini il grande patrimonio che i Sassi e la Città di Matera conservano.

    Archivio

  • 16/11/2006 L'area di proprietà della Sopraintendenza. Le ruspe fra i Sassi di Matera
    Continuano i lavori per la costruzione del parcheggio sotto il complesso di Sant'Agostino. Distratti fondi pubblici destinati ...
  • 11/09/2006 Un parcheggio sotto i Sassi
    La struttura interrata vicino al complesso di Sant'Agostino a Matera. La denuncia di Legambiente...
  • 14/09/2006 La ferita sotto i Sassi di Matera
    Un documento realizzato da Legambiente denuncia lo scempio sotto al complesso di Sant'Agostino: un parcheggio..
  • 08/09/2006 L'appuntamento promosso dall'Anci. «Viva i piccoli comuni»
    Il saluto del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano alla IV Conferenza dei piccoli centri: «Patrimonio di tradizioni e cultura»...


  • Pagina Ambiente
  • Temi Archivio
  • Tutti i Temi
  • Pagina Energia
  • Pagina Inquinamento