TuttoTrading.it

TUTTO
FRANCOBOLLI



Home
Contatti

Informazione A.Informaz. Granditemi Dividendi Divid.2017 Divid.2018 Divid.2019 Divid.2020 Divid.2021 Divid.2022 Divid.2023 Divid.2024 T.Economia Tuttoborsa Tuttobanche Glossari T.Shopping Sicurezza Inf. Tuttoscuola Tuttoweb Tuttotrading

VAI ALLA MAPPA DEL SITO




22/02/2011 SOCIETA'. Acqua, Rapporto Althesys: con una gestione efficiente si possono risparmiare 17 mld (GA, http://www.helpconsumatori.it)

TUTTOFRANCOBOLLI per iniziare o continuare una collezione a prezzo favorevole o per regalare una bella collezioncina ad un giovane

Ricerca personalizzata
TUTTOFRANCOBOLLI per iniziare o continuare una collezione a prezzo favorevole o per regalare una bella collezioncina ad un giovane

Una gestione efficiente dell'acqua in agricoltura pu˛ generare fino a 17 miliardi di euro di benefici in 30 anni. E' il dato principale che emerge dal rapporto di Althesys "Le politiche di gestione dell'acqua in agricoltura", presentato oggi a Roma nel corso del convegno "Acqua, agricoltura e ambiente. Agricoltura, utilities e industria alleate per la sostenibili". Lo studio - cui hanno partecipato tra gli altri Federutility, Anbi, e Coldiretti, insieme con istituzioni e industria - formula delle ipotesi di politiche utili al miglioramento della gestione dell'acqua: sostenibilitÓ e sviluppo coniugati attraverso l'innovazione. Secondo il Ministro delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, Giancarlo Galan, la parola chiave per superare la "finitezza della risorsa acqua Ŕ innovazione, intesa come ingegno umano. La gestione sostenibile delle risorse idriche - ha detto Galan - rientra tra le sfide ambientali della politica di sviluppo rurale".

Al convegno di oggi ha partecipato anche Antonio Longo, Presidente del Movimento Difesa del Cittadino che ha commentato: "I risultati dello studio presentato oggi da Althesys sono molto importanti, perchÚ dimostrano che si potrebbero ottenere da 10 a 17 Mld di benefici economici, innovando e investendo nella gestione dell'acqua in agricoltura. Bisogna ammodernare le infrastrutture degli acquedotti e completare in tutto il territorio gli impianti di trattamento delle acque reflue, i depuratori, che ancora mancano in migliaia di comuni o funzionano male. Intanto - denuncia Longo - i cittadini continuano a pagare da anni bollette nelle quali Ŕ prevista una quota destinata proprio alla depurazione. Che fine fanno questi soldi? Servono alle aziende e ai Comuni per fare cassa".

"I prossimi refendum - conclude il Presidente di MDC - saranno un momento importante di dibattito su un tema fondamentale, al di lÓ di come i cittadini sceglieranno di votare. Bisogna comunque continuare a sensibilizzare le famiglie e gli agricoltori a un uso consapevole dell'acqua, mentre il Parlamento deve decidere rapidamente l'istituzione dell'AutoritÓ indipendente sull'acqua, che controlla i costi e le tariffe, garantendo anche efficienza di gestione delle aziende e un corretto rapporto con gli utenti".

http://www.helpconsumatori.it

  • Archivio Acqua
  • Ricerca personalizzata