TuttoTrading.it

20/02/2008 Acqua di casa mia (http://www.lanuovaecologia.it)

Ricerca personalizzata
GIOCHI GIOCATTOLI
Articoli da regalo
Attività creative
Bambole e accessori
Bestseller generali
Burattini e tetrini
Calendari dell' avvento
Collezionabili
Costruzioni
Elettronica per bambini
Giocattoli da collezione
Giocattoli prima infanzia
Elettronica per bambini
GIOCHI GIOCATTOLI
Giocattoli da collezione
Giocattoli prima infanzia
Giochi di imitazione
Giochi da tavola
Giochi educativi
Modellismi
Peluche
Personaggi Giocattolo
Puzzle
Sport Giochi Aperto
Strumenti Musicali
Veicoli

Dopo Venezia anche Londra si schiera per il ritorno al rubinetto. Il sindaco Ken Livingstone ha invitato i suoi concittadini a non ordinare acqua in bottiglia, lanciando la sfida "London on Tap", a tutti i designer londinesi: progettare una caraffa d'acqua, in plastica riciclata, che sia la "bandiera" del progetto/ Vai al sito


Si apre all'insegna di una campagna per il ritorno all'acqua di rubinetto il 2008, da Venezia a Londra. Ieri il sindaco della capitale inglese, Ken Livingstone, ha invitato i suoi concittadini a non ordinare acqua in bottiglia al ristorante, lanciando la sfida "London on Tap", cioè "Londra al rubinetto" a tutti i designer londinesi: progettare una caraffa d'acqua, in plastica riciclata, che sia la "bandiera" del progetto per bar, ristoranti e alberghi della capitale. In Italia l'appello a bandire la bottiglia di minerale era arrivato il 6 febbraio scorso dal Patriarcato di Venezia ai fedeli per la Quaresima, proponendo di ridurre così la quantità di plastica e vetro, o di devolvere in beneficenza i soldi risparmiati.

L'invito era stato appoggiato dal sindaco della città lagunare, Massimo Cacciari, per poi rimbalzare alla Camera dei deputati, in una lettera inviata dall'Associazione dei parlamentari per l'acqua ai questori del Palazzo. Grazia Francescato dei Verdi aveva rilanciato l'iniziativa di Venezia per 12 mesi l'anno e Antonio Borghesi dell'Italia dei valori a livello nazionale. Dando un'occhiata ai numeri però, l' abitudine per l'acqua in bottiglia degli italiani sembra dura a morire: secondo un'indagine Gfk Eurisko e Gfk Panel per Mineracqua, il 98% delle famiglie la compra regolarmente.

E il settore dell'acqua in bottiglia ha chiuso il 2006 con 12,2 miliardi di litri per un giro d'affari di 3,2 miliardi di euro al consumo. In media ogni famiglia spende, secondo una stima Legambiente del 2007, oltre 300 euro l'anno, Lombardia in testa con 93 acquirenti ogni 100 abitanti.

Ecco un quadro fornito dall'ultimo Rapporto Eurispes sull'universo acqua in Italia:

IL COSTO DELL'ACQUA: un metro cubo d'acqua di rubinetto costa circa 50 centesimi, un metro cubo di minerale costa circa 100 volte di più, circa 500 euro, mentre l'acqua usata dagli agricoltori invece costa 100 volte di meno, cioé 0,5 centesimi. Agli imbottigliatori, sul prezzo finale di una bottiglia d'acqua l'imballaggio incide per il 60%, il trasporto per il 15%, il costo del lavoro il 15%, la pubblicità e gli altri oneri per circa il 10%. La qualità sia di rubinetto sia in bottiglia è generalmente ottima in entrambi i casi. L'acqua potabilizzata, passata attraverso depuratori meccanici o chimici, costa circa 25 centesimi di euro. Un metro cubo d'acqua, cioé circa 1.000 bottiglie d'acqua minerale da un litro, costa: quanto due bottiglie di minerale, se ottenuta attraverso la dissalazione dell'acqua di mare; quanto 12 bottiglie di acqua minerale, se trasportata tramite autobotti; quanto 24 bottiglie di acqua minerale, se trasferita con navi cisterna.

IL CONSUMO IN ITALIA: l'Italia è il primo Paese consumatore di acqua nell'Unione europea e tra i primi al mondo (dopo Giappone, Canada, Usa e Australia). Secondo i dati Irsa-Cnr, l'uso non civile dell'acqua impiega il 49% nel settore agricolo, seguono il settore industriale con il 21% e quello energetico con l'11%. L'uso civile ammonta al 19% del totale. Il 39% del prelievo avviene nelle regioni del Nord-Ovest, per i consumi di tipo agricolo e industriale (oltre il 40% del totale nazionale).

GLI SPRECHI: il 42% in media del volume d'acqua erogato viene disperso, si va da un minimo del 22% nel piemontese ad un massimo del 73% nell'area abruzzese-marsicana.

  • 20/03/2008 L'acqua? Imbrocchiamola!
    «Meno bottiglie, meno rifiuti». Legambiente e Altreconomia per il consumo di acqua del rubinetto al posto della minerale nei locali pubblici. La campagna per la Giornata mondiale/ Sito ...

  • 19/03/2008 I giorni dell'acqua
    Con la cerimonia ufficiale a Ginevra l'Onu dà il via alle celebrazioni del World Water Day del 22 marzo. E su un inserto speciale della rivista Nature scienziati ed economisti cercano soluzioni ai problemi idrici/ Vai al sito - Cifre e proposte per uscire dalla crisi - Risparmio, premiata Legambiente...

  • 06/03/2008 Alpi meridionali a rischio siccità
    Recenti studi relativi alla parte meridionale delle Alpi ipotizzano un serio rischio di siccità. Se ne parlerà domani all'università di Trento nell'ambito di del progetto...

    http://www.lanuovaecologia.it

  • Archivio Acqua
  • Ricerca personalizzata
    LIBRI
    Adolescenti Ragazzi
    Arte Musica
    Bestseller Generali
    Biografie
    Consultazione ed Informaz.
    Diritto
    Economia e Business
    Fantascienza
    Fantasy
    Fumetti e
    Gialli e Thriller
    Hobbi e Tempo Libero
    Horror
    Humor
    Informatica e Internet
    Letteratura
    Libri altre lingue
    Libri inglese
    Libri bambini
    Lingue linguistica
    Narrativa
    Politica
    Religione
    Romanzi rosa
    Salute Benessere
    Scienze Medicina
    Self-Help
    Società Scienze Sociali
    Sport
    Storia
    Viaggi

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO