TuttoTrading.it

SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni




    VAI ALLA MAPPA DEL SITO

    Google analytics


    eXTReMe Tracker


  • Morti bianche - Caduti sul lavoro (Da Wikipedia, l'enciclopedia libera)

    Ricerca personalizzata

    A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

    Con il termine Caduti del lavoro sono chiamati i morti per incidenti sul lavoro. Questi lavoratori vengono spesso ricordati con questo termine anche nelle strade e nelle piazze d'Italia a loro dedicate.

    All'interno del movimento operaio italiano, a partire dagli anni '60, si è diffuso il termine omicidi del lavoro per indicare con nettezza le responsabilità dirette dei sistemi di produzione delle economie industrializzate rispetto alle scarse condizioni di sicurezza dei luoghi di lavoro, causa diretta di migliaia di morti che si verificano ogni anno nel mondo, specialmente nel settore edilizio, nelle miniere e nel settore siderurgico.

    Negli ultimi anni, sulla stampa e all'interno del movimento dei lavoratori, per definire il fenomeno sono stati utilizzati anche i termini morti bianche e omicidi bianchi.

     

    Fenomeno degli incidenti sul lavoro - dati statistici

    Varie statistiche, a cura di prestigiosi istituti internazionali, sono volte a determinare il numero di incidenti, mortali e non mortali, e le malattie professionali, legati alla attività lavorativa. Scorrendo le statistiche e sintetizzando, è possibile fornire alcuni numeri. Si faccia riferimento ai collegamenti esterni per l'approfondimento.

     

    Numero di morti ogni anno a causa del lavoro

    L'ordine di grandezza è di circa due milioni di morti annualmente nel mondo, di cui circa 12 mila bambini.

    Il numero di morti in Italia annualmente è di circa 1.400; tale numero ha subito delle oscillazioni negli ultimi anni, mantenendo circa lo stesso valore. L’Italia è il paese con il più alto numero di morti sul lavoro in Europa. Tra il 1995 e il 2004 gli infortuni mortali nell’Unione Europea sono diminuiti, in media, del 29,41%, mentre nel nostro paese solo del 25,49%.[1].

     

    Incidenti non mortali

    L'ordine di grandezza è di circa 270 milioni incidenti nel mondo; in Italia è dell'ordine di circa 700mila.

     

    Malattie professionali

    I casi di malattie professionali sono, nel mondo, circa 160 milioni ogni anno.

     

    Casi eclatanti

     

    Attività lavorative e loro pericolo

    Ogni attività lavorativa ha delle potenzialità di rischio associate differenti.

    A titolo di esempio si riporta la tabella seguente, fornita da un ufficio di statistiche del dipartimento del lavoro degli Stati Uniti d'America, relativa all'anno 2000.[2]. In quell'anno, 5.915 persone morirono sul lavoro.

    Categoria Lavoro Incidenti mortali Incidenti mortali nell'anno su 100.000 posti di lavoro
    Tagliaboschi 105 122,1
    Pescatori 52 108,3
    Lavoratori in aviazione 230 100,8
    Lavoratori su strutture metalliche 47 59,5
    Lavoratori in miniera 69 53,9
    Lavoratori su tetti 65 30,2
    Lavoratori edili generici 288 28,3
    Trasporto su gomma 852 27,6
    Totale e Media 5915 4,3

     

    Note

    1. ^ Secondo rapporto sulla «tutela e condizione delle vittime del lavoro tra leggi inapliccate e diritti negati» a cura dell'ANMIL [1]
    2. ^ riportata da Wikipedia in lingua inglese

     

    Voci correlate

     

    Collegamenti esterni

    • [2] Sito della organizzazione internazionale del lavoro I.L.O. - per la promozione della qualità del lavoro nel mondo - (in inglese)
    • [3] Sito statistico sui dati del lavoro (inglese, francese, spagnolo)
    Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Caduti_sul_lavoro" Link originale
    Contenuto disponibile sotto GNU Free Documentation License

  • Vai all' Archivio Lavoro
  • Glossario di TuttoTrading
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti



    VAI ALLA MAPPA DEL SITO